Garofano

vedi anche: Garofano

Caratteristiche principali

Con il termine garofano si indica Dianthus, genere di piante erbacee, perenni e ornamentali della famiglia delle Cariofillacee. Possiedono infatti regolari fiori pentameri con corolla a petali liberi; anche il calice è formato da cinque elementi, liberi o saldati, e gli stami in genere sono dieci. Il garofano è una pianta erbacea annuale oppure perenne, con foglie opposte e intere, inserite ai nodi. Viene coltivato spesso come pianta ornamentale in giardino oppure da appartamento in vaso. Questa specie si sviluppa preferibilmente in terreni non troppo compatti e che sono ricchi di sostanze organiche. Si consiglia di aggiungere una parte di sabbia, così da avere un buon drenaggio ed evitare ristagni. Se la messa a dimora avviene in vaso bisogna immergere prima i contenitori in un secchio d’acqua. Le innaffiature devono essere regolari durante il periodo vegetativo.
Pianta garofano rosa

Makita B-14118 - Disco di copertura 4 chiodi di garofano (reversibile) 230X25.4 Mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,34€


I garofani spontanei e coltivati

Fiore garofano variegato La famiglia dei garofani comprende circa 80 generi e 2000 specie; sono quindi diffusi ovunque, ma in prevalenza prediligono le zone temperato-fredde. Alcune specie spontanee sono pure tipiche della flora alpina. Caratteristico è Dianthus caryophyllus che come ibrido produce fiori eleganti e assai profumati, con corolla sia semplice che doppia, nella maggior parte dei casi di colore rosso violetto. Il fiore è sempre solitario e fornito di squame basali; ha un calice tubuloso e striato e corolla a petali dentati. Il frutto è una capsula. Bisogna distinguere tra specie spontanee (proprie dei luoghi erbosi e boschivi oppure dell'alta montagna) e varietà ibridate destinate a essere coltivate in giardino oppure in vaso. Queste sono più robuste e colorate e si distinguono tra perenni e stagionali: nel primo caso fioriscono dall'autunno alla bella stagione successiva.

  • Ficus retusa famiglia che riunisce alcune decine i specie di piante sempreverdi provenienti prevalentemente dalle zone tropicali, in natura raggiungono dimensioni imponenti, coltivate in vaso si mantengono sui 2-...
  • Hoya bella Pianta ornamentale dall'elevato valore decorativo per la particolare infiorescenza che delizierà la vista e non solo, poiché colpirà anche l'olfatto grazie al delicato profumo. La hoya bella apparti...
  • Aspidistra in giardino L'Aspidistra è una pianta molto rustica, che sopravvive anche in condizioni avverse. In natura si sviluppa nei boschi freschi e umidi della Cina, dove può contare su un regolare apporto di umidità. No...
  • kenzia La kentia è una palma che appartiene al genere Howea: è originaria dell’Australia, in particolare dell’isola Lord Howe (da cui prende il nome). Arrivò in Europa alla metà del 1800 e venne da subito st...

Il Kit Fiori Gourmet di Plant Theatre – 6 varietà di fiori commestibili da coltivare – regalo ottimale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Tecniche di coltivazione

Piante garofani fiore I garofani coltivati vengono ottenuti dalla specie Dianthus caryophyllus con particolari incroci; in Italia tale coltivazione è una delle più importanti nel settore della floricoltura. Coltivato e noto è anche il garofano Dianthus chinensis, originario della Cina e che si caratterizza per i grandi fiori dai petali vellutati e variamente colorati. Per quanto riguarda la coltivazione in vaso, bisogna tenere a mente che può risultare più difficile: per evitare ristagni d'acqua pericolosi è bene riempire il contenitore con una miscela di terriccio universale, terra vegetale e sabbia grossolana. Durante il periodo primaverile il terreno non deve mai rimanere asciutto: solo in questo modo ci si assicura una buona fioritura. Durante la primavera il garofano deve essere concimato ogni 20 giorni, utilizzando prodotti specifici per le piante da fiore. Si apporta insieme all’acqua per le annaffiature oppure si può decidere di somministrare concime a lento rilascio granulare ogni 3-4 mesi.


Garofano: Cosa tenere a mente

Fiori appartamento giardino Per un corretto sviluppo del garofano e per garantire la buona salute della pianta bisogna seguire alcuni accorgimenti fondamentali: per prima cosa si devono eliminare nel corso del tempo gli steli di fiori appassiti. In questo modo le fioriture future vengono stimolate. La temperatura ideale per la crescita del garofano deve essere intorno ai 10°C-20°C: di conseguenza bisogna mettere al riparo le piante se crescono in zone con un rigido clima invernale. Queste piante possono essere soggette ad alcune malattie in particolare, ad esempio il mal bianco: si tratta di una patologia provocata dall’alta umidità del contesto in cui vivono gli esemplari. Una malattia fungina molto diffusa è la fusariosi, che provoca l'appassimento e l’ingiallimento di foglie e steli. Inoltre i garofani possono essere colpiti da parassiti animali, ad esempio le larve della tortrice, i tripidi e gli acari.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO