Medicinale omeopatico

Medicinale omeopatico

Un medicinale omeopatico è un preparato che contiene una singola sostanza, che viene altamente diluita. Tali medicinali sulla confezione non indicano la malattia che possono curare, come avviene invece sui medicinali tradizionali. Questo perchè i medicinali omeopatici non vengono utilizzati per curare un sintomo o una malattia, ma per stimolare il nostro organismo a difendersi naturalmente dai sintomi e dalle malattie che lo affliggono. I medicinali omeopatici hanno il nome delle sostanze utilizzate per produrli, espresso in lingua latina; trattandosi di prodotti monocomponente, ovviamente il nome è univoco e non può essere di fantasia o derivante da un brevetto. Un farmaco omeopatico costituito da alte diluizioni di camomilla, si chiamerà Chamomilla vulgaris, e a fianco del nome leggeremo le diluizioni. Esistono medicinali omeopatici complessi, costituiti da più sostanze, ma questi non rientrano strettamente nella pratica omeopatica.
Medicinale omeopatico

Kollant No Insetti Confezione Da 24 Capsule

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,99€


I principi dell'omeopatia

Farmaci vegetali L'omeopatia è una scienza che si basa sulle teorie di un medico vissuto tra la fine del 1700 e l'inizio del 1800, tale Samuel Hahnemann. Costui costruì la struttura teorica su cui si basa tutt'oggi l'omeopatia. Il principio principale è che il simile cura il simile (similia similibus curantur): una sostanza che produce un sintomo in una persona sana, può curare una persona malata che manifesta tale sintomo. Praticamente invece di curare i sintomi con un farmaco, l'omeopatia stimola l'organismo a rispondere alla malattia ed a debellarla autonomamente. In pratica l'omeopatia funziona più come un vaccino che come una cura tradizionale. Ad oggi non esistono studi scientifici che comprovino la validità di tali assunti, e in linea generale sembra che i medicinali omeopatici diano risultati simili a quelli dei prodotti placebo.

  • Nicotiana Buongiorno vorrei sapere maggiori informazioni in merito il Tabacum,per curare la chinetosi.Quando deve essere presa ? un ora prima di salire in mare o aereo ? o in quell'istante ?E' davvero uti...
  • Prodotti omeopatici Secondo l'omeopatia il nostro organismo possiede le risorse necessarie per rigenerarsi autonomamente ma, per accelerare il percorso, a volte ha bisogno di un aiuto: è qui che entrano in gioco i prodot...
  • Omeopatia e natura Nella maggior parte dei casi l'omeopatia non viene usata come medicina alternativa ma come supporto alla medicina tradizionale per una più veloce guarigione. Studi scientifici hanno però dimostrato ch...
  • coltivazione di Arnica Montana I fiori dell'Arnica Montana sono costituiti da petali di colore giallo molto intenso ed è proprio in essi che sono contenuti molti dei principi attivi dell'Arnica. I più importanti sono essenzialmente...

CONDROSTRESS 90 COMPRESSE PER CANI PROTEGGE LE ARTICOLAZIONI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 55,6€


Produrre un medicinale omeopatico

Barattolo da erboristeria Il medicinale omeopatico viene prodotto a partire da sostanze animali, vegetali o minerali; tali sostanze vengono triturate, estratte dalle piante, macinate o comunque trattate in modo che possano venire diluite. La diluizione avviene in acqua, e quindi le sostanza insolubili in acqua possono venire trattate con alcol o altro solvente. Più la sostanza viene diluita e più il medicinale omeopatico risulta potenziato, anche se alle diluizioni dei medicinali omeopatici sono così alte che spesso il risultato è un prodotto che non contiene neppure una molecola della sostanza di partenza. Durante la diluizione l'acqua viene agitata, con un processo detto dinamizzazione le proprietà della sostanza di partenza dovrebbero passare all'acqua. Al termine della diluizione il preparato viene poi inserito in granelli di zucchero o in acqua o in alcool.


Come funzionano i medicinali omeopatici

Rimedio omeopatico Le diluizioni di questi medicinali sono quindi altissime, tanto che in molti casi ci troviamo di fronte ad acqua pura o zucchero, e basta. Ma secondo l'omeopatia i medicinali non devono curare un sintomo, ma una persona, di cui vanno a stimolare l'energia vitale, per meglio rispondere ai sintomi manifestati. L'omeopata è quindi un medico olistico, che deve ben comprendere le problematiche, fisiche, mentali e psicologiche, del paziente, prima di attuare una terapia personalizzata per sconfiggere le problematiche che lo affliggono. si tratta di una medicina complementare, che si prefigge di coadiuvare l'azione della medicina tradizionale, individuando in modo molto preciso e puntuale le varie problematiche di ogni singolo paziente. Non si tratta quindi di curare una malattia, ma di aiutare un paziente ad affrontarla.




COMMENTI SULL' ARTICOLO