liquore all''anice

CARATTERISTICHE

L'Anice è una pianta molto antica. Veniva impiegata infatti in Iran addirittura mille anni prima della nascita di Cristo. Appartiene alla famiglia delle Ombrellifere ed è largamente utilizzata come pianta officinale ma anche come aroma.

E' noto che nell'antica roma si consumassero pani impastati con semi di anice per stimolare la digestione. Anche oggi infatti, in molti prodotti da forno, troviamo i semi di anice, come ad esempio i taralli, non solo per le proprietà digestive, ma per l'ottimo odore e sapore che conferisce agli alimenti.

Oggi in medicina viene utilizzato come antisettico ed è molto indicato in caso di problemi digestivi, gonfiori, stanchezza dovuta a stress, per alleviare la tosse.

I suoi semi, oltre ad avere proprietà antispastiche, sono molto utili come espettorante.

L'anice è poi un potente antibatterico, infatti i suoi semi stimolano la bile e purificano il fegato, sono anche un ottimo rimedio per regolarizzare, in modo naturale, il ciclo mestruale.

Esistono vari tipi di anice, dall'anice verde, quello più comune, all'anice stellato, nome che deriva dalla peculiare forma del frutto, appunto,a forma di stella, impiegato principalmente come sedativo in caso di insonnia, sotto forma di infuso.

L'anice viene poi utilizzato, per il suo inconfondibile e piacevole aroma, in pasticceria per realizzare come bagna per dolci e per la creazione di liquori.

liquore anice

Monge VetSolution Urinary Struvite Feline 1,5 Kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,9€
(Risparmi 6,1€)


ANICE IN CUCINA

anice in cucina L'anice ha un sapore molto gradevole e delicato, per questo viene utilizzato per aromatizzare dolci, pane e pasticcini. Ma esso non viene utilizzato soltanto nei prodotti dolciari, molti lo abbinano ai formaggi e alla carne, soprattutto l'anice stellato. E' proprio l'anice stellato che, utilizzato per la preparazione di biscotti, ha donato il nome ai famosi biscotti di tradizione Marchigiana conosciuti come "anicetti".

L'anice è largamente utilizzato, date le sue proprietà digestive, nonché l'ottimo sapore, per la preparazione di liquori, tra i più famosi, la sambuca.

Tuttavia è possibile realizzare in casa un ottimo liquore all'anice, da servire come digestivo, si sposa molto bene con il dessert. Data la varietà di semi di anice, verranno proposte tre ricette, una realizzata con l'anice verde, quello comune, una realizzata con l'anice stellato, più delicata, che può essere utile per aromatizzare i dolci e una con i semi di sambuca, per riprodurre il famoso liquore.


  • fiore d'anice Nome: Pimpinella anisum Famiglia: Ombrellifere Nomi comune: anansu, anes, ends, zammu. Habitat: difficilmente si trova allo stato spontaneo. Parti usate: i frutti ...
  • Anice La Pimpinella anisum è un’erba aromatica, annuale, originaria dell’area mediterranea; da lungo tempo la coltivazione si è estesa a tutta l’Europa; produce sottili ciuffi di fusti, che portano ampie fo...
  • anice verde L’anice verde è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Umbelliferae ed è originaria del Medio Oriente, ha una forma ovoidale ricca di semi di cui per distillazione si ottiene l’om...
  • anice stellato Questo sempreverde originario del bacino del Mediterraneo, si trova oramai quasi in ogni zona del mondo. Il nome botanico è Illicium verum e la pianta viene denominata anice stellato proprio perché pr...

Borraccia da 2,2 litri »TheBigOne« in tritan (inodore). Borraccia / tanica per acqua ideale in caso di fabbisogno di liquidi particolarmente elevato durante l’allenamento / con apertura extra ampia per bere e comoda presa / ricca scelta di colori - grün

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,49€
(Risparmi 8,5€)


LIQUORE ALL'ANICE VERDE

- 50 grammi di semi d'anice

- 500 ml di alcol

- 500 gr di zucchero

- 250 ml di acqua

- 1 limone

- 1 stecca di cannella

Iniziamo con il preparare per bene il contenitore che dovrà contenere il nostro composto. Per un ottima riuscita della ricetta si consiglia di bollire in acqua il contenitore per qualche minuto, così da sterilizzarlo. Successivamente asciughiamolo per bene e passiamolo su una fonte di calore (ad esempio sui fornelli) per qualche secondo, così da essere certi di aver eliminato ogni fonte di umidità che potrebbe compromettere la riuscita del liquore creando delle muffe.

Una volta sterilizzato il nostro contenitore versiamoci all'interno i semi di anice, la cannella, la buccia del limone tagliata finemente, avendo cura di non inserire la parte bianca del limone, altrimenti il nostro liquore risulterà amaro e l'alcol.

A parte sciogliamo sul fuoco lo zucchero nell'acqua. Lasciamo raffreddare lo sciroppo ottenuto e poi versiamolo nel contenitore con gli altri ingredienti, chiudiamo ermeticamente ed agitiamo per bene.

Lasciamo riposare il composto in un luogo buio e fresco per circa due settimane, successivamente filtriamo il tutto con l'aiuto di un colino o una garza.

Poniamo nuovamente a riposo il nostro composto filtrato e lasciamolo riposare per altri 30 giorni prima di imbottigliarlo.

Per le bottiglie di vetro, seguite lo stesso procedimento di sterilizzazione.


LIQUORE ALL'ANICE STELLATO

liquore anice stellato - 400 ml di alcol

- 400 ml di acqua

- 300 grammi di zucchero

- 30 grammi di anice stellato

- 3 chiodi di garofano

- cannella (a piacere e facoltativa)

Sterilizziamo ed asciughiamo un recipiente seguendo le modalità sopra descritte e versiamoci all'interno l'anice stellato, l'alcol, i chiodi di garofano e, se preferite, una stecca di cannella.

Chiudiamo il tutto ermeticamente e lasciamo a riposo in un luogo fresco e asciutto per 20 giorni, avendo però cura di andare ad agitare il tutto almeno una volta al giorno.

Trascorso questo tempo prepariamo lo sciroppo di acqua e zucchero, portiamo lo sciroppo a bollore per due minuti e lasciamolo raffreddare a temperatura ambiente.

Aggiungiamo poi il composto con l'alcol, precedentemente filtrato, allo sciroppo.

Imbottigliamo il liquore e lasciamolo a riposo al buio per circa un mese.


liquore all''anice: LIQUORE SAMBUCA

sambuca- 400 ml di alcol

- 400 ml di acqua

- 300 grammi di zucchero

- 30 grammi di semi di sambuco

Sempre utilizzando la stessa tecnica di sterilizzazione, poniamo in un recipiente i semi di sambuco e l'alcol e lasciamoli a macerare per circa 20 giorni. Trascorso questo tempo prepariamo il nostro sciroppo con acqua e zucchero e lasciamolo raffreddare.

Nel frattempo, con l'aiuto di un colino, filtriamo il nostro composto lasciato a riposare.

Uniamo il tutto allo sciroppo e imbottigliamo il liquore che dovrà riposare circa 30 giorni al buio prima di essere consumato.

Il liquore all'anice è molto semplice da preparare ed essendo largamente utilizzato può essere anche un'ottima idea regalo. Esso infatti, oltre ad essere un ottimo digestivo, in tempi antichi veniva annoverato come potente afrodisiaco, capace di risvegliare i più intimi ardori e capace di combattere l'impotenza.

Il liquore all'anice può essere reperito facilmente in commercio e ne esistono molte varianti, come il sambuca, ottenuto appunto con i semi di sambuca, un tipo di anice.



COMMENTI SULL' ARTICOLO