Introduzione all'impianto d'irrigazione

Introduzione all'impianto d'irrigazione: Introduzione all^impianto d^irrigazione

Introduzione all^impianto d^irrigazione

Per realizzare un impianto di irrigazione bisogna innanzitutto avere ben presente quali sono le reali necessità del nostro giardino, a seconda degli elementi che lo compongono, in modo da realizzare l'impianto che facci al caso nostro. Di solito infatti si suddivide l'impianto di irrigazione in settori distinti, per esempio quelli che riguardano il tappeto erboso o quelli di piante d'alto fusto, che hanno ovviamente esigenze diverse a quello delle aiuole.

Ad una prima fase di progettazione, che tiene conto di tutte queste esigenze, seguirà la realizzazione vera e propria, con la messa in opera per esempio di un impianto a pioggia per bagnare il tappeto erboso: in quel caso potrete utilizzare irrigatori statici o dinamici, che direzionino il getto d'acqua. Viceversa, nel caso di piante da fusto o coltivazioni in vaso, potrete impiegare ali gocciolanti o microirrigatori: questi impianti di irrigazione realizzati con tubi che portano una piccola ma costante quantità d'acqua solo dove ce n'è bisogno hanno il vantaggio di non sprecare acqua e inoltre, evitando di bagnare la parte aerea della pianta, forniscono un'ottima prevenzione contro l'insorgere di malattie fungine. Inoltre, dal punto di vista della programmazione dell'impianto, per quanto riguarda i tempi di funzionamento, questi impianti sono facilmente ed economicamente automatizzabili.

Hunter elc-601i – Programmatore di Irrigazione, 6 stazioni, per interni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 41,98€


Guarda il Video




COMMENTI SULL' ARTICOLO