Hoya

Come innaffiare

Per quanto riguarda le bagnature dell'hoya, esse variano a seconda della stagione. Durante i periodi più caldi, si annaffia abbondantemente. È bene, comunque, controllare attentamente il substrato prima di procedere. Qualora risultasse ancora umido dalla bagnatura precedente, è sconsigliato irrigare nuovamente al fine di evitare la formazione dei ristagni idrici. Inoltre è importante controllare anche un'eventuale presenza di acqua nel sottovaso che potrebbe portare ugualmente alla sommersione all'asfissia delle radici. I ristagni idrici potrebbero causare il marciume radicale, una delle cause principali di morte della pianta. Durante i mesi più freddi, la frequenza delle irrigazioni va ridotta, ma è sempre bene controllare che il terreno non rimanga completamente asciutto tra una bagnatura e quella successiva.
Hoya fioritura

20 pc / sacchetto Semi di Hoya, piante, semi Hoya palla orchidee, rari semi di fiori bonsai, vaso di crescita naturale per la semina giardino di casa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,91€


Come curarla

Hoya pianta L'hoya è una pianta rustica ed in quanto tale non teme particolarmente i climi freddi. È buona norma, comunque, che le temperature si aggirino attorno ad un massimo di 27°C e non scendano al di sotto dei 10°C. È consigliato porre la pianta a dimora in un luogo soleggiato, ma senza esporla direttamente alla luce solare. Inoltre una pratica consigliata per incrementare la crescita delle foglie, è l'uso di un cerchio di metallo attorno al quale porre gli steli. Non è necessario potare l'hoya, ma solamente eliminare le foglie ed i fiori che si seccano con il passare del tempo. Per quanto riguarda la moltiplicazione della pianta, si può procedere per talea circa all'inizio dell'estate prelevando le talee dalle zone dell'hoya più robuste oppure per seme. Per il rinvaso della pianta si procede solamente quando l'hoya è cresciuta eccessivamente per essere contenuta nel vaso di partenza.

  • hoya fiori Pianta succulenta da appartamento, originaria dell'Asia e dell'Australia, che fa parte di una famiglia che conta oltre 70-80 varietà. Ha foglie e fusti carnosi, che secernono una sostanza appiccicosa ...
  • Fiore di cera Al genere hoya appartengono centinaia di specie e cultivar, tutte originarie dell'Asia meridionale, dell'Australia e della Polinesia; la specie Hoya carnosa è quella più facilmente riscontrabile nei v...
  • Hoya bella Pianta ornamentale dall'elevato valore decorativo per la particolare infiorescenza che delizierà la vista e non solo, poiché colpirà anche l'olfatto grazie al delicato profumo. La hoya bella apparti...
  • Fiori hoya carnosa La pianta denominata Hoya carnosa è originaria del continente asiatico e si caratterizza per la particolare e originale produzione floreale. Per ottenere fioriture abbondanti e prolungate è importante...

1 PIANTA HOYA AUSTRALIS FIORE DI CERA VASO 12CM Perenni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,9€


Come concimare

Fiore cera Per concimare l'hoya correttamente è bene procedere una volta ogni 3 o 4 settimane circa mediante l'uso di un concime liquido. Questo fertilizzante andrà diluito con l'acqua di irrigazione in dosi leggermente inferiori rispetto a quanto riportato sulla confezione. È consigliato l'uso di concimi che siano ricchi sia dei macrolelementi chimici fondamentali quali: azoto, fosforo e potassio sia dei microelementi chimici come: rame, ferro, magnesio, manganese e boro. Le fertilizzazioni vanno sospese del tutto durante i mesi più freddi. In questo periodo, infatti, l'hoya comincia il suo periodo di riposo vegetativo e la concimazione non è necessaria. Il terreno ideale per la pianta è un terriccio fresco e piuttosto ben drenante che può essere addizionato di sabbia grossolana per favorire un buon drenaggio dell'acqua.


Hoya: Malattie

Germogli fiore cera Essendo una pianta rustica, l'hoya non teme particolarmente l'attacco da parte di insetti e parassiti. Piuttosto, è possibile che la pianta risenta dei cattivi metodi di coltivazione utilizzati. Tra questi, si rischia frequentemente di irrigare eccessivamente l'hoya. Il segno più evidente è la presenza di foglie che iniziano ad assumere una colorazione giallastra. Il rimedio più efficace è che quello di attendere che il terreno si asciughi e di rimuovere le foglie danneggiate. Qualora si continuasse a fornire alla pianta dell'acqua, si rischia di andare incontro al marciume radicale e alla conseguente morte della pianta. Se, invece, le foglie dell'hoya ci appaiono imbrunite o scottate, è possibile che la pianta sia stata esposta eccessivamente al sole. Il rimedio migliore consiste nello spostamento immediato dell'hoya dalla posizione precedente.



COMMENTI SULL' ARTICOLO