Parco vesuvio

Parco Vesuvio

Il Parco Vesuvio, si articola intorno al vulcano Vesuvio, ancora attivo e fra i più importanti dell'Europa continentale. E' situato nella Piana Campana, il paesaggio che si può ammirare è derivato dagli sconvolgimenti geologici di milioni di anni fa. Le terre fertili del Parco Vesuvio sono dovute ai minerali contenuti nella lava. Questa fecondità ha fatto sì che questo territorio fosse molto ambito, infatti venne colonizzato subito dopo la nascita di Cristo dai Greci e poi dai Romani. La biodiversità del Parco Vesuvio è determinata dalla presenza vulcanica: la caldera del Somma e il Gran Cono del Vesuvio. La prima è formata dall'omonimo monte, la seconda è all'interno di un'antica caldera del primo ed è di costituzione più recente. L'altezza massima raggiunta è del Gran Cono del Vesuvio, con 1281 mt.
Ingresso al parco

Parco nazionale del Vesuvio. Con DVD

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,75€
(Risparmi 2,25€)


Flora e fauna del Parco Vesuvio

Paesaggio del vesuvio La flora e la fauna del Parco Vesuvio sono estremamente interessanti. I due versanti, quello vesuviano e quello sommese hanno una vegetazione molto differente. Infatti, il primo è più secco e arido e la forestazione è opera dell'uomo, per impedire le frane e gli smottamenti. Le sue pendici sono ricoperte di macchia mediterranea. Il lato di Somma è molto più umido e boscoso. Il complesso del Parco Vesuvio, vanta ben 610 specie vegetali, di cui buona parte sono mediterranee. Anche la fauna nel Parco Vesuvio è ricca e variata, spicca la presenza del Topo quercino, quasi estinto nel resto d'italia. Poi possiamo trovare: il Moscardino, la Faina, la Volpe, il Coniglio selvatico e la Lepre, una grande varietà di uccelli popola i cieli del parco e tra gli anfibi si nota il Rospo Smeraldino.

  • schefflera Le schefflere sono grandi arbusti o piccoli alberi di origine tropicale, appartenenti alla famiglia delle araliacee, molto utilizzati in Italia come piante da appartamento, a causa del loro fogliame m...
  • Kohleria E' un genere che riunisce una cinquantina circa di piante erbacee perenni originarie dell'America centrale e meridionale. Producono rizomi carnosi da cui spuntano numerose foglie ovate, di colore verd...
  • Baobab Al genere adansonia appartengono alcune specie di alberi succulenti, fra le quali alcune delle succulenti più grandi del mondo. Gran parte delle specie, fra le quali anche l'albero di baobab, sono or...
  • Digitale Il genere digitalis è costituito da circa venti specie, e da numerosi ibridi, di piante biennali originarie dell'Europa, ormai diffuse in America, Africa e Asia. Nel primo anno di vita la pianta di di...

Villa d'Este, Tivoli e gli Estensi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,25€
(Risparmi 0,75€)


Raggiungere il Parco Vesuvio

Vigneto nel Parco Vesuvio Il Parco Vesuvio si trova in Campania, nella provincia di Napoli, i comuni compresi nel territorio sono: Boscoreale, Boscotrecase, Ercolano, Massa di Somma, Ottaviano, Pollena-Trocchia, San Giuseppe Vesuviano, San Sebastiano al Vesuvio, Sant'Anastasia, Somma Vesuviana, Terzigno, Torre del Greco e Trecase. Per raggiungere il Parco Vesuvio si esce dall'A3 a Torre del Greco o ad Ercolano, seguendo poi le indicazioni per l'accesso prescelto. Gli accessi al parco sono: Somma Vesuviana, Ottaviano, Boscotrecase, Ercolano. Per arrivare al versante di Somma, si percorre la strada statale 268 che s'imbocca a Napoli, invece, arrivando da Nola, si percorre la strada statale 166. Tutti comuni del Parco Vesuvio, sono raggiungibili anche in treno, per mezzo della Ferrovia Circumvesuviana.


Parco vesuvio: Educazione ambientale del Parco Vesuvio

Vegetazione floreale del Parco Vesuvio L'educazione ambientale del Parco Vesuvio è strettamente legata ad un progetto sociale, cioè quello di tutelare e promuovere il territorio, il suo ambiente naturale e le sue caratteristiche. Inoltre, il parco si prefigge di valorizzare la cultura, la storia e la tradizione dei paesi che ne fanno parte integrante. Per sviluppare queste tematiche, il Parco Vesuvio ha promosso dei gemellaggi con alcune scuole e con altri parchi, ha stilato un protocollo d'intesa e conduce campagne informative per la riscoperta dei vecchi strumenti e delle vecchie fiabe tradizionali. L'ente parco ha organizzato importanti convegni e seminari per la realizzazione e diffusione di pacchetti didattici, rivolti soprattutto alle scuole del I ciclo. Questi riguardano le peculiarità della flora e della fauna, le caratteristiche geologiche e paesaggistiche, i sentieri e gli itinerari del parco.



COMMENTI SULL' ARTICOLO