Azalee

vedi anche: Azalea

Come innaffiare la pianta di azalee

Le azalee sono piante appartenenti al genere dei rododendri, fanno parte della famiglia delle ericacee. Amano le stagioni con clima mite, anche se sopportano bene le temperature sia calde che fredde. Queste piante hanno bisogno di essere innaffiate giornalmente durante il loro periodo di fioritura che va da marzo ad ottobre, mentre nei restanti mesi dell'anno andrà innaffiata più sporadicamente. L'indicazione più importante è quella di controllare sempre le condizioni del terreno prima di irrigare la nostra pianta per capire se davvero la nostra azalea ha bisogno di acqua. Per effettuare questa operazione basterà toccare con un dito il terreno della nostra azalea, se questo risulta essere umido allora non bisognerà innaffiare la nostra pianta, mentre se il terreno risulta essere asciutto sotto il nostro dito allora bisognerà irrigare il terreno dell'azalea per evitare che la pianta secchi. Particolare attenzione è da porre nel tipo di acqua utilizzata per innaffiare la nostra pianta cercando di bagnare il suo terreno con acqua decalcarizzata.
Tipo di azalee

TERRICCIO DI QUALITA' PER AZALEE RODODENDRI E PIANTE ACIDE IN GENERE COMPO SANA IN CONFEZIONE DA 50 LITRI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,5€


Come prendersi cura delle azalee

Varietà di azalee da giardino Le azalee sono una pianta di facile coltivazione che si può trovare in commercio sotto forma di due generi: decidui e sempreverdi. Mentre le azalee decidue sono più indicate per la coltivazione in giardino o in spazi all'aperto, l'azalea sempreverde è perfetta per poter essere coltivata in un ambiente chiuso. Per coltivare l'azalea è importante che il terreno in cui andremo a mettere la nostra pianta abbia un PH acido, compreso tra 5 e 6. Se avremo comprato dei semi dovremo prima piantare questi in piccoli vasetti riempiti di terra, poi irrighiamo subito il terreno e copriamo con della pellicola fino all'uscita dei primi germogli. Prima di piantare la nostra pianta dovremo riempire il fondo del vaso con del drenante, poi con terreno misto a sabbia, così facendo renderemo il terreno soffice e leggero favorendo un buon drenaggio, dopodichè potremo posizionare la nostra azalea facendo attenzione a non mettere le sue radici molto in profondità.

  • azalee Buongiorno. Mi chiamo Stefania Cavalieri, abito in collina in provincia di Modena e vorrei sapere che tipo di crescita hanno i rododendri e le azalee rustiche, poichè le ho appena piantate nel giardi...
  • Azalea in fiore salve,innanzittutto complimenti per il vs sito che seguo da vari anni. La domanda sara' sciocca. L'anno scorso ho comprato 4 azalee piccole in fiore ed avendo un bel vaso quadrato in cotto che mi er...
  • Azalea da giardino Salve, ho comprato 1 sett.fa una Azalea credo sia Japonica.L'ho travasata e su consiglio la prima settimana l'ho annaffiata 1 sola volta.La settimana dopo aveva le punte dei fiori marroncine.Cosa è su...
  • Rododendro ho acquistato un rododendron, prima fioritura era splendida ma poi tutti i boccioli che aveva prima di sbocciare si sono seccati. Come mai? Cosa devo fare in quel caso? Pianta la tengo nel vaso sul ba...

Compo fertilizzante per lungo tempo di Rododendro, di alta qualità speciali, a lunga durata, per rododendri e altre piante come Ortensie, Azalee e piante Heide, 2 kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,95€


Come e quando concimare le azalee

Campo di azalee in fiore Le azalee sono piante acidofile che vanno fertilizzate nel loro periodo vegetativo, che va da febbraio a metà luglio. In questo periodo ogni due settimane dovremo aggiungere del fertilizzante all'acqua che utilizzeremo per innaffiare la nostra pianta. Il fertilizzante che andremo ad utilizzare dovrà essere un concime a lenta azione adatto a piante dal PH acido, perfetto per questo tipo di piante è il fertilizzante minerale liquido per piante acidofile ricco di sostanze che aiutano la pianta ad assimiliare il ferro. In alternativa al fertilizzante liquido possiamo acquistare anche concimi granulati a lenta azione, ma in questo caso il fertilizzante dovrà essere aggiunto al terreno ogni tre quattro mesi circa collocandolo sotto il fondo della pianta. Molto importante è potare la nostra pianta al termine della sua fioritura facendo particolare attenzione a recidere tutte le piante secche o danneggiate della pianta. In questo modo ci assicureremo una ricrescita sana della nostra azalea per il successivo periodo vegetativo.


Azalee: Malattie che possono colpire le azalee

Fiore di un'azalea sana Tra le malattie che possono colpire le azalee ci sono quelle legate alla temperatura, i funghi ed i ragnetti rossi. Per quanto riguarda le malattie legate alla temperatura queste compaiono con caldo eccessivo o piante poco irrigate provocando l'ingiallimento delle foglie e l'afflosciamento dei fiori. Per rimediare a questo tipo di problema basterà spostare la nostra azalea in un luogo più fresco e ponendola in un recipiente pieno d'acqua fino a quando non noteremo che i suoi fiori torneranno ad essere belli diritti. Le malattie dei funghi invece compaiono quando non c'è il giusto grado di umidità. Per porre rimedio a questo tipo di problema dobbiamo recidere le zone della pianta che sono state colpite dal fungo e successivamente spruzziamo acqua sulla chioma dell'azalea per portarla ad un giusto grado di umidità. Per quanto riguarda invece le malattie dovute all'attacco del ragnetto rosso bisogna tagliare tutte le parti della pianta che sono state colpite da questo acaro e trattare la pianta con un prodotto antiparassitario.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO