Valutazione del terreno e scelta del tipo di erba

Valutazione del terreno e scelta del tipo di erba

Per quanto riguarda la scelta del terreno dove impiantare il tappeto erboso, bisogna tenere presente che spesso questa sarà obbligata: perciò il terreno a nostra disposizione, se non sarà di nostro gradimento, dovrà essere in qualche modo corretto. L'area ideale dovrebbe essere in piano o leggermente inclinata. In alcuni casi, però, un aspetto leggermente ondulato ha una sua valenza ornamentale e paesaggistica da mantenere. Da eliminare, invece, gobbe, solchi profondi, balze o ripe di varia entità. Il nostro prato inoltre andrà ad inserirsi all'interno di un paesaggio circostante più ampio, del quale è bene tenere conto, perché il manto erboso possa inserirsi armoniosamente nel contesto e quindi abbellirlo efficacemente. La conoscenza delle caratteristiche del terreno è fondamentale per l'impianto del tappeto erboso ed ogni correzione dev'essere apportata prima della semina, perché dopo l'impianto non ci sarà più la possibilità di modificare le caratteristiche fisico-chimiche del terreno, se non per interventi agronomici di limitata entità. I terreni migliori sono quelli profondi con tessitura fine e struttura non compatta, con un leggero eccesso di parti sabbiose piuttosto che troppo argilloso. I terreni calcarei sono in genere troppo leggeri, hanno il pregio di drenare bene, ma sono poveri di elementi nutritivi, perciò tale situazione impone l'arricchimento del terreno con sostanze organiche e concimi, soprattutto al momento dell'impianto del tappeto erboso. La sostanza organica non è mai troppa per un manto erboso, soprattutto nei terreni italiani che generalmente sono a reazione alcalina: essa infatti consente di spostare il ph del terreno verso valori neutrali, creando così l'ambiente ideale per la maggior parte dei tappeti erbosi. Si può facilmente misurare il livello di ph con semplici strumenti di analisi: quello ideale per il manto erboso è di 5.5 o 6. Se il nostro terreno è molto acido potrà essere corretto con prodotti alcalini, invece l'aggiunta di torba acida su terreni alcalini favorirà lo sviluppo iniziale delle graminacee. Se il terreno è eccessivamente acido o alcalino alcune delle sue sostanze nutritive possono rimanere inutilizzabili per le piante. La scelta dell'essenza da seminare varia a seconda della condizione climatica e della posizione geografica del parato. Nelle zone più fredde si consiglia l'utilizzo delle essenze microterme, perché più resistenti alle basse temperature. Al contrario, nelle zone con inverni più miti e temperati possiamo scegliere le macroterme.

Concime Fertilizzante per Prato Bottos Bio Start 12-20-15- 2 Kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,89€



Guarda il Video




COMMENTI SULL' ARTICOLO