Piantare patate

La patata

La patata è una pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle Solenaceae, originaria del Perù, della Bolivia, del Messico e del Cile. La pianta è stata coltivata in tali zone prima di essere portata in Europa, non se ne conosce l'origine, dal momento che non esistono specie spontanee. La parte commestibile della pianta è rappresentata dal tubero, il rigonfiamento della parte terminale della pianta che si sviluppa sottoterra in seguito all'accumulo dei carboidrati che servono come riserva per la pianta. Le foglie presentano margini lisci o seghettati. Gli steli variano la loro altezza fra i 60 e i 150 cm, i fiori presentano colorazioni fra il giallo e l'argento, mentre i frutti sono bacche giallastre. La presenza nel frutto di solanina, un alcaloide, lo rende velenoso, nelle altre parti della pianta la concentrazione è minore.
Patata

Newcomdigi Sacco per Coltivazione di Patate Borsa per Piantare Piantine di Ortaggi Grow Bag in PE Impermeabile Sacchetto del Giardino Balcone 45 x 35 cm Nero - 2 Pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,99€
(Risparmi 16€)


Migliori condizioni per la coltivazione della patata

Pianta di patata La patata è una pianta che predilige sicuramente le zone con un clima caratterizzato da inverni molto freddi, ma con temperature miti nel resto dell'anno. Necessitando di molta acqua le zone migliori per la coltivazione della patata, sarebbero quelle montane che presentano inverni lunghi ed estati corte e fresche. Il terreno ideale per la coltivazione deve essere leggero, assolutamente fertile (infatti deve essere preparato alcuni mesi prima della messa a dimora con una adeguata fertilizzazione), presentando un drenaggio ottimale e e una buona vangatura. Il terreno deve essere necessariamente vangato ad una profondità di circa 30-35 cm, nel solco dovrebbe essere posata una buona quantità di letame ben maturo per riuscire a concimare adeguatamente il terreno coinvolto nella coltivazione.

  • Patate La coltivazione della patata richiede diverse attenzioni al momento della messa a dimora e durante tutto il periodo di accrescimento. Dedicare un piccolo appezzamento di terreno (o anche solo qualche...
  • Patate salve volevo sapere che tipo di concime devo dare alle piante di patate,adesso che sono di una altezza di circa 20cm.precisando che prima della messa a dimora avevo distribuito del letame....
  • Coltivazione patate La coltivazione delle patate, solanaceae provenienti dall’America, non è complessa ma ha bisogno di alcune piccole conoscenze circa terreno, irrigazione, clima, semina e malattie. Dal punto di vista d...
  • Raccolta delle patate Nella coltivazione delle patate non dobbiamo mai far mancare l'acqua. Ovviamente, essendo un tubero e crescendo sottoterra, sono altrettanto pericolosi i ristagni idrici che potrebbero provocare marci...

Newcomdigi Sacco per Coltivazione di Patate Borsa per Piantare Piantine di Ortaggi Grow Bag in PE Impermeabile Sacchetto del Giardino Balcone 45 x 35 cm Nero - 1 Pezzo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,99€
(Risparmi 11€)


Quando piantare le patate

Patate germogliate Quando si piantano le patate si dovrebbe considerare che il periodo di semina è lungo ed è variabile a seconda della varietà colturale. Bisogna necessariamente evitare di piantarle in un periodo che presenti un clima caldo, la temperatura ideale del suolo dovrebbe essere compresa fra i 7 e i 25 gradi. In zone fredde sarebbe opportuno seminarle fra febbraio e giugno, mentre in quelle più calde sarebbe opportuno seminarle fra settembre e dicembre. Il terreno dovrebbe essere adeguatamente preparato, in tardo autunno si dovrebbe iniziare a lavorarlo ripulendolo dalle erbacce infestanti e dalle rocce. Quando si decide di piantare le patate si dovrebbe considerarne sicuramente la tipologia: precoce, semi-precoce, tardiva, in base a questo sarà variabile il tempo che intercorre fra la semina e la raccolta.


Piantare patate: Come piantare le patate

Piantagione di patate La patata è una pianta che si riproduce tramite il seme, anche se solitamente viene coltivata interrando il tubero del raccolto precedente. I tuberi non devono essere troppo grandi, altrimenti vanno tagliati in più parti. Il tubero, se non presenta dei germogli, lo si deve lasciare al buio il tempo necessario affinché spuntino. Dopo aver preparato il terreno si deve procedere ad interrare i tuberi ad una distanza non inferiore ai 20 cm per permettere alla pianta di crescere adeguatamente. La pianta necessita di molta acqua, ma si devono evitare i ristagni che farebbero marcire il tubero. In caso il terreno sia stato adeguatamente fertilizzato, non risulta necessario concimarlo successivamente. Mentre cresce la pianta è necessario effettuare una rincalzatura superficiale del terreno per eliminare le piante infestanti.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO