Pungitopo pianta

vedi anche: Trova piante

Caratteristiche principali del pungitopo

Il nome scientifico del pungitopo è Ruscus aculeatus e appartiene alla numerosa famiglia delle Liliaceae. È originaria della macchia mediterranea ma da tempo si è naturalizzata anche nel sud-ovest dell’Asia. È un arbusto sempreverde che con le sue spine forma cespugli impenetrabili. Il pungitopo è dotato di un rizoma strisciante dal quale si dipartono sia le radici che i fusti chiamati turrioni. Dai fusti principali si dipartono numerosi fusti secondari appiattiti che spesso vengono confusi con le foglie.Questa piante sono dioiche ovvero portano solo o fiori femminili o fiori maschili e vederle fruttificare è necessario avere almeno due piante si sesso opposto. La pianta è caratterizzata da bacche color rubino che contengono ciascuna uno o due semi.
Pianta di pungitopo

Vivai Le Georgiche RUSCUS ACULEATUS (PUNGITOPO)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,8€


Come piantare il pungitopo

Varietà di pungitopo Il periodo migliore per mettere a terra la pianta del pungitopo la stagione più fredda dell'anno, l’inverno. Il terreno calcareo con un buon drenaggio è quello che assicura una migliore fruttificazione. Non ha bisogno di attenzioni particolari ma è meglio effettuare concimazioni annuali a fine febbraio con dello stallatico per aiutarlo a crescere al meglio. Per garantire uno sviluppo armonico è necessario effettuare regolari potature in primavera togliendo rami secchi e quelli che fuoriescono dalla sagoma principale.La moltiplicazione si fa adoperando i semi contenuti nelle bacche mature. Se invece si desidera avere un risultato migliore in meno tempo, è possibile adoperare i rametti che nascono alla base della pianta madre. Dopo averli recisi con un paio di forbici, bisogna interrarli in giardino e a distanza di un mese avranno radicato.

  • In accessori da esterno trovi moltissimi articoli di approfondimento su tutti gli oggetti ed i complementi d'arredo per il giardino che possono tornare utili per arricchire il proprio garden e rendere...
  • irrigazione L'irrigazione del giardino è diventata con gli anni una componente sempre più importante e diffusa. Dapprima presente solo nei grandi spazi e nei parchi pubblici, si è velocemente diffusa anche in cas...
  • yucca Le yucche sono piante erbacee succulente provenienti da ambienti caldi e secchi dell’America Settentrionale e Centrale. Appartengono alla famiglia delle Agavaceae e il loro genere comprende non meno ...
  • La zamioculcas è una pianta tropicale molto apprezzata per la sua facilità di coltivazione e per la sua resistenza a parassiti e malattie. La pianta si mostra resistente anche in condizioni difficili,...

1 PIANTA DI RODODENDRO IMPEDITUM ALBUM IN VASO 17CM rosa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


Proprietà del pungitopo

Frutto del pungitopo I principi attivi contenuti dalla pianta sono numerosi e adoperati nella medicina ufficiale da molti anni. Contiene il prezioso olio essenziale di canfora e l’acetato di bomile, il linalolo e l’acetato di linalile. È ricca di sali minerali quali il nitrato di potassio e il calcio.È un ottimo diuretico e, se assunto da chi soffre di calcoli renali, gotta o cistite, può avere rapidi effetti.Il pungitopo è il migliore vasocostrittore esistente e i suoi principi attivi vengono adoperati nelle terapie mirate a curare le vene varicose. Funge da antinfiammatorio e contribuisce a ridurre la fragilità dei capillari e al contempo incrementa il tono delle pareti venose. Ha effetti benefici sulle flebiti e i suoi principi attivi vengono aggiunti alle creme per curare le emorroidi.


Pungitopo pianta: Le parti più utilizzate

Varietà di pungitopo La parte più adoperata dell'arbusto è il rizoma. Viene raccolto agli inizi dell’autunno oppure in primavera e deve essere nettato con una spazzola dal terriccio. In un secondo momento viene tagliato a pezzetti e fatto seccare al sole e, una volta che avrà perso tutta l’umidità contenuta, può essere conservato all’interno di sacchetti di tessuto traspirante.I decotti fatti con il rizoma, se bevuti, possono essere utili per combattere le infezioni alle vie urinarie e per attenuare i problemi relativi alle vie urinarie.L’estratto di pungitopo secco è utile per l’igiene intima ma può essere impiegato anche per combattere attivamente il problema della cellulite. Molte delle creme utili per alleviare i fastidi della cupe-rose (particolari lesioni cutanee del volto che si manifestano con antiestetici rossori e chiazze rosse) contengono estratti da questo rizoma.


Guarda il Video
  • pungitopo Le annaffiature rappresentano un aspetto importantissimo nella coltivazione del pungitopo e devono necessariamente segui
    visita : pungitopo

COMMENTI SULL' ARTICOLO