Semina piselli

La semina dei piselli e l'irrigazione

La semina dei piselli va fatta direttamente in pieno campo. Dovremo assicurare alla giovane piantina il giusto apporto idrico. Prima di spuntare avrà bisogno di una terra che rimanga sempre bagnata, con un tasso di umidità elevato e costante, per favorire la germogliazione. Dopodiché la piantina di pisello crescerà anche senza interventi aggiuntivi, specialmente durante le stagioni caratterizzate da piogge intense. La pianta di piselli tollera sia il freddo e le precipitazioni atmosferiche che brevi periodi di siccità. L'importante è evitare pericolosi sbalzi idrici, cercando di non affogare la pianta facendo ristagnare l'acqua. Nella scelta del sistema di irrigazione potremo optare per la soluzione manuale con un annaffiatoio, oppure si potrà scegliere il sistema fisso, programmando le operazioni di annaffiatura durante la stagione estiva a 2-3 per settimana quando il caldo si fa torrido.
Piselli pronti per la raccolta

Suttons Seeds 190447 - Semi per piselli Meraviglia di Kelvedon

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,7€
(Risparmi 0,06€)


Come prendersi cura dei piselli

Pianta di piselli La coltivazione dei piselli non necessita di particolari cure e può essere fatta anche da persone inesperte che non hanno il pollice verde. La prima considerazione da fare riguarda la scelta della varietà delle piante, acquistandole in vivaio o partendo dai semi. Decidendo di coltivare i piselli nei vasi dovremo optare per le varietà nane, che sviluppano all'incirca sul mezzo metro di altezza. Le altre varietà sono rampicanti e necessitano, invece, di un sostegno su cui crescere. La pianta di piselli è molto resistente e non teme mil freddo. Può essere utile, tuttavia, ricorrere alla pacciamatura, utilizzando preferibilmente del materiale naturale come gli sfalci d'erba del prato o le cortecce che rilasciano anche importanti sostanze nutritive. La funzione della pacciamatura è, oltre che protettiva, stabilizzante dal punto di vista dell'umidità.

  • piselli Il pisello appartiene alla famiglia delle Papilionaceae ed è noto all’umanità fin dai tempi remoti. E’ un ortaggio di origine incerta che deriverebbe dal pisum arvense una specie attualmente utilizzat...
  • Piselli I piselli sono ortaggi poco esigenti, anche se necessitano di un terreno umico e calcareo. A seconda delle varietà è diverso anche il periodo della loro messa a dimora: i piselli dolci mangiatutto res...

PISELLO RAMPICANTE A GRANO RUGOSO ALDERMAN SEL ASO DA 1 KG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,5€


Terreno per la semina dei piselli

Interno dei piselli Raramente si seminano i piselli in semenzaio trapiantandoli successivamente. Infatti piselli germogliano molto facilmente, anche a temperature appena superiori a 8°C. Inoltre l'apparato radicale della giovane piantina sarebbe troppo delicato e rischierebbe di rovinarsi. L'operazione effettuata direttamente a dimora va fatta su un terreno già pronto. La preparazione viene eseguita apportando un concime organico e, opzionalmente, del compost naturale. Quando la terrà avrà assorbito le sostanze nutritive si può passare alla semina vera e propria distanziando i piselli di 20cm l'uno dall'altro e di almeno 70cm tra le file parallele. Si possono seminare sia in autunno, tra il mese di Ottobre e Novembre che in Primavera, a partire dalla fine di Febbraio. Durante la crescita non dovrebbe essere necessario un nuovo intervento di fertilizzazione. Se necessario si raccomanda quando sbocciano i primi fiori, per favorire la fruttificazione.


Semina piselli: Esposizione dei piselli e malattie

Piselli coltivazione I piselli possono stare sia a tutto sole che in una zona dell'orto dove l'irraggiamento diretto arriva comunque per buona parte della giornata. Si adattano ai climi di tutte le regioni d'Italia e possono essere coltivati con successo sia in collina che in pianura. Sono piante abbastanza resistenti ai fenomeni atmosferici e tollerano anche inverni abbastanza rigidi. Già dalla semina sono abbastanza facili da far spuntare, anche in mesi come quelli autunnali in cui le altre verdure non germoglierebbero. È utile ricordare che dopo la coltivazione sarebbe bene non togliere le radici dal terreno poiché, come tutte le leguminose, anche i piselli si comportano da concime naturale, arricchendo il terreno per le successive coltivazioni. In fase di crescita possono essere attaccati da malattie anche se è raro che si tratti di vere e proprie patologie fungine. In genere è sufficiente correggere la pratica dell'annaffiatura, limitandola a quando è strettamente necessaria.


Guarda il Video
  • semina piselli Il pisello appartiene alla famiglia delle Papilionaceae ed è noto all’umanità fin dai tempi remoti. E’ un ortaggio di or
    visita : semina piselli

COMMENTI SULL' ARTICOLO