Funghi della vite

Funghi della vite

Le piante di viti vengono comunemente ucoltivate per la produzione di uva, che può essere consumata fresca o utilizzata per la produzione di vino; purtroppo, queste piante, possono essere colpite da malattie fungine.

L'Antracnosi è causata dal Gloeosporium ampelophagum. Sui tralci crea macchie rotonde, depresse, con colorazione scura e consistenza cuoiosa; le foglie si presentano con piccole aree secche a bordo nero-violaceo. Gli acini colpiti dal parassita si spaccano e aprono la strada alle infezioni da botrite. L'Escoriosi è causata da Phomopsis viticola, colpisce i tralci di uno o due anni provocando aree a colorazione bruno-violacea, circondate da tacche di colorazione più chiara. Le foglie presentano piccole macchie necrotiche a varia estensione. L'Eutypa lata causa l'Eutipiosi. Si nota già alla ripresa vegetativa: germogli indeboliti, corti, foglie piccole sono i sintomi. La pianta muore in 3-4 anni.

Antracnosi su grappolo

R6 TREVI FUNGICIDA SISTEMICO PER CURARE LA VITE CONTRO DALLA PERONOSPORA RAMATO POLVERE BAGNABILE 1KG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25€


Oidio e altri funghi

Lesioni da oidio su grappolo L'Oidio è causato dal fungo Uncinula necator e con la Peronospora è sicuramente una delle malattie che più sono pericolose per la vite. Causa zone decolorate, ricoperte da una muffa biancastra sulle foglie che si arricciano e si contorcono. Sugli acini causa lesioni a reticolo sulla buccia e anche all'interno che determinano la loro spaccatura. La Peronospora è causata dalla Plasmopara viticola, un fungo endemico in America ed entrato in Francia accidentalmente verso il 1878 per poi colonizzare l'intera Europa. Sulle foglie causa, inizialmente, le caratteristiche macchie d'olio sulla pagina superiore, mentre su quella inferiore si instaura una muffa biancasta; successivamente la foglia secca. I tralci giovani perdono consistenza e poi necrotizzano, mentre i grappoli disseccano in fioritura e necrotizzano quando formati.

  • Malattie della vite In questa terza parte, dedicata alla cura delle malattie delle piante fruttifere, esamineremo le principali cause di danneggiamento sulla coltura della vite da vino e da tavola e saranno indicati i pr...
  • Mal dell'esca della vite E' una malattia che attacca principalmente il legno della pianta, di origine fungina, molto diffusa in Europa. I funghi interessati in questa particolare specie di patologia sono la phaeomoniella chla...
  • Plasmora viticola Questa è una malattia causata dal fungo plasmora viticola, originario del Nord America e diffuso in Europa a partire dal XIX secolo. Il microrganismo appartiene alla categoria degli oomiceti, i quali ...
  • Oidio L'Uncinula necator è un fungo appartenente alla famiglia delle Erysiphaceae che rappresenta l'agente patogeno che produce l'oidio della vite. Questa è una patologia che si manifesta con delle macchie ...

MICOSAT F WP DP10 INOCULO DI FUNGHI MICORRIZICI IN CONFEZIONE DA 1 KG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 69€


Mal dell'esca, marciume acido e carie bianca

Peronospora su foglia di vite Altri funghi della vite sono: il Mal dell'esca, il Marciume acido e la Carie bianca della vite. Il Mal dell'esca è una patologia causata dal fungo Stereum hirsutum, Phellinus igniarius e altri agenti fungini che portano velocemente la pianta alla morte: infettano i tessuti legnosi all'interno. Il Marciume acido si chiama così per il caratteristico odore che rilasciano i grappoli malati, simile all'aceto. La causa è un attacco concomitante di alcuni lieviti che provocano lo sfaldamento degli acini. La Carie bianca è causata dal fungo Pilidiella diplodiella ed è una conseguenza dei danni da grandine sui grappoli che si rivestono di pustole bianche, in seguito portano il grappolo a distaccarsi.


Cause funghi

Botrite su grappolo Nel Marciume nero l'agente scatenante è Guignardia bidwellii un fungo che colpisce tutti gli organi erbacei della pianta. A causa della malattia germogli, foglie e tralci necrotizzano a tacche. Gli acini appassiscono e progressivamente decolorano, fino ad assumere una colorazione nera intensa. Gli agenti causali del marciume radicale sono Armillaria mellea e Rosellinia necatrix. La malattia causa un indebolimento della painta a livello generale, le foglie seccano, la crescita è stentata. Temibile malattia, la muffa grigia è causata da Botrytis cinerea e colpisce prevalentemente il grappolo. Viene favorita da precedenti lesioni sullo stesso che in seguito si ricopre di una patina feltrosa, grigiastra.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO