Lamponi

Come irrigare correttamente la pianta di Lamponi

La pianta di Lamponi richiede un'irrigazione adatta a garantire una buona produzione di frutti, che sono appunto ricchi di acqua. Ovviamente, l'entità e la frequenza delle innaffiature è correlata al clima stagionale e all'abbondanza delle precipitazioni. Dall'inizio del periodo primaverile fino al termine dell'estate, cioè quando riprende l'attività vegetativa e la fruttazione, è necessario irrigare con elevata frequenza, evitando periodi prolungati e dannosi di siccità. Nella stagione invernale, invece, le precipitazioni piovane sono sufficienti, soprattutto per gli esemplari coltivati in terra, a coprire le richieste idriche della pianta di Lamponi. Nel caso di piante invasate, le irrigazioni devono essere ancora più adeguatamente calibrate, evitando gli eccessi e il ristagno di acqua nel sottovaso.
lamponi maturi

CONCIME GRANULARE BIOLOGICO SPECIALE PER FRAGOLE KIWI LAMPONI MIRTILLI 3x 500 GR

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,9€


Coltivazione e cura delle piante di Lamponi

Coltura di pianta di Lamponi Le piante di Lamponi sono arbusti a struttura cespugliosa che non richiedono un substrato particolare per la crescita; il lampone può essere coltivato con ottimi risultati anche in vaso, è adatto a climi miti e ad esposizioni solari parziali, in penombra, mentre non tollera venti forti. Richiede dei sostegni a cui aggrapparsi, per cui è opportuno posizionarlo vicino a graticci, aste o ringhiere. L'impianto è preferibile che avvenga al termine del periodo autunnale, garantendo una distanza di almeno un metro tra gli esemplari per permettere alle radici più superficiali di emettere nuove gemme da cui cresceranno nuovi rami; per lo stesso motivo non vanno piantate in profondità. Un buona vangatura del terreno può ridurre la comparsa di erbe infestanti che, se si presentano, vanno rimosse periodicamente. La potatura va effettuata a fine inverno con lo scopo di rimuoverei rami che hanno già fruttato e quelli danneggiati.

  • fiori mirtillo caro esperto, sono sempre biagio da LECCE e vorrei sapere oltre alle fragole se posso piantare ribes o mirtilli o tutti quei frutti simili insomma perche mi piacciono tanto e fanno bene mi hanno detto...
  • lamponi I frutti del lampone, o per usare il suo nome scientifico, del Rubus idaeus, sono deliziosi al gusto (oltre che fantastici dal punto di vista estetico, in virtù dei loro colori), e possono essere impi...
  • noce Pianta di origini antichissime, proveniente dalle regioni dell' Asia sud-occidentale. È un albero molto vigoroso, che può raggiungere anche i 30 metri d'altezza. Ha foglie caduche, ogni foglia è compo...
  • ciliegia Pianta di origini asiatiche, diffusa in Europa fin dai tempi antichi, Il ciliegio si può dividere essenzialmente in due specie diverse: il ciliegio a frutto dolce e il ciliegio a frutto acido. Il cili...

CONCIME GRANULARE BIOLOGICO SPECIALE PER FRAGOLE KIWI LAMPONI MIRTILLI 500 GR

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,9€


Quali fertilizzanti usare nella coltivazione di Lamponi

concimare lamponi La coltivazione dei Lamponi deve essere integrata da una buona fertilizzazione, organica e non, per incrementare la resa di frutti, soprattutto nelle colture intensive. Innanzitutto, è necessario incorporare del concime organico, come letame o compost, nel substrato che ospiterà l'arbusto. Questa operazione andrebbe ripetuta ciclicamente per sostenere la crescita delle piante di Lampone, interrando una quantità opportuna di compost alla base delle stesse, con attenzione a non danneggiare le radici più superficiali. Eventualmente, all'inizio della primavera, si possono impiegare dei fertilizzanti a base di macroelementi con particolare concentrazione di azoto; questi concimi si spargono sul terriccio o si miscelano direttamente con l'acqua di irrigazione. La concimazione non organica andrebbe evitata nel periodo di fruttazione, quando iniziano a formarsi i polloni a fine autunno, per non comprometterne la crescita.


Malattie della pianta di Lamponi e possibili rimedi

Foglia infestata da afidi La pianta di Lamponi può subire attacchi da molti tipi di parassiti e funghi, nonostante sia molto resistente. Gli afidi, ad esempio, sono in grado di determinare infestazioni anche molto estese che portano ad un rapido declino dell'esemplare, con avvizzimento e morte della vegetazione; questi insetti, infatti, sono dotati di un apparato buccale di tipo pungente che, affondato nelle foglie o nei rami più morbidi e giovani, permette la suzione della linfa, vitale per il benessere della pianta. Anche i curculioidi possono determinare gravi danni alla pianta di Lamponi, soprattutto per le coltivazioni intensive a scopo commerciale, contaminando irrimediabilmente i frutti con le loro larve. Per combattere queste infezioni è necessario il ricorso a specifici prodotti antiparassitari presenti in commercio.




COMMENTI SULL' ARTICOLO