Capelvenere come coltivare

Quando annaffiare la Capelvenere

Il fattore che determina una buona crescita della Capelvenere è l'umidità. In natura infatti questa bella pianta vive rigogliosa in prossimità di fonti d'acqua.Le fronde esili mostrano che la Capelvenere non è in grado di assorbire molta acqua, per questo motivo oltre a bagnare la terra bisogna vaporizzare regolarmente dell'acqua sulle foglie per non farle seccare.Il miglior metodo è creare un ambiente umido nel sottovaso: grazie all'utilizzo di ghiaia ad esempio, si crea umidità che evaporando ricrea le condizioni dell'ambiente naturale.Il terreno della Capelvenere non deve essere mai completamente saturo d'acqua ma correttamente inumidito.
Capelvenere in natura

Piante per giardini esterni, ginkgo biloba, capelvenere, 1 pianta resistente con vaso da 8 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8€


Come prendersi cura della Capelvenere

Capelvenere pianta La Capelvenere è una varietà di felce, una pianta che si è guadagnata un posto speciale fra i pilastri naturali della mitologia. Per farla crescere e darle modo di esprimere pienamente la sua bellezza è necessario fornirle un vaso adeguato alle sue dimensioni fuori terra.I rinvasi devono essere sempre fatti all'inizio della primavera accrescendo gradualmente la circonferenza del nuovo vaso. In questo periodo deve seguire al rinvaso anche la potatura: eliminare fronde o foglie secche aiuta la pianta a nutrire in modo ottimale le parti sane. Il terriccio più idoneo è costituito da una miscela di torba, sabbia e fertilizzante.La ghiaia nel sottovaso deve essere sempre presente durante il susseguirsi delle stagioni.

  • capelvenere Il capelvenere è una felce che si adatta sia alla coltivazione all’esterno sia a quella in vaso, come pianta da interno. È molto apprezzata per la bellezza del fogliame che unisce un colore vivace ad ...
  • Foglie ginkgo biloba Il Ginkgo Biloba può raggiungere i 30 metri di altezza e appartiene alle conifere con foglia piccola e di forma particolare, di colore verde brillante che diviene gialla in autunno. Si divide in piant...
  • Platycerium bifurcatum felce epifita originaria dell'Australia meridionale; del genere platycerium fanno parte alcune felci, tutte epifite, diffuse in Australia e nell'Africa meridionale; in natura si sviluppano sul tronco ...
  • Selaginella E' un genere che comprende moltissime specie di piante erbacee appartenenti alla famiglia delle felci, originarie dell'Asia, dell'Africa, dell'Australia e del continente americano. Hanno sottili fusti...

Capelvenere fossili Albero Gingko Ginkgo Biloba Bonsai Semi, Professional Service Pack, 5 Semi / Pack, Giallo ornamentale Foglie E3326

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,94€


Come concimare la Capelvenere

Capelvenere foglie La concimazione è un punto fondamentale. La delicatezza della Capelvenere la rende una pianta che ha bisogno di essere correttamente nutrita per preservare la sua eterea bellezza. Durante la stagione primaverile e in particolare d'estate, questa pianta deve essere concimata regolarmente utilizzando un concima liquido sempre diluito in acqua.Durante le stagioni fredde, autunno e inverno, non necessita di concimazione.Il tipo di concima più adatto contiene alcuni elementi specifici e immancabili quali azoto, fosforo e potassio. Sali minerali come ferro, zinco e rame sono fondamentali perché la Capelvenere cresca fino a raggiungere la massima grandezza possibile in vaso.


Capelvenere come coltivare: Capelvenere esposizione e malattie

Piante di Capelvenere La Capelvenere è una pianta che non ama l'esposizione diretta alla luce del sole. Il colore molto intenso indica proprio questa naturale carenza di luce.La temperatura gioca un ruolo fondamentale, infatti questa pianta cresce molto bene se vive in un ambiente che non superi i 18°C - 20°C.La Capelvenere non ama i colpi d'aria fredda: sarebbe meglio tenerla sempre lontana dal lato di apertura delle finestre domestiche. Questa pianta si adatta facilmente all'ambiente perciò, quando comincia a crescere e gettare nuove foglie è sempre meglio non spostarla dal luogo in cui è stata collocata. E' una pianta in realtà molto resistente alle malattie ma teme i lucidanti per il fogliame che occludendole i pori le impediscono di respirare.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO