Calluna vulgaris

Come innaffiare

Per irrigare correttamente la calluna vulgaris bisogna procedere controllando il terreno. Se il substrato dovesse risultare ancora umido, è sconsigliato procedere ulteriormente con una nuova irrigazione. Il rischio è solamente quello di causare dei ristagni idrici che genererebbero di conseguenza un'asfissia delle radici. Quest'asfissia è la causa principale del marciume radicale che può portare anche alla morte della pianta. Per quanto riguarda la frequenza delle bagnature quindi, sarà variabile a seconda delle stagioni: in estate saranno più ravvicinate rispetto all'inverno. La calluna vulgaris coltivata in vaso ha bisogno di irrigazioni ancora più frequenti rispetto alla calluna vulgaris coltivata in giardino. Per quanto riguarda l'acqua di irrigazione, la pianta deve essere innaffiata con dell'acqua calcarea.
Germogli calluna vulgaris

Nuova casa giardino di piante 10 semi Heather Calluna Vulgaris semi di fiori

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Come curarla

Calluna vulgaris fiore Per quanto riguarda l'esposizione della calluna vulgaris, le piante coltivate in vaso hanno necessità diverse rispetto a quelle coltivate in giardino. Queste ultime infatti hanno bisogno di una zona piuttosto semi-ombreggiata mentre la calluna vulgaris coltivata in vaso necessita di una buona esposizione alla luce solare, almeno per qualche ora al giorno. La moltiplicazione della pianta può avvenire in due modi: per seme verso la fine della primavera o mediante talea alla fine dell'estate. Le talee vanno potate mediante cesoie ben disinfettate e messe a riposo in un terriccio adatto a piante acidofile con aggiunta di sabbia grossolana. La messa a dimora può avvenire una volta che la calluna vulgaris ha compiuto la radicazione. A causa della variabilità genetica, non è detto che la pianta figlia sarà identica alla pianta madre.

  • piante da giardino In questa sezione parliamo di arbusti.Una raccolta di schede dettagliate sulle diverse specie coltivate nei nostri giardini.I consigli per una giusta scelta in base alle esigenze della vostra aiuo...
  • Mimosa  La mimosa (acacia dealbata) è un albero originario della Tasmania, ma che, giunto nel nostro paese verso la metà del 1800, si è adattato benissimo al clima della Riviera Ligure e a quello delle region...
  • Corbezzolo Albero o arbusto sempreverde originario dell'Irlanda e dei paesi che si affacciano sul mediterraneo, che può raggiungere i 9-10 metri di altezza, ma che più comunemente rimane di dimensioni intorno ai...
  • Cornus alba Questi arbusto presenta foglie caduche originario dell'Asia centro-meridionale, che raggiunge i 150-200 cm di altezza. I fusti sottili hanno portamento eretto, ramificano abbondantemente con il pass...

Vivai Le Georgiche AZALEA JAPONICA ARABESK

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,6€


Come concimare

Fiore brugo Per concimare correttamente la calluna vulgaris è possibile procedere in due differenti maniere. Si può fertilizzare la pianta mediante l'uso di un concime granulare a lenta cessione applicato due volte all'anno oppure tramite un fertilizzante liquido da diluire nell'acqua di irrigazione una volta ogni 21 giorni circa a partire dalla ripresa vegetativa. I concimi consigliati devono contenere le tre sostanze chimiche fondamentali: azoto, fosforo e potassio. Per quanto riguarda il terreno, la calluna vulgaris è una pianta che predilige un substrato a pH acido. Nel caso in cui il terreno non avesse il corretto grado di acidità si potrà riscontrare un progressivo ingiallimento delle foglie. Per ottenere un substrato con il giusto pH sono disponibili dei prodotti contenenti delle sostanze naturali adatte. Al fine di mantenere il substrato acido è importante fornire alla pianta dell'acqua che contenga poco calcare.


Calluna vulgaris: Malattie e rimedi

Pianta brugo Le malattie della calluna vulgaris sono prevalentemente generate da cattivi modi di coltivazione. Nel caso in cui si fornisca alla pianta un'eccessiva quantità d'acqua, si rischia di causare il marciume radicale e la conseguente morte della calluna vulgaris. Inoltre, se la pianta viene posizionata in un ambiente eccessivamente soleggiato, si rischia di seccare completamente il fogliame. Durante i periodi più afosi e asciutti, la calluna vulgaris potrebbe essere attaccata da insetti e parassiti quali afidi e cocciniglia. Al contrario, qualora la pianta si trovasse in un ambiente eccessivamente umido, si potrà notare la formazione di una muffa grigiastra detta botrite. Questa muffa danneggia irreparabilmente la vegetazione se non viene trattata con una certa tempestività. Infine, in presenza di un terreno non abbastanza acido, si potrà notare un progressivo ingiallimento delle foglie sintomo della clorosi.


  • calluna pianta Buongiorno! Ho comprato da poco 2 piantine di erica/calluna bianche, le ho messe nella mia vaschetta da 60cm sul poggiol
    visita : calluna pianta

COMMENTI SULL' ARTICOLO