Viburno

Necessità idriche

Con il nome di viburno si raggruppano diverse specie di arbusti e alberi, simili per caratteristiche ma con alcune peculiarità specifiche. La tipologia di viburno maggiormente diffusa nella penisola italica è quella del viburno tino, un arbusto sempreverde, contraddistinto dalla grande forza ed adattabilità a tante situazioni e climi. È una pianta che necessità di poca manutenzione, e può sopportare temperature abbondantemente sotto lo zero termico, fino a -10/15°C. È abbondantemente diffuso nella fascia mediterranea, cresce anche spontaneamente, grazie alla sua capacità di sopportare anche climi con scarsa piovosità. Infatti il viburno dal punto di vista idrico non abbisogna di abbondanti quantità d'acqua, variabile anche in base alla latitudine in cui si trova, ed è consigliabile l'annaffiatura solamente in presenza di terreno asciutto, con una frequenza di irrigazione crescente con il procedere verso la bella stagione.
Viburno fioritura

Viburno Lucido Pianta in vaso di Viburno Lucido - 10 Piante in vaso 7x7

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


La coltivazione

Siepe viburno Anche dal punto di vista della coltivazione il viburno si conferma come una pianta contraddistinta dalla facilità delle cure richieste, non necessitando di specifiche attenzioni al riguardo. La potatura del viburno in genere non richiede una particolare procedura, in quanto sopporta anche interventi di pesante sfoltimento della sua chioma, ad eccezione del periodo di fioritura in cui bisogna procedere con maggiore cautela. Una buona norma da seguire è quella di evitare il ristagno dell'acqua, inserendo piccoli strati di argilla o sabbia nel terriccio di coltura, per assicurare una adeguata traspirazione. Il viburno può essere indistintamente coltivata sia in vaso, oppure direttamente nel terreno, ed è anche molto versatile nella sua configurazione, infatti si possono vedere arbusti, alberi o siepi delle diverse specie di viburni.

  • piante da giardino In questa sezione parliamo di arbusti.Una raccolta di schede dettagliate sulle diverse specie coltivate nei nostri giardini.I consigli per una giusta scelta in base alle esigenze della vostra aiuo...
  • Mimosa  La mimosa (acacia dealbata) è un albero originario della Tasmania, ma che, giunto nel nostro paese verso la metà del 1800, si è adattato benissimo al clima della Riviera Ligure e a quello delle region...
  • Corbezzolo Albero o arbusto sempreverde originario dell'Irlanda e dei paesi che si affacciano sul mediterraneo, che può raggiungere i 9-10 metri di altezza, ma che più comunemente rimane di dimensioni intorno ai...
  • Cornus alba Questi arbusto presenta foglie caduche originario dell'Asia centro-meridionale, che raggiunge i 150-200 cm di altezza. I fusti sottili hanno portamento eretto, ramificano abbondantemente con il pass...

Viburno Lucido Pianta in vaso di Viburno Lucido - 40 Piante in vaso 7x7

Prezzo: in offerta su Amazon a: 49,59€


Come concimare

Bacche piante giardino Il viburno è una pianta che regala parecchie soddisfazioni ai suoi estimatori, che vedono questo arbusto rispondere fedelmente alle cure corrisposte. Per ottenere la massima resa possibile dal viburno, si consiglia di effettuare una concimazione sistematica leggermente differenziata, utilizzando nel periodo primaverile un composto particolarmente ricco di potassio e fosforo, per dare un giusto ed appropriato vigore alla pianta nel maggior momento di crescita. Durante il periodo autunnale ed invernale, il viburno deve stabilizzare la sua struttura aumentando la circonferenza del proprio fusto e sviluppando le radici; per questo motivo si apporterà al viburno un concime con scarso contenuto di azoto, scongiurando un'eventuale produzione tardiva di nuovo fogliame, che potrebbe indebolire le difese della pianta nel periodo più rigido dell'anno.


Viburno: Malattie e parassiti

Foglie piante Pur confermando che il viburno è una pianta alquanto resistente, ci sono alcune situazioni che è opportuno sottolineare per assicurare lunga vita e prosperità a questo rigoglioso arbusto. Uno dei pericoli principali può essere direttamente causato dall'azione dell'uomo, infatti una abbondante annaffiatura, senza garantire un adeguato drenaggio del terreno in cui è piantato il viburno, possono esporlo al rischio di attacco da parte della Phytophtora (fungo che aggredisce il colletto) oppure del Phoma (fungo che causa zone necrotiche localizzate sulle foglie e sul tronco). Tra i nemici del viburno si annovera anche il comune ragnetto rosso, che occasionalmente può abitare e proliferare sulla pianta, ed occorre una tempestiva azione di disinfestazione, per evitare che il problema si cronicizzi.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO