Melo da fiore - Malus

Melo da fiore

Al genere malus appartengono 30-35 specie di piccoli alberi, o grandi arbusti, a foglia caduca, originari dell’emisfero nord, in Europa, Asia e nord America. Si tratta di piccoli alberi, che a maturità raggiungono i 4-8 metri di altezza. Il fogliame è di medi dimensioni, ovale, di colore verde brillante; la chioma è densa, tondeggiante o piramidale. Tra la fine dell’inverno e l’inizio dell’estate producono numerosissimi piccoli fiori a stella, a cinque petali, riuniti in corimbi, di colore bianco, rosa o rosso, con vistosi stami rosso chiaro al centro.

Ai fiori seguono piccole drupe tonde, delle dimensioni delle prugne, di colore giallo, rosso o arancio, che rimangono sulla pianta a lungo, molto decorativi. Contrariamente alle mele da frutto, ibridi moderni di Malus sylvestris, i frutti dei meli da fiore non sono commestibili, spesso sono duri e legnosi, o hanno sapore amaro o astringente.

Vengono però utilizzati per preparare liquori o il sidro, o anche talvolta per ricavarne la pectina, un addensante naturale. Gran parte delle sepcie sono autofertili, quindi producono frutti solo se nei pressi ci sono altri alberi di malus. Eistono molti ibridi e cultivar, con fiori doppi o dal colore molto intenso, ed anche varietà con fogliame rossastro durante i mesi autunnali.

Melo fiori

Antika Officina Botanika - Algantis 1Kg - Alga Irlandese

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17€


Coltivazione del melo

Melo da fiore, frutti Le piante di melo da fiore prediligono posizioni ben soleggiate, e sono molto adatti come esemplari singoli, in modo da poter godere appieno della splendida fioritura. Non temono il freddo e possono sopportare anche temperature di molti gradi inferiori allo zero, visto che durante l’inverno queste piante sono in totale riposo vegetativo. Sono ottime quindi anche per abbellire il giardino e dare quel tocco in più allo spazio verde che si possiede di fronte casa.

Questi alberi non richiedono grandi cure, ed in genere durante il periodo in cui producono fiori e foglie il clima è molto piovoso; in caso di primavera molto secca è consigliabile annaffiare le piante ogni settimana mentre durante il resto dell’anno in genere questi alberi si accontentano delle piogge.

  • albero mele Pianta d'origini antichissime proveniente dalle regioni transcaucasiche, diffusa in moltissime parti del mondo. La sottospecie più conosciuta è il malus communis pumila, da cui si sono ottenute gran p...
  • Mele mature Ho un melo di 6 anni in apparenza sanissimo perche' ha molte foglie, ma di mele in 6 anni ne ho viste una decina' quest'anno addiritura non ha fatto neanche un fiore .Grazie ...
  • Melo bonsai E' corretto che la foglia del melo dopo la fioritura assuma un colore verde tendente al rossastro? In un periodo così piovoso e' corretto concimarlo ? Grazie...
  • Meli fiore Le annaffiature del melo da fiore devono essere regolate sulla base delle precipitazioni. Se le piogge sono abbondanti, infatti, non è necessario somministrare all'albero ulteriore acqua: si andrebbe ...

SUPER NUTRIMENTO BLU UNIVERSALE DA 4 KG

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,75€


Moltiplicazione melo

melo Le piante di melo da fiore si sviluppano senza problemi in qualsiasi terreno, prediligendo terreni soffici e ben drenati, leggermente acidi. In ogni caso sembra riescano ad adattarsi a qualsiasi substrato, anche alla comune terra da giardino.

La moltiplicazione dell'arbusto avviene per seme, utilizzando in primavera i piccoli semi scuri che si trovano all’interno dei frutti, anche se non sempre tali semi sono fertili e non sempre danno origine a piante identiche alla pianta madre. Più spesso si procede prelevando in estate talee semilegnose, che vanno fatte radicare in un miscuglio di torba e sabbia in parti uguali.