Parchi naturali

I parchi naturali

Nel linguaggio comune i parchi naturali sono altresì chiamati riserve naturali protette. Questi parchi, che sono vere e proprie oasi naturali, vengono istituite per proteggere natura ed equilibrio ambientale di determinate aree ritenute importanti per la bellezza della natura, per la loro biodiversità o per la presenza di specie floreali o faunistiche considerate a rischio. Spesso, appunto, i parchi naturali sono aree incontaminate dove fiorisce la biodiversità e la natura non è sottoposta alle limitazioni a cui deve inevitabilmente sottostare nelle aree abitate dall’uomo. Uno dei parchi naturali più famosi e più antichi del mondo è il Parco Nazionale di Yellowstone, fondato nel 1872 e oggi la più grande riserva naturale statunitense. Dal 1978, inoltre, tale parco è stato ufficialmente dichiarato patrimonio dell'umanità.
Il parco di Yellowstone, uno dei più famosi al mondo

Cartello Targa In Metallo Decorazione Vacanza Agenzia Di Viaggi Francia Parco Naturale Markstein 20X30 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,9€


Protezione ambientale

I parchi naturali sono oasi di pace per animali e vegetazione Per riserve naturali si intendono non solo i parchi naturali presenti sulla terraferma ma anche i parchi marini destinati alla protezione di vegetazione o fauna acquatica. I parchi naturali sono aree destinate alla protezione della natura. Questo fine di protezione ambientale fa sì che, ad esempio, sia assolutamente vietata qualsiasi attività venatoria: queste aree sono infatti destinate alla sosta e alla riproduzione della fauna selvatica. Molti parchi rappresentano preziosi serbatoi di specie floreali molto rare: per citare alcuni esempi, in alcune aree vi sono numerose varietà di orchidee e garofani selvatici, altrove quasi scomparsi. Per quanto riguarda la fauna, a essere protetti sono alcune specie un tempo diffusissime e ora a rischio estinzione come orsi e lupi. La soppressione dei parchi naturali è possibile solo qualora non si riscontrino più le necessità di protezione ambientale sottostanti alla loro istituzione.

  • Vista della zona dei laghi Il parco nazionale del Circeo è stato proclamato tale nel 1934 e costituisce una delle aree naturali più antiche presenti sul territorio italiano. Si estende su una superficie di oltre 5mila ettari ed...
  • Monte Rondinaio Il parco nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano è stato istituito il 21 maggio del 2001 con apposito decreto emanato dal presidente della Repubblica. Si estende sulla dorsale appenninica compresa fra...

BLOCCA PORTA ADHES. PARCO NATURALE 2023

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,95€


Regole per i parchi naturali in Italia

Una bella immagine di un parco naturale in Italia In Italia ai fini dell’istituzione di un parco naturale è necessario il riconoscimento ufficiale da parte dello Stato, il quale deve verificare la sussistenza di una serie di requisiti previsti dalla Legge quadro 394/91. La stessa prevede anche che il Ministero dell’Ambiente abbia un elenco ufficiale dei parchi naturali. L’iscrizione in suddetto elenco è la condizione necessaria per poter accedere, eventualmente, a finanziamenti statali. Ad oggi, esistono parchi naturali regionali e nazionali. Tra i requisiti necessari per l’iscrizione nell’elenco ufficiale rientrano: l’esistenza di un perimetro definito supportato da documentazione cartografica che ne attesti l’effettiva perimetrazione; l’esistenza di un provvedimento che istituisce ufficialmente l’area protetta, sia esso di natura pubblica o privata; la presenza di caratteristiche geologiche, biologiche di rilevante valore ambientale.


Parchi naturali: Quali sono i parchi naturali italiani?

Parco nazionale del'Abruzzo in Italia In Italia i parchi naturali ricoprono un’area molto vasta , 1.465.681 ettari di superficie terrestre, corrispondente a quasi il 5% del territorio nazionale. Attualmente sono 24 i parchi naturali iscritto nell’elenco ufficiale delle aree protette. I parchi considerati storici sono 5, tra cui il più "anziano" per istituzione, ossia il Parco Nazionale del Gran Paradiso (ufficialmente istituito nel lontano 1922); vi sono poi il Parco Nazionale d’Abruzzo, quello del Circeo, quello dello Stelvio e il Parco Nazionale della Calabria. Vi sono poi una serie di parchi minori istituiti dagli anni ottanta in avanti, tra i quali figurano il Parco Nazionale del Gargano, il Parco Nazionale della Majella e il Parco Nazionale della Sila. L’ultimo parco ad essere istituito in ordine cronologico è stato il Parco nazionale dell'Appennino Lucano-Val d'Agri-Lagonegrese. Il sistema delle aree protette italiano coinvolge poco meno di 1.700 comuni.



COMMENTI SULL' ARTICOLO