Forbici per potatura

Le differenti tipologie di forbici per potatura

Le forbici per potatura si differenziano tra loro principalmente per la tipologia di lame e per la sua modalità di funzionamento. Per quanto riguarda il primo aspetto, cioè la lunghezza delle lame, questo caratteristica dipende principalmente dalla pianta che deve essere sottoposta a potatura. A tal proposito, quindi, vi sono le bypass (caratterizzate da lame ricurve, che permettono un taglio molto preciso e netto); quelle ad incudine, con lame dritte, per tagliare rami morti poco spessi; quelle a cricchetto, con manici allungabili, per tagliare i rami più spessi e duri. Queste ultime sono anche note con il nome di troncarami. Per quanto concerne, invece, la modalità di funzionamento, vi sono quelle a taglio manuale, quelle elettriche oppure quelle pneumatiche. Le ultime due tipologie sono prettamente consigliate per usi professionali.
Forbici per potatura pneumatiche

Cesoie di potatura di Gelindo con tagliente lama in acciaio al carbonio SK-5 - meno sforzo - Anti maniglie in gomma antiscivolo - meccanismo di sblocco semplice - perfetto per gli alberi di mele, Rose & siepi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,99€
(Risparmi 24€)


Caratteristiche delle forbici per potatura

Forbici per potatura a batteria Le lame sono generalmente realizzate in acciaio, a volte sono anche ricoperte da uno speciale materiale antiaderente: ciò fa sì che le sostanze liquide (come la linfa degli alberi) possa scivolare via facilmente. Altri modelli, invece, sono realizzati in carbonio, materiale che le rende molto più resistenti e maneggevoli. Anche l’impugnatura delle forbici è importante: deve essere ergonomica, cioè con una forma che garantisce la corretta presa manuale. Spesso, si ha un rivestimento esterno di plastica gommosa antiscivolo. Generalmente, inoltre, tutte le tipologie di forbici in commercio sono dotate di un meccanismo di sicurezza, che permette di bloccare o sbloccare la posizione di chiusura, evitando di tagliarsi accidentalmente. Infine, le lame devono essere periodicamente affilate, per ottenere dei buoni tagli netti.

  • vanghetto Giardinieri professionisti e hobbisti dell'ultim'ora sanno di certo che per lavorare in giardino in modo ottimale è opportuno evitare improvvisazioni, e dotarsi degli attrezzi giusti, possibilmente po...
  • Forbici pneumatiche collegate al compressore Le forbici pneumatiche olive sono strumenti che operano grazie all'azione dell'aria compressa. Ciò significa che devono essere collegate ad un compressore trasportato o da un motocompressore semovente...
  • Cesoie per la potatura Le attrezzature da taglio per vigneto possono essere di due tipi, a seconda del fatto se si effettua una potatura manuale oppure una potatura meccanica. Nel primo caso, gli attrezzi sono delle semplic...
  • forbice elettrica per potare Recentemente sono state ideate delle attrezzature da giardino sempre più efficienti e veloci. Tra queste merita un posto di notevole importanza, per gli ottimi risultati che offre, la forbice elettric...

Forbici da giardino Grüntek SILBERSCHNITT (Taglio D'argento) 220 mm, lama 65 mm in giapponese SK5 in acciaio, di forma ergonomica, comoda maniglia in alluminio, PROFI Line con un secondo penna

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,98€
(Risparmi 6,91€)


Le precise modalità per effettuare un taglio

Forbici per potare gli alberi (troncarami) Durante il processo di taglio (di una pianta oppure di un albero) è fondamentale seguire delle prassi ben precise, in modo da non danneggiare irreparabilmente la vegetazione trattata. Per prima cosa il taglio deve essere netto, ossia effettuato con decisione, in modo che non ci siano lesioni. In secondo luogo, deve essere inclinato, cioè deve essere orientato in modo tale che la parte bassa sia rivolta in senso opposto alla gemma: in tal modo l'acqua non penetrerà nella ferita, provocandone il marciume. Per rami di piccole dimensioni (sottili) il taglio va sempre effettuato nè troppo lontano e nè troppo vicino alla gemma; nel caso in cui, invece, si debbano tagliare rami più spessi, si deve mantenere una certa distanza dal tronco o fusto. Se il taglio provoca ferite grossolane, la pianta deve essere medicata, applicando uno speciale mastice che impedisce all'acqua di penetrare.