Azalea potatura

vedi anche: Azalea

Curiosità sulla pianta

L’azalea non possiede un proprio genere, ma al pari del rododendro appartiene alla famiglia del Rhodendron, la quale a sua volta deriva dalle ericarcaceae.

Il nome è di origine greca ed alla lettera significa “albero dal fiore di rosa”. In realtà l’azalea non è una pianta europea come erroneamente si può pensare, ma è una specie floreale importata dai paesi asiatici, quali Cina e Giappone. La sua presenza sul territorio europeo risale alla fine del XVII secolo.

Il 1600 indica di preciso il periodo in cui l’azalea importata sul nostro territorio dopo esser stata trapiantata, ha avuto il suo percorso d’attecchimento, dando vita cosi ad una specie poi riprodottasi spontaneamente e denominata “la rosa delle alpi”, in botanica conosciurta come Rhododendron Ferrugineum.

azalee

Pasta Lumachicida Anti Lumache Vithal 500 g contro Lumache Limacce Chiocciole

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,18€


Caratteristiche del fiore

azaleaL’azalea è catalogata come una delle migliori specie floreali da ornamento. Le sue peculiarità estetiche fanno si che la pianta abbia attraverso la sua fioritura un risultato estetico gradevole ed elegante, il quale è considerato di gran pregio in qualsiasi contesto in cui l’atto dell’abbellimento è richiesto.

La sua caratteristica principale è la poliedricità cromatica, ovvero il fiore si presenta in diverse tonalità. Le sue numerose corolle, di minuta grandezza ma frondose, fanno si che l’aspetto ondulato e spesso sfumato renda l’azalea un fiore particolarmente vivace ed adattabile a qualsiasi occasione.

Un altro aspetto positivo è che l’azalea non solo è un fiore ornamentale, ma si presta anche come pianta che può essere collocata sia in ambienti interni sia esterni. Mediamente è utilizzata come specie da giardino o balcone, ma può esser esposta anche all’interno di un ambiente chiuso senza che la pianta ne risenta.

Il suo fogliame è di dimensioni ridotte, comunemente chiamate anche caduche.

Il fusto può variare dai 50 ai 70 cm d’altezza. I fiori possiedono cinque stami, questo aspetto fa si che l’azalea si differenzi dal Rododendro, giacché questo in media presenta fiori con dieci stami, ergo ben il doppio rispetto a quelli delle fioriture d’azalea.

Le varietà principalmente commerciabili sono:

- l’ Azalea Mollis, specifica del Giappone e della Cina;

- l’Azalea Pontica, presente in qualsiasi zona orientale;

- l’Azalea Indica, una varietà sempreverde dalle dimensioni ridotte ed indicata come preferibile arredo da interno.

Occorre sapere che l’azalea è una pianta acidofila, ciò significa che il terreno nel quale la stessa sarà deposta, dovrà essere acido, ricco d’acqua, privo o povero di calcare. La continua irrigazione del terreno permette alla pianta una vita decisamente più duratura, giacché un terreno siccitoso non sarebbe affatto compatibile con le esigenze della pianta stessa, la quale richiede un frequente ricambio d’acqua costantemente in grado di evitare secchezza ed aridità. Si sconsiglia l’esposizione laddove le temperature siano elevate, ciò comporterebbe ad un processo d’essicamento graduale che lederebbe la pianta irreparabilmente.

  • ortaggi malati di sclerotinia Si definisce sclerotinia la famiglia di funghi della divisione degli Ascomiceti. Questa famiglia di funghi potrebbe essere in grado di condurre una vita autonoma ma molto più spesso preferisce parassi...
  • oziorrinco Un nemico insidioso per le piante del nostro giardino e delle coltivazioni di piante ornamentali e da frutto: l'oziorrinco.Questo parassita appartiene alla famiglia dei coleotteri ed è in grado di p...
  • pianta grassa Le piante grasse sono fra le più acquistate, in quanto considerate più resistenti di altri tipi di pianta: ma anche le piante grasse si ammalano. Ecco come riconoscere le malattie più comuni, e come c...
  • foglia malata Con il termine Batteriosi si indicano una serie di malattie delle piante che vengono contratte tramite l'arrivo di batteri. Si parla di malattie perché a seconda del batterio che agisce sulla pianta, ...

Insetticida piante cocciniglia spray ml. 300

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,38€


In che modo avviene la potatura

potare azaleaEssendo una pianta dallo sviluppo assai lento, non necessita di una potatura drastica o eccessivamente regolare. Il periodo della fioritura è la stagione primaverile, al termine della quale è opportuno procedere alla potatura.

La ragion per cui ciò deve avvenire in questo preciso periodo dell’anno, è semplice, la fase successiva alla fioritura permette d’individuare con maggiore facilità tutti quei fiori che in breve tempo si sono appassiti, sfigurando così l’aspetto estetico della pianta. Una volta rimossi, è opportuno accorciare i rami in modo tale che abbiano la possibilità di germogliare velocemente e rendere l’arbusto più folto.

Ciclicamente è salutare praticare potature più consistenti, ciò permette alla pianta di mantenere un aspetto sano e vigoroso.

L’accorciamento dei rami degli arbusti più giovani è consigliabile ogni 2/3 anni, sempre nel periodo postumo alla fioritura. Qualsiasi tipo di azalea necessità di questo trattamento, a prescindere dal fatto che la pianta sia esposta in ambienti interno od esterni.

L’accorciamento della chioma incentiva l’infoltimento dell’arbusto, che a sua volta se irrobustito impedisce nel tempo che la parte inferiore della pianta si spogli del tutto, perdendo cosi quell’aspetto tondeggiante e frondoso assai particolare ed apprezzato.

Le piante non più giovani, collocata a dimora da diversi anni, necessitano di una potatura alla fine del periodo invernale. L’arbusto dev’essere accorciato fino a che la sua altezza raggiunga le dimensioni di 25/35 cm dal terreno: fatto ciò si permetterà alla pianta di rigenerarsi e rifiorire, contrastando cosi l’invecchiamento dell’intero vegetale.

Questo tipo di potatura ritarda la prossima fioritura, giacché la pianta in questa fase è soggetta alla formazione di una nuova vegetazione. Pertanto non preoccupatevi se la vostra pianta non avrà fiori, è un fatto del tutto normale.

Ogni azalea comunque necessita di frequenti puliture periodiche, Marzo e Settembre, sono i mesi ideali per rimuovere i rami spezzati, i fiori appassiti e le foglie ingiallite.


Azalea potatura: Da ricordare

È Opportuno che la potatura avvenga con specifiche forbici adatte all’operazione, si consigliano forbici dal taglio netto e deciso. Bandite assolutamente coltelli seghettati o tenaglie obsolete, onde evitare che i rami siano mal recisi.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO