Frassino

Varietà e caratteristiche

Con la parola frassino si indica in Italia il genere Fraxinus della famiglia delle Oleacee, al cui interno sono comprese una cinquantina di specie esclusive dell'emisfero boreale. Di conseguenza queste varietà sono diffuse soprattutto nelle regioni temperate e subtropicali sia dell'America settentrionale che dell'Asia. I frassini sono alberi dalla chioma imponente e tra i più grandi annoverati delle Oleacee, dato che raggiungono infatti anche i 30-35 metri d'altezza. Queste dimensioni sono comuni per alcune specie americane di frassino, ad esempio il Fraxinus americana e il Fraxinus pennsylvanica. In Italia sono presenti due specie allo stato spontaneo, cioè il Fraxinus excelsior e il Fraxinus ornus. Queste due varietà sono dette rispettivamente frassino maggiore e frassino orniello oppure frassino della manna.
Albero frassino

Vivai Le Georgiche Fraxinus Angustifolia (Frassino Meridionale) [H. 230 Cm.]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 57€
(Risparmi 6€)


Aspetto del frassino maggiore

Tavola legno frassino Il frassino maggiore è molto diffuso in Italia allo stato spontaneo e si caratterizza per avere un tronco diritto, che può raggiungere anche un'altezza di 30 metri. Inoltre possiede una chioma tondeggiante e una corteccia verdastra da giovane e grigio brunastra, un po' rugosa, se vecchio. Questa varietà di frassino si distingue per le foglie caduche, imparipennate con elementi (quattro o sei paia) aguzzi e dentati. I fiori compaiono prima delle foglie e sono riuniti in racemi; sono essenzialmente costituiti dall'ovario e da due stami ad antere rossastre, dato che mancano sia il calice che la corolla. Si tratta infatti di una specie anemofila. Il frutto è una samara. Nella penisola italiana questo frassino occupa la parte settentrionale, dove forma boschi freschi e umidi e la sua diffusione arriva fino al limite inferiore della zona subalpina. Viene inoltre coltivato perché fornisce legname pregiato.

  • Fioritura orniello Dalla corteccia della pianta si può ottenere la manna zuccherina dell'orniello, da raccogliere in estate. L'albero si adatta facilmente a vari tipi di terreno, ma è meglio evitare quelli troppo drenan...
  • Eritrina L'eritrina è un arbusto o piccolo albero caduco appartenente ad un genere che comprende più di 100 specie di alberi originari dell'America centrale. Questa pianta presenta un portamento eretto, molt...
  • abies concolor L'Abete Abies concolor è una conifera sempreverde, originaria dell'America settentrionale; si tratta di un albero a crescita abbastanza lenta, mediamente longevo, che può raggiungere i 15-25 metri di ...

Rolson 82652 Frassino Forca

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,24€


Aspetto del frassino della manna

Rami albero frassino Il frassino della manna è diffuso in Italia soprattutto nelle zone centro-meridionali della penisola; predilige infatti un clima più secco e con temperature di qualche grado più elevate. Si caratterizza per avere dimensioni minori rispetto al frassino maggiore e in certe circostanze può assumere anche un aspetto arbustivo. Le foglie sono opposte e imparipennate; gli elementi (cinque-nove paia) sono dentati e hanno una colorazione verde chiaro nella pagina inferiore. I fiori emanano un leggero profumo e sono riuniti in pannocchie terminali; a differenza di quanto accade nel frassino maggiore sono dotati sia di calice che della corolla. Il frutto, invece, è una samara più allungata e alata. In genere il legno che si ricava da questa specie è meno pregiato in quanto è meno resistente e duro: ciò si spiega con le caratteristiche stesse della pianta.


Frassino: Impiego del legno

Frassino con tronco massiccio Il frassino è conosciuto soprattutto per il suo legno pregiato, utilizzato da secoli per la realizzazione di mobili di grande qualità, resistenti e dalla notevole estetica. Inoltre è uno delle essenze più apprezzate per creare parquet che durano a lungo e dalla superficie lucida. Bisogna tenere a mente che il frassino possiede anche capacità officinali molto sfruttate in erboristeria. Ad esempio si utilizzano le foglie per produrre infusi dalle proprietà diuretiche: infatti hanno un buon contenuto di mannitolo. Al tempo stesso le foglie di frassino hanno capacità analgesiche e antinfiammatorie, tonificano la pelle e aiutano a combattere gli effetti della febbre. In erboristeria si utilizza invece la corteccia per preparare tisane e altri preparati antiflogistici e che combattano i radicali liberi: infatti questa parte della pianta ha un alto contenuto di antiossidanti.



COMMENTI SULL' ARTICOLO