prato da giardino

vedi anche: giardino

Prato da giardino

Un bel prato in giardino, non solo è esteticamente molto bello ed elegante, ma ha anche molti vantaggi pratici, in quanto permette di poter calpestare in maniera facile il suolo, permette ai bimbi di giocare senza farsi troppo male cadendo, oppure ai nostri animaletti domestici di correre liberamente.

Quindi è molto importante curare attentamente il prato del proprio giardino ed evitare che si danneggi a causa delle condizioni climatiche esterne o a causa di piante infestanti o peggio ancora di malattie.

Con onestà c'è da dire che mantenere un manto erboso folto e rigoglioso non è affatto una operazione facilissima. Innanzitutto ci sono due cose da fare inizialmente e cioè, scegliere l'erba da seminare che ci sembra più adatta o che ci piace di più esteticamente ed infine, scegliere il momento giusto per la semina.

Generalmente l'operazione della semina viene effettuata in primavera oppure all'inizio dell'autunno poiché la temperatura è mite ed è, soprattutto, costante l'umidità; pertanto, sono queste le condizioni ideali affinché i semi del prato possano germinare in maniera corretta.

Naturalmente, prima di procedere con la semina è fondamentale preparare il terreno. Come prima cosa deve essere pulito da tutte le erbacce e eventualmente dai sassi. Sarebbe poi opportuno lavorarlo fino ad una profondità di 20 centimetri, con una zappa o una motozappa. Poi il terreno dovrà essere livellato con un rastrello e a questo punto si può procedere alla fertilizzazione con concime granulare ed infine ad una abbondante irrigazione.

Per la scelta del seme, invece, devono essere considerati due aspetti: l'uso che vorremo fare del nostro prato e le condizioni climatiche nelle quali viviamo.

Infatti esistono semi adatti a terreni che sono posizionati in zone ombreggiate, altri invece adatti per prati esposti al sole; alcuni semi, poi, sono adatti ad essere calpestati, altri molto meno.

Prato da giardino

Spruzzatore a prato Irrigatori per irrigazione Pathonor Spruzzatore ad irrigazione Raggio 360 ° A Lungo con con base e 2 barre di ferro irrigazione da giardino per il prato, il cortile, il giardino regole europee

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,9€
(Risparmi 19€)


ERBE PER IL PRATO

prato giardino Alcuni prati sono fatti con una sola specie di semi, altri invece con dei miscugli, la scelta dipende molto dalle condizioni climatiche e dal tipo di terreno.

Molti preferiscono un mando erboso composto da un solo tipo di erba, poiché esteticamente risulterà molto più omogeneo, ma con la miscela è certo che potremo avere un prato sempre verde tutto l'anno.

Di solito si preferisce scegliere un'erba che cresce rapidamente e che risulta molto resistente al calpestio per motivi di praticità.

Sono le graminacee quelle che hanno maggior successo, poiché si adattano bene a tutti i terreni e a tutte le condizioni climatiche. Crescono velocemente e non si deformano se vengono calpestate.

Spesso questo tipo di erba viene miscelato con altre appartenenti alla stessa famiglia, per conferire al prato una durata più prolungata. Quelle più usate sono la festuca o loietto. Questo tipo di erba germina in una settimana, ma è preferibile piantarla se possediamo un terreno secco, infatti nelle zone umide sarà rigoglioso e molto bello durante il primo anno, ma successivamente scomparirà a causa della troppa umidità.

Le graminacee macroterme, sono specie di erba che rimangono verdi anche durante il periodo estivo e che non hanno bisogno di una costante irrigazione; le microterme, invece, essendo adatte a climi umidi rimangono verdi anche in inverno, tuttavia in estate, per evitare che appassiscano, devono essere irrigate abbondantemente. Solitamente quest'ultima specie viene utilizzate nelle regioni del Centro Nord.

Spesso nei miscugli di erbe è presente anche la poa pratensis che è in grado di rendere i prati molto belli e di un color verde scuro. Inoltre resiste bene nei terreni umidi.

In altri casi vengono aggiunti semi di piccoli fiori che danno un aspetto decisamente spontaneo al prato. Questi tipi di prati vengono chiamati fioriti o ornamentali.

  • In accessori da esterno trovi moltissimi articoli di approfondimento su tutti gli oggetti ed i complementi d'arredo per il giardino che possono tornare utili per arricchire il proprio garden e rendere...
  • irrigazione L'irrigazione del giardino è diventata con gli anni una componente sempre più importante e diffusa. Dapprima presente solo nei grandi spazi e nei parchi pubblici, si è velocemente diffusa anche in cas...
  • yucca Le yucche sono piante erbacee succulente provenienti da ambienti caldi e secchi dell’America Settentrionale e Centrale. Appartengono alla famiglia delle Agavaceae e il loro genere comprende non meno ...
  • La zamioculcas è una pianta tropicale molto apprezzata per la sua facilità di coltivazione e per la sua resistenza a parassiti e malattie. La pianta si mostra resistente anche in condizioni difficili,...

Faretti LED Solari, Ankway Regolabile IP65 Impermeabile Lampada Solare da Esterno con 4 LED Avanzati per Giardino, Backyards, Prato, Parete Esterna e Paesaggio-Auto ON/OFF (Pacchetto di 2, Nero)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,99€
(Risparmi 11€)


LA SEMINA

I semi di miscugli di specie microterme devono essere seminati a temperature comprese tra i 15 e i 18 gradi, invece per i miscugli di macroterme è preferibile che la temperatura sia tra i 24 e i 30.

Primavera o autunno, dunque, e la stagione dipenderà dai semi che avrete scelto per il vostro prato. Questa operazione, in generale, deve essere eseguita la mattina, ed i semi possono essere sparsi a mano o con lo spargitore che si può trovare facilmente nei negozi di giardinaggio. Cercate di scegliere una giornata asciutta ed in cui i venti siano assenti.

La quantità consigliata è di 30 grammi di semi al metro quadro.

Il seme deve essere sparso prima per un verso e poi per quello opposto affinché sia ricoperto tutto il terreno. Dopo si passa alla rollatura, cioè con degli appositi rulli si passa sopra il terreno per interrare i semi e compattare il terreno. Se non si dispone di un rullo possiamo utilizzare una normalissima pala premendola sul terreno.

A questo punto occorre una annaffiatura non eccessivamente abbondante. Da questo momento in poi si resta semplicemente in attesa della germinazione, basterà non calpestarlo e irrigarlo regolarmente.

Dopo circa venti giorni nascerà l'erba, anche se i tempi realistici cambiano un po’ in base ai semi che abbiamo scelto.

Per tagliare la prima volta il prato, l'erba dovrà essere alta almeno dieci centimetri.


MANUTENZIONE

MANUTENZIONEPer mantenere bene un prato è fondamentale l'irrigazione, almeno 5 litri per metro quadro. Dobbiamo considerare, tuttavia, che se abbiamo scelto una miscela di erbe macroterme non è necessario annaffiare il prato frequentemente, inoltre, è importante regolarsi anche in base alla zona climatica in cui si trova il nostro prato e alla stagione in cui ci troviamo.


prato da giardino: ZOLLE

Per risparmiare tempo, invece di seminare il nostro prato, possiamo anche costruirlo con le zolle erbose che si trovano in vendita nei vivai. Sono dei veri e propri tappeti di erba che possono essere collocati anche in superfici non lineari. Anche la preparazione del terreno sarà facilitata perché basterà togliere i detriti. Poi andrà solo mantenuto come un normale manto erboso.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO