Ilex verticillata

Modalità e tempi di annaffiatura della ilex verticillata

Questa pianta, che appare come un cespuglio dalle foglie caduche, ha delle dimensioni ridotte (in media 1,5 m) e si sviluppa in particolare nelle zone con terreni freschi e particolarmente umidi. Abituata a climi rigidi ma non eccessivamente asciutti, riesce a sopperire alle proprie esigenze idriche sfruttando solamente l'acqua piovana. Tuttavia, nei periodi in cui viene a mancare la piovosità, di tanto in tanto occorre annaffiare la ilex verticillata. Questo può accadere facilmente al di fuori del suo habitat naturale, come ad esempio l'Italia, che in estate presenta spesso un clima caldo e secco. In estate si dovrà garantire un'annaffiatura ogni due o tre giorni se in vaso, ogni due settimane se in aperto terreno. Durante il resto della stagione saranno sufficienti le piogge o il mantenimento di un terreno umido nel caso del vaso.
Ilex verticillata

Vivai Le Georgiche Crataegus Monogyna (Biancospino) [H. 130 Cm.]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 46€
(Risparmi 6€)


Coltivazione e cura della ilex verticillata

Coltivazioni ilex pianta Nella coltivazione e cura della ilex verticillata è importante eliminare le parti secche della pianta, così come le parti danneggiate. Pur sopportando il clima rigido, per le piante posizionate in spazi aperti e non protetti è comunque consigliato effettuare una pacciamatura protettiva, soprattutto nelle regioni dove il clima è particolarmente freddo e soggetto a gelate. Per quanto riguarda la disposizione delle piante, per garantire una impollinazione efficace, è necessario mantenere i maschi e le femmine ad una distanza non superiore ai 12-10 metri. Qualora si necessiti di una piantagione con un elevato numero di esemplari, è preferibile che le femmine siano in maggioranza. La pianta può essere riprodotta tramite diverse tecniche. Tra queste, oltre a quella naturale del seme, si utilizzano maggiormente l'innesto, la talea o la propaggine.

  • Agrifoglio  L’agrifoglio appartiene alla famiglia delle Aquifoliaceae che comprende più di 400 specie, sempreverdi e decidue, la cui quasi totalità è rappresentata proprio dal genere Ilex aquifolium. Gli alberi e...
  • Agrifoglio L’agrifoglio è un alberello o un grande arbusto sempreverde, che può raggiungere i dieci metri di altezza, originario dell’Europa centrale e meridionale e di parte dell’Asia; in effetti in natura è pi...
  • Agrifoglio Arbusto molto diffuso come pianta da giardino, l'agrifoglio è una pianta diffusa anche in natura in Italia ed in Europa, appartenente al genere Ilex. Produce arbusti di media grandezza, sempreverdi, c...
  • agrifolgio Salve sono Pippo. Vorrei sapere qual'è il periodo migliore per effettuare il rinvaso dell'ilex aquifolio e quando è opportuno metterlo a vivaio. Inoltre gradirei sapere qualcosa sull'innaffiatura di q...

Viburnum tinus var.lantana - Pot du 3Litres

Prezzo: in offerta su Amazon a: 30,42€


Concimazione e trattamento della pianta

Bacche pianta ilex Il terreno più indicato alla coltivazione di questa pianta ha un PH acido. Se si dovesse presentare la necessità di migliorarne la composizione, si può optare per un concime ternario complesso. È importante considerare che la ilex verticillata preferisce composizioni di terreno calcaree e teme quelle argillose. Qualora si prediliga una coltivazione in vaso, l'ideale è preparare un composto per metà sabbia e per metà torba, che consente all'arbusto di crescere più forte e sano. Per le piante coltivate negli interni, è opportuno usare un vaso capiente che non occorra cambiare nell'arco di diversi anni. La pianta infatti non ama il travaso. Per la concimazione in inverno si devono scegliere composti di tipo organico mentre in primavera si possono utilizzare composti a base di potassio ed azoto.


Ilex verticillata: Esposizione e malattie

Filari pianta natale La ilex verticillata è una pianta che predilige l'esposizione solare totale o parziale. È molto resistente ai parassiti ed alle malattie. Infatti, non ci sono molti insetti che possano intaccarla in maniera compromettente. In alcuni esemplari potrebbero comparire macchie nelle foglie. Ciò che causa questi problemi occasionali è soprattutto la tipologia di terreno che, qualora sia troppo alcalino, può determinare l'ingiallimento delle foglie e spesso la morte della pianta. Gli insetti minatori delle foglie possono anch'essi provocare la caduta delle foglie a seguito del loro disseccamento. In tal caso, occorre trattare la pianta con specifici insetticidi poco prima della primavera. Quando è necessario utilizzare questi prodotti, si suggerisce di scegliere insetticidi biologici e non aggressivi.



COMMENTI SULL' ARTICOLO