Innesti speciali

vedi anche: Innesto

Innesti speciali

Si ricorre agli innesti speciali quando il tronco dell'albero è stato danneggiato da cause di varia natura che possono andare dall'attacco di insetti, topi, funghi o anche per colpa di mezzi meccanici. In questo caso il tronco avrà bisogno di essere in qualche modo sostenuto e rafforzato, con un innesto ad arco che utilizza le stesse risorse della pianta. Se il danno è vicino alla superficie del terreno, si sfruttano i polloni intorno al tronco, che vengono spuntati obliquamente e inseriti sotto la corteccia del tronco precedentemente incisa con un taglio a “T rovesciata”, in modo da creare una sorta di gabbia di sostegno intono alla parte danneggiata. Successivamente andranno legati molto saldamente. Lo stesso risultato si può ottenere, invece che con un'incisione a T, anche per approssimazione. Se invece essa si trova ad un livello più elevato del tronco si utilizzeranno per la stessa operazioni i rametti laterali detti “succhioni”. Anche in questo caso andranno inseriti sotto la corteccia incisa a T rovesciata e legati solidamente. Anche in questo caso si può ricorrere in alternativa all'innesto per approssimazione. L'innesto a ponte, invece, funziona allo stesso modo dei precedenti, ma invece di servirsi di polloni o succhioni, utilizza con arco al di sopra e al di sotto della parte danneggiata una marza che viene innestata su entrambe le estremità nella corteccia con tagli a T rovesciata e poi legata saldamente sull'una e sull'altra parte, fungendo così da bypass per la circolazione della linfa nella pianta.

Anself Vivaio innesto nastro estensibile autoadesive biodegradabili 1 "x 656 ft

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,99€



Guarda il Video




COMMENTI SULL' ARTICOLO