Cotoneaster

Quando e quanto irrigare

Le piante appartenenti al genere Cotoneaster possono essere sempreverdi oppure decidue. L'irrigazione è un aspetto molto importante, soprattutto per gli esemplari giovani. Infatti, dopo la messa a dimora è fondamentale assicurare sempre un regolare apporto idrico. In primavera e durante la stagione estiva i vegetali di Cotoneaster temono gli sbalzi di temperatura e il caldo afoso, per questo è indicato somministrare l'acqua con una certa frequenza. L'ideale è annaffiare ogni volta che la parte superiore del substrato risulta asciutta al tatto. I vegetali adulti di questo genere con il passare del tempo diventano sempre più autonomi e non necessitano di irrigazioni periodiche autunnali e invernali. Tuttavia, è utile nei lunghi periodi siccitosi, annaffiare abbondantemente le piante di Cotoneaster.
Foglie bacche cotoneaster

Cotoneaster Cotonastro Lacteus Piantine di Cotognastro in Vaso 7x7 cm - 20 Piantine in Vasetto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€


Come prendersene cura

Fiori foglie cotognastro Il genere Cotoneaster comprende diverse specie e varietà resistenti e rustiche. Questi esemplari richiedono attenzioni colturali solo durante il primo anno di età e se vengono mantenuti in condizioni ottimali, possono crescere e svilupparsi in maniera rigogliosa. Si adattano a differenti tipologie di terreno, calcarei e argillosi, ma prediligono i substrati molto ben drenati, soffici e mediamente fertili. Le piante di Cotoneaster non amano essere travasate di frequente ed è opportuno scegliere un vano contenitore abbastanza grande e capiente, se non possono essere coltivate in piana terra. Il periodo migliore per effettuare l'operazione è in autunno, prima del riposo vegetativo stagionale. In alternativa, è possibile rinvasare con l'arrivo della primavera, preferibilmente nel mese di marzo.

  • piante da giardino In questa sezione parliamo di arbusti.Una raccolta di schede dettagliate sulle diverse specie coltivate nei nostri giardini.I consigli per una giusta scelta in base alle esigenze della vostra aiuo...
  • Mimosa  La mimosa (acacia dealbata) è un albero originario della Tasmania, ma che, giunto nel nostro paese verso la metà del 1800, si è adattato benissimo al clima della Riviera Ligure e a quello delle region...
  • Corbezzolo Albero o arbusto sempreverde originario dell'Irlanda e dei paesi che si affacciano sul mediterraneo, che può raggiungere i 9-10 metri di altezza, ma che più comunemente rimane di dimensioni intorno ai...
  • Cornus alba Questi arbusto presenta foglie caduche originario dell'Asia centro-meridionale, che raggiunge i 150-200 cm di altezza. I fusti sottili hanno portamento eretto, ramificano abbondantemente con il pass...

Cotoneaster Cotonastro Horizontalis Piantine di Cotognastro in Vaso 7x7 cm - 20 Piantine in Vasetto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€


Quando e come concimare

Bacche rosse pianta Per rinforzare e fare crescere in modo rigoglioso le piante di Cotoneaster, è opportuno somministrare periodicamente delle concimazioni. Infatti, il periodo più indicato per iniziare è con l'arrivo della stagione primaverile. L'impiego di un buon concime organico liquido, da dispensare all'incirca ogni due settimane, garantisce a questi vegetali tutti gli elementi nutritivi necessari per lo sviluppo e l'emissione fogliare. I trattamenti proseguono ciclicamente fino all'arrivo dei mesi autunnali. In alternativa, è possibile optare per un concime granulare a lenta cessione, da mescolare direttamente al terreno. In questo caso, la somministrazione avviene soltanto due volte l'anno, all'inizio della primavera e in autunno. Per utilizzare dei prodotti specifici è sempre opportuno rivolgersi a del personale autorizzato.


Cotoneaster: Esposizione, malattie e possibili rimedi

Infiorescenze pianta cotoneaster Gli arbusti sempreverdi o a foglia decidua di Cotoneaster preferiscono le esposizioni ben soleggiate e luminose. Possono crescere anche a mezz'ombra, ma se non sono garantite sufficienti ore di luce, ne risentirà la crescita e la produzione floreale. Tra le patologie che più temono c'è il cosiddetto colpo di fuoco batterico, causato dall'Erwinia amylovora. Purtroppo non esistono soluzioni efficaci e l'unico metodo per evitare l'insorgere di questa malattia, è monitorare efficacemente i singoli esemplari. Inoltre, le piante di Cotoneaster possono subire in estate gli attacchi di afidi e cocciniglie. Se le infestazioni sono lievi è possibile intervenire con del sapone neutro, eliminando manualmente gli insetti utilizzando un batuffolo di cotone. In alternativa, è utile ricorrere a insetticidi specifici.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO