olio essenziale cannella

Olio essenziale cannella

La cannella, il cui nome scientifico è “cinnamomum zeylanicum” è un pianta perenne appartenente alla famiglia delle Lauraceae. Si tratta di un alberetto verde tutto l’anno che misura solo pochi centimetri (massimo sette). Per quanto sia molto conosciuta e apprezzata in tutta Europa – usata sia in cucina, per arricchire i piatti più diversi, sia in virtù delle sue notevoli proprietà benefiche – la cannella vanta un’origine esotica: proviene infatti dall’India, dalla Malaysia e dall’Asia tropicale. La cannella ha foglie lunghe e ovali, di un rosso che tende a impallidire progressivamente. Si presenta con una corteccia molto fragile per via del suo spessore ridotto, color rosso scuro, liscia e dotata di un profumo forte, caratteristico. L’olio essenziale di cannella si ottiene dai rametti e dalla loro corteccia: crescendo, infatti, essi si ramificano essiccandosi e accartocciandosi su se stessi. I fiori di cannella sono minuscoli, bianchi e anch’essi molto profumati, mentre i frutti sono viola e hanno la forma di bacche caratterizzare da un solo seme.
cannella

Olio vegetale puro - per il corpo ed il massaggio - "Benessere" 100ml - Verdesativa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,01€


Usi storici della cannella

olio essenziali cannellaContrariamente a quanto si potrebbe pensare, l’uso originario della cannella non era quello culinario; quest’erba, infatti, era molto utilizzata dalla medicinale tradizionale cinese, che la considerava un rimedio quasi miracoloso per molte patologie. Fonti storiche mostrano come la cannella fosse conosciuta giù diversi secoli avanti Cristo, quando era una delle componenti principali di moltissimi rimedi medicinali. Secondo i Cinesi, l’uso costante della cannella aveva come effetto quello di migliorare tono ed elasticità dell’epidermide, donando così nuova giovinezza alle pelli mature. Non solo: la cannella era anche considerata una sorta di “viagra ante litteram” per via delle sue notevoli proprietà afrodisiache, che giovavano a problemi tipicamente maschili come l’impotenza. Serviva inoltre per migliorare la digestione e per conservare alimenti come la carne, della quale impediva la naturale putrefazione. Molto riscaldate, tradizionalmente legata all’elemento del fuoco, la cannella si rivelò ben presto un potente battericida in grado di prevenire le infezioni e di bloccare i processi di decomposizione naturale; proprio in virtù di questa sua straordinaria proprietà, nel secondo secolo avanti Cristo in Egitto essa veniva mescolata ad altri olio ed utilizzata per mummificare le salme dei faraoni. Persino la religione cristiana vanta una tradizione in fatto si cannella: quest’erba viene infatti citata nel libro dell’Esodo della Bibbia, nel quale si fa riferimento alla cannella come a un albero sacro. La sacralità della cannella era un dato di fatto anche nell’antica Roma: pare che venisse bruciata durante i funerali (lo stesso Nerone lo fece in occasione della sepoltura della moglie) e che venisse inoltre utilizzata sulle tavole, per condire i piatti più disparati. Il suo arrivo nell’odierna Europa risale al Medioevo; la sua massiccia diffusione fu merito degli olandesi, che iniziarono a coltivala nello Sri Lanka per poi importarla in tutta Europa dopo il 1600.

  • oli essenziali Gli oli essenziali sono composti oleosi ottenuti estraendo dalle piante le sostanze aromatiche che esse producono; questi oli si ottengono generalmente per estrazione in corrente di vapore, utilizzand...
  • Gli oli essenziali sono dei preparati estratti dalle essenze aromatiche delle piante. Gli oli essenziali rappresentano la parte volatile e profumata delle specie vegetali e pertanto costituiscono una ...
  • olio di mandorla La natura da sempre a servizio dell'uomo. Dalle piante è possibile ricavare un gran numero di sostanze utili alla salute, al benessere e alla bellezza senza effetti collaterali e senza controindicazio...
  • olio di argan Conosciuto da secoli in Marocco e considerato ancora oggi un vero e proprio elisir di benessere e di bellezza dai dermatologi di tutto il mondo, l'olio di Argan costituisce il rimedio naturale più uti...

Shampoo Canapa e Argilla 200ml - Verdesativa

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,39€


Gli effetti benefici dell’olio essenziale di cannella

olio essenziale cannellaCome anticipato, la cannella è uno degli ingredienti più utilizzati in cucina, soprattutto nelle preparazioni di torte, creme e dolci vari, cui conferisce un sapore inconfondibile. Tuttavia quello che in molti non sanno è che la cannella, oltre a svolgere un’importante azione antisettica, è un ottimo stimolante e digestivo naturale, che ripristina il naturale equilibrio della flora batterica favorendo la digestione regolare. L’olio essenziale di cannella viene dunque utilizzato per curare stipsi e diarrea, ma anche come antibatterico naturale: il suo uso interno prevedere una dose standard di due gocce al giorno da assumere diluite in acqua e un pizzico di miele; esso combatte e previene l’insorgere di infezioni intestinali, purificando il tratto gastrointestinale e debellando i parassiti che possono dimorarvi. Per questi motivi, spesso si consiglia di assumere l’olio essenziale di cannella quando si ha l’influenza o un forte raffreddore, soprattutto se a esso sono associati sintomi che interessano anche l’intestino. L’uso esterno può avvenire mescolando l’olio essenziale di cannella con altri oli, soprattutto quello di mandorle dolci: poche gocce di entrambi, infatti, possono essere massaggiate delicatamente sull’addome fino al loro completo assorbimento; ciò consente una più veloce eliminazione di gas intestinali, aiuta la digestione e previene efficacemente il gonfiore intestinale. Dal punto di vista più spiccatamente psicologico – o emotivo – oltre a godere di blande proprietà afrodisiache, l’olio essenziale di cannella agisce prevalentemente sul sistema nervoso centrale. Aumentando la frequenza del battito cardiaco, esso dona anche entusiasmo e contrasta efficacemente depressione, ansia e astenia. Riscalda l’animo, favorendo uno stato d’animo più positivo.


olio essenziale cannella: Principali controindicazioni all’uso di olio essenziale di cannella

Caratterizzato da un profumo molto dolce e insieme secco, dal retrogusto speziato, se utilizzato in dosi massicce, senza tener conto della posologia consigliata (poche gocce in genere bastano per ottenere l’effetto desiderato), l’olio essenziale di cannella presenta effetti collaterali piuttosto importanti: se inalato o ingerito, infatti, può provocare l’insorgere di convulsioni, mentre l’uso esterno potrebbe provocare un arrossamento importante dell’epidermide trattata. Se si ha intenzione di usare quest’olio, dunque, è sempre bene chiedere prima il parere e il consiglio dell’erborista di fiducia; in ogni caso è meglio astenersi se si è incinta o si sta allattando, evitando anche la somministrazione dell’olio nei bambini.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO