Pavimentazioni per piscine

Pavimentazioni per piscine: le caratteristiche principali

Le delle pavimentazioni per piscine sono caratterizzate da particolari parametri fisici e strutturali che permettono loro di essere sempre sicure, soprattutto dal punto di vista della scivolosità. Uno dei pericoli sempre in agguato, infatti, quando si ha un pavimento bagnato sotto i piedi, è quello di scivolare rischiando infortuni più o meno gravi. Un altro importante elemento da considerare è la loro resistenza agli agenti atmosferici, visto che le pavimentazioni per piscine sono fondamentalmente pavimentazioni da esterno. L'alternanza di caldo e freddo, di pioggia e sole e in certi casi anche di neve e gelo, tende infatti a rovinare le pavimentazioni non idonee agli ambienti esterni. Inoltre, va ricordato che le acque delle piscine sono clorate e disinfettate, per cui i pavimenti devono resistere anche agli attacchi chimici.
Pavimentazione per piscine

Toomax Z662RE52 Floory Set 10 Pavimentazioni, 40-H, 40X40X4, Verde

Prezzo: in offerta su Amazon a: 41,01€
(Risparmi 14,98€)


Pavimentazione per piscine in pietra naturale

Pavimentazione in pietra per piscina Quando si parla di "pietre naturali", si parla di tutti quei materiali come i graniti, i marmi, i basoli, le rocce calcaree e tutti gli altri materiali rocciosi. Tuttavia, non tutte le pietre naturali possono essere utilizzate per pavimentare il perimetro di una piscina, perché alcune sono troppo tenere, altre troppo lisce e poco adatte ai trattamenti antiscivolo. La scelta delle pavimentazioni in pietra è perfetta quando la piscina si trova in un giardino, visto che la pietra rappresenta il materiale che meglio si sposa sia con l'acqua che con l'erba, soprattutto quando si voglia dare alla propria piscina un aspetto naturale, simile ad un laghetto in un prato. Questa possibilità è permessa dall'uso di pietre non levigate, disposte intorno al bordo vasca.

    Piastrelle Flessibili in Plastica 55,5 x 55,5 cm da Interno, Esterno e Giardino, Verdi, Drenanti e Autobloccanti

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 35,37€
    (Risparmi 0,02€)


    Pavimentazioni in materiali ceramici

    Pavimentazione in cotto per piscine Tra i materiali più eleganti ed utilizzati per le pavimentazioni per piscine vi sono i materiali ceramici, come vari tipi di cotto, gres e klinker. Questi materiali sono molto sfruttati sia per la bellezza, sia per le differenti possibilità di colore. Sono tra i materiali migliori soprattutto se non si dispone di un giardino, ma di un'area completamente piastrellata, che può prevedere anche uno spazio prendisole e/o un patio. Sia il cotto in tutte le sue tonalità e colori, sia il gres porcellanato che il klinker devono essere da esterno, ossia resistenti all'acqua, visto che verranno utilizzate per il bordo vasca e, inoltre, devono essere necessariamente ruvide, ossia antiscivolo. E per chi voglia prevedere anche delle docce da esterno, questi materiali sono perfetti anche come pavimentazione per l'area doccia.


    Pavimentazioni in legno per piscine caratteristiche

    Pavimentazione in legno per piscine Uno dei materiali più interessanti per la pavimentazione delle aree intorno alla piscina è il legno. Naturalmente non tutti i tipi di legno possono essere utilizzati indifferentemente, visto che non tutti i legni reagiscono allo stesso modo in contatto con l'acqua. I legni migliori sono i legni resinosi, come il teak, che resitono facilmente all'acqua, non si deformano né marciscono. In molti casi possono subire dei cambiamenti di colore, causati dal continuo battere del sole o dall'alternanza degli agenti atmosferici, ma questo cambiamento non ne alterà le proprietà fisiche e meccaniche. Come per le pavimentazioni in altri materiali, anche per il legno possono essere utilizati forme e formati differenti per creare 'mattonelle' più o meno ampie, da scegliere a seconda dei gusti o delle esigenze.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO