Torba

La torba: che cos'è e da dove arriva

La torba costituisce uno dei materiali di natura organica più importanti utilizzati nella coltivazione di piante ornamentali, sia al naturale che combinato con altri prodotti. Si tratta di una formazione carboniosa proveniente da una decomposizione progressiva di specie vegetali che vivono in ambienti umidi e freddi, spesso acquatici. Deriva, in particolare, dalla vegetazione in zona paludosa di muschi e sfagni. Contraddistinta da un potere calorifero piuttosto modesto, distillata da acido acetico, contiene un decimo del potassio e del fosforo presenti nel letame, e rappresenta il risultato di una trasformazione graduale di residui vegetali verificatasi durante i secoli. Proprio a causa della scarsità di potassio e fosforo al suo interno, non viene ritenuta un concime a tutti gli effetti, ma semplicemente un ammendante. Caratterizzata da un tasso di acidità piuttosto elevato, con un livello di pH compreso tra 3.5 e 4, può essere impiegata al naturale a patto che venga corretta con il carbonato di calcio, che ha lo scopo di limitarne l’acidità. Infatti, quasi tutte le specie vegetali, eccezion fatta per le acidofile (come lascia intuire il nome), hanno bisogno di un terreno il cui pH sia situato tra 5.5 e 6. Non va sottovalutata, inoltre, la possibilità di utilizzare la torba, e specialmente la torba grossolana, al fine di correggere il terreno nel momento in cui esso deve essere reso più morbido o soffice.

torba

Gardman - 50 ricariche Pack soffia crescita (senza torba)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,59€


Torbe bionde e torbe scure

torba biondaDal punto di vista commerciale, le torbe vengono classificate a seconda del tipo di struttura e del colore. Si parla, in particolare, di grado di macinatura, tenendo conto che le torbe di stagno, note anche come muschio o torbe bionde, risultano le più indicate per la coltivazione di specie vegetali in vaso, e quindi per le piante di appartamento; esse propongono una discreta capacità di ritenzione idrica. Sono, nello specifico, i tipi a grana grossa e fibrosi a permettere un buon drenaggio e un discreto passaggio dell’aria. Viceversa, per le piante in vaso è consigliabile non utilizzare torbe scure. Entrando nel concreto, la torba ha il compito di rendere meno compatto il terreno, migliorando al tempo stesso il drenaggio e l’aerazione. Viene usata, tra l’altro, per realizzare substrati finalizzati alle colture in serra, oppure per far germinare semi singoli di specie ritenute delicate. Chi volesse acquistarla può trovarla in commercio in qualunque garden center in balle di dimensioni e peso variabile.


  • Deposito naturale di torba La torba è un composto organico che si crea nelle zone umide del pianeta, come laghi e acquitrini. Le piante, i pesci e gli insetti che muoiono si depositano sul fondale, dove in mancanza di ossigeno ...
  • In accessori da esterno trovi moltissimi articoli di approfondimento su tutti gli oggetti ed i complementi d'arredo per il giardino che possono tornare utili per arricchire il proprio garden e rendere...
  • irrigazione L'irrigazione del giardino è diventata con gli anni una componente sempre più importante e diffusa. Dapprima presente solo nei grandi spazi e nei parchi pubblici, si è velocemente diffusa anche in cas...
  • yucca Le yucche sono piante erbacee succulente provenienti da ambienti caldi e secchi dell’America Settentrionale e Centrale. Appartengono alla famiglia delle Agavaceae e il loro genere comprende non meno ...

TORBA BIONDA DI SFAGNO PH 3,0-4,0 SEMINA PRATO BIOLOGICA DA 20 LT OTTIMA PER ORCHIDEE O RINVASI PIANTE

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€


Come deve essere

torbaE’ bene sapere che una torba di qualità ottima risulta fibrosa e soffice; viceversa, una torba appiccicosa, umida e scura dovrà essere scartata, poiché di qualità più bassa. Per essere in grado di migliorare nel complesso la struttura del suolo, per ogni metro quadro di terreno servono almeno due chili di torba, che deve essere interrata nell’ambito della vangatura. E’ consigliabile evitare di usare la torba secca, inumidendola invece per impedire che risucchi l’acqua di cui hanno bisogno, ovviamente, le piante. Per i terreni sabbiosi risulta perfetta una torba caratterizzata da grossi filamenti, molto fibrosa, mentre i terreni argillosi prediligono una torba più fine: in qualsiasi caso, è opportuno verificare che nella sua composizione non si trovino semi di piante infestanti. La torba, inoltre, non dovrebbe essere impiegata per le piante succulente (le piante grasse), che invece hanno bisogno di un terreno costituito da terra di campo e inerti, ed eventualmente pochissima torba (che comunque può essere sostituita da terra di bosco). Bisogna evitare, invece, di seminare una pianta grassa (o di rinvasarla) all’interno di torba pure o comunque caratterizzata da pochi inerti. Non solo perché essa rischia di soffocare la pianta, ma anche perché essa diviene impermeabile asciugandosi. La torba necessaria per le piante carnivore, invece, viene chiamata acida di sfagno. Essa proviene dalla decomposizione dello sfagno, un muschio che vegeta soprattutto in ambienti molto acidi e paludosi. Nel momento in cui il suo ciclo di vita giunge a conclusione, le sue fibre vanno incontro a decomposizione, e originano, nei secoli, questo genere specifico di torba.


Che cos'è il pH

Vale la pena di specificare alcune notazioni, in conclusione, a proposito del già citato pH, vale a dire il valore che quantifica la basicità o l’acidità di un elemento. Si parla, nello specifico, di elementi acidi in presenza di valori tra zero e sette, di elementi basici in presenza di valori tra sette e quattordici, e di elementi neutri in presenza di valori pari a sette. Per quanto concerne la torba, il suo pH viene calcolato o attraverso reazione carbonata o attraverso reazione idrica. Il valore viene indicato direttamente sulle confezioni, tenendo conto che la reazione carbonata viene indicata con la sigla Ca, mentre la reazione idrica è denotata dalla sigla H2O o dall’assenza di sigle. Per ottenere il valore in H20 a partire dalla reazione carbonata, bisogna sommare 1.5. Per fare un esempio concreto, un pH Ca di 4 corrisponde a un pH H2O di 5.5.


La concentrazione di azoto

Altrettanto importante, nella scelta della torba, è la quantità di azoto. L’elemento è indispensabile per le piante, ma non per le piante carnivore, che vivono naturalmente in suoli acidi e senza azoto. Nel loro caso, la percentuale di concentrazione dovrà risultare inferiore a un valore di 0.5.


Torba: Dove acquistare la torba

La torba si trova in vendita in qualsiasi vivaio o centro giardino. Esistono in commercio diversi tipi di torba e quasi sempre i vivai possiedono almeno un paio di proposte di torba. Si tratta infatti di un materiale che viene ampiamente utilizzato dai vivaisti stessi per la realizzazione del substrato di coltivazione delle piantine. La torba infatti è indispensabile per dare struttura al terreno e combinata con un terriccio arricchito di sostanza organica e materiali inerti (come per esempio la medioperlite), permette di ottenere un mix eccezionale per la crescita delle piante.

I vivaisti sanno bene quanto la qualità del terreno sia di fondamentale importanza per la crescita delle piantine e non si accontentano certo di terricci da discount per le loro piante.

Per questo motivo nei garden è facile trovare la torba sia in grande formato (balle da mezzo metro cubo) sia in sacchetti più piccoli.


  • torba La torba è un materiale fibroso che si forma quando i muschi e altri elementi vegetali (erba, canne) sono in fase di dec
    visita : torba
  • torba prezzo Quando ci si occupa di fai da te, in particolare nel settore del giardinaggio, conoscere elementi come la torba e tutto
    visita : torba prezzo

COMMENTI SULL' ARTICOLO