Villa Serra

Villa Serra e la storia delle famiglie

Il complesso architettonico è costituito dalla Villa Pinelli, costruita nel settecento, e dalle sue dipendenze. A queste il marchese Serra, nel 1850, ha affiancato anche un cottage di stile tudor. Il progetto è preso da un manuale londinese di architettura dell’ottocento. Il piano terra ha una elegante boiserie e un ricco cassettonato fatto con il rovere della Slavonia. La facciata della palazzina è tricuspidata e spiccano i trafori delle sue finestre. Accanto si erge una torre merlata vicina ai locali delle antiche masserie e delle vecchie stalle. Nella località dove si trova il complesso esistevano nel settecento delle proprietà patrizie, case e ville, che passarono alla famiglia Pinelli e successivamente furono acquistate dai marchesi Serra. Quindi il marchese Orso le trasformò in un complesso grandioso così come lo vediamo oggi. Inoltre il marchese Serra consentì le visite del pubblico in tutto il maestoso parco. Successivamente la famiglia Serra di estinse per mancanza di eredi e la proprietà fu lasciata alla Curia Genovese.
Il complesso di Villa Serra

Il primo incontro di Winckelmann con le collezioni romane. Ville e palazzi di Roma, 1736. Bibliografia e indici

Prezzo: in offerta su Amazon a: 66,3€
(Risparmi 11,7€)


Il degrado e i restauri del complesso

La mappa per raggiungere il complesso di Villa Serra Durante la seconda guerra mondiale sia la villa che il parco furono presi da un comando tedesco militare e furono abbattuti alberi di pregio, tra cui le sequoie, per scavare delle trincee. Successivamente proseguì un degrado naturale perché il parco fu abbandonato e la Villa fu spogliata degli arredi e usata come deposito. Finalmente nel 1982 i Comuni di Genova, di Sant'Olcese e di Serra Riccò, acquistarono il complesso di Villa Serra e costituirono il Consorzio Villa Serra per riuscire a gestire anche economicamente l'intera proprietà. Quindi nel 1992 il parco fu riaperto al pubblico dopo una serie di restauri conservativi dei giardini. Successivamente proseguirono altri interventi per restaurare l’edificio padronale e uno di quelli di servizio attigui dove c’erano le stalle all’epoca della famiglia Pinelli.

  • Medicinale omeopatico Un medicinale omeopatico è un preparato che contiene una singola sostanza, che viene altamente diluita. Tali medicinali sulla confezione non indicano la malattia che possono curare, come avviene invec...
  • cervo II Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi nasce nel 1990 per tutelare un territorio di straordinaria valenza paesaggistica e naturalistica; copre circa 32000 ettari, con ambienti di alta e media montagna....
  • Parco Adagiato nelle dolci ed armoniche colline moreniche, il parco giardino Sigurtà offre una giornata di grande interesse, una passeggiata all’interno di una boutique floreale. Definire il parco Sigurtà u...
  • Vista sui giardini di villa Lante I giardini di villa Lante sono stati progettati e realizzati nella seconda metà del Cinquecento. Occupano una superficie totale di ventidue ettari e sono costellati di giochi d’acqua e piante apparten...

La fabbrica di cellulosa e la Villa Fabbricotti di Serra San Bruno (1892-1928

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18€


Il parco di Villa Serra

Un particolare del parco di Villa Serra Si tratta di un bel parco all’inglese, della metà dell’ottocento, che si estende sul fondovalle del Rio Comago. Il parco è movimentato da percorsi a serpentina, da assi visivi e da coni prospettici che accompagnano i visitatori tra i vari boschetti e le ampie zone erbose per scoprire laghi, cascate e ruscelli oltre a preziose specie arboree di tipo esotico. Nel parco furono inserite delle piante esotiche nell’ottocento per quel tipico desiderio di esotismo dell’epoca: in zone significative dal punto di vista scenografico furono piantate spe­cie rare come sequoie, liriodendri, taxodium, magnolie, cedri e sofore. Quando si passeggia attorno al lago più grande si vedono i faggi rossi, impiantati di recente e sistemati per costituire un fondo scenografico alla visuale della palazzina. La sequoia invece si erge come una colonna verde sulle acque del lago e sul prato verde. Lungo il viale che accede alla villa, vi sono secolari platani e tassi e, proprio davanti alla villa, un quercus ilex. Tutta la vegetazione del parco è studiata con arte e maestria fin nei minimi dettagli per attrarre e incantare gli occhi dei visitatori.


Eventi e manifestazioni

Il salone del cioccolato a Villa Serra Sia la Villa che il Parco oggi sono un luogo dedicato ad attività artistiche e al tempo libero, un luogo per affermare il senso di espressione e di valorizzazione culturale. Periodicamente nel complesso si organizzano manifestazioni ed eventi di ogni genere e gusto. Si passa da un gustoso mercatino enogastronomico a una mostra pittorica in cui è protagonista il pavone. Inoltre si tengono lezioni di vari generi di ballo e in estate si organizzano numerosi eventi in cui si balla tutti insieme nel parco sotto le stelle. Non mancano anche concerti all’aperto tenuti da famosi cantanti e protagonisti del mondo dello spettacolo. In autunno si organizzano castagnate e d’inverno il parco si apre al pubblico per un succulento salone del cioccolato. Infine per Natale sono numerose le manifestazioni sia per grandi che per bambini che hanno come tema la festa del Natale e i regali da scambiarsi per l’occasione.




COMMENTI SULL' ARTICOLO