Lycium barbarum

Lycium barbarum

Il Lycium barbarum è un arbusto che appartiene alla famiglia delle Solanaceae (a cui appartengono anche il peperoncino, il pomodoro, la patata, la melanzana), diffuso in Europa e in Asia. Al genere lycium appartengono due specie differenti il barbarum e il chinense, anche se il barbarum produce bacche maggiormente ricche di vitamine, di sali minerali e di antiossidanti. Il lycium barbarum presenta foglie strette, acute sia all'apice sia alla base. La corolla presenta margini ciliati, mentre i lobi si ripiegano si se stessi, ma senza raggiungere la base del calice. Il frutto del barbarum ha un sapore dolce, con una polpa succosa e una colorazione tra l'arancione il rosso. Il Lycium barbarum viene indicato contro l'affaticamento, per combattere la debolezza immunitaria, come depurativo, contro l'ipertensione e per il colesterolo alto.
Bacche di Lycium barbarum

1 PIANTA GOJI LYCIUM BARBARUM IN VASO DA 18 CM RADICI DRITTE ATTECCHIMENTO IMMEDIATO PIANTA FRUTTA BACCHE GIARDINO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,3€


Coltivazione del Lycium barbarum

Fiori di Lycium barbarum Il Lycium barbarum è una pianta che resiste molto bene alla siccità, predilige una tipologia di terreno che presenti un alto ph compreso tra 6,8 e 8. In caso di terreno non adatto è possibile correggere l'acidità aggiungendo carbonato di calcio per aumentare il ph, oppure aggiungendo solfato di ferro o zolfo per abbassarlo. L'esposizione deve essere particolarmente soleggiata e occorre una buona disponibilità di terreno per poter far crescere adeguatamente le piante, arrivando infatti in alcuni casi a 3 metri di altezza. Le foglie presentano una colorazione verde smeraldo, con rami cadenti. Essendo una pianta che si sviluppa anche in larghezza, necessita sicuramente di una potatura sistematica per contenerne l'espansione. Nella stagione vegetativa è importante il corretto apporto di azoto.

  • Gymnocalycium andreae al genere gymnocalycium appartengono circa settanta specie di cactacee di piccole dimensioni, originarie dell'America meridionale; hanno in genere corpo globoso, o brevemente allungato, e raggiungono ...
  • gymnocalycium I Gymnocalycium, nonostante il nome abbastanza strano, sono tra le cactacee più diffuse, tra i collezionisti e non solo; provengono dall’America meridionale, e ne esistono decine di specie, la gran pa...
  • Fiore Lycium barbarum Il Lycium barbarum è una pianta originaria del continente asiatico, nonché una delle due specie di Lycium che oggi vengono presentate commercialmente come Goji. Rispetto all'altra specie, il L. chinen...
  • Una pianta di lycium chinense Il lycium chinense è una pianta appartenente alle solanaceae originaria del continente asiatico, in particolare della Cina e del Tibet. In Oriente viene coltivata massicciamente perché produce le cosi...

BACCHE DI GOJI GROSSE (220/50)1 KG (2 PACCHI DA MEZZO kg)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,9€


Cura del Lycium barbarum

Bacche di Lycium barbarum La fioritura avviene all'inizio dell'estate, mentre nei mesi compresi tra luglio e novembre maturano le bacche. Alla fine dell'autunno, quando incominceranno i primi freddi, la pianta entrerà nel riposo vegetativo e perderà il fogliame. La pianta non necessita di tantissime cure, perché abbastanza resistente, però si dovrebbero tenere in considerazione eventuali parassiti o malattie. Le prime infruttescenze vengono prodotte nel terzo anno di vita della pianta, ma successivamente, con un'adeguata potatura, le bacche potrebbero essere prodotte in maggiore quantità. La metodologia da seguire per produrre le nuove piantine è con la semina, ma in questo caso potrebbe avvenire esclusivamente dopo un periodo adeguato di permanenza in un semenzaio, in modo che le sementi germoglino in maniera ottimale.


Potatura del Lycium barbarum

Bacche essiccate di Lycium barbarum Per far germogliare adeguatamente le sementi, il semenzaio deve essere tenuto in un luogo caldo, con una ottimale illuminazione e annaffiato periodicamente con acqua calda. Le piante possono essere coltivate in vaso, anche se si deve tenere in considerazione che le radici non potranno crescere in maniera completa, essendo lo spazio ristretto. Dopo che i semi sono germogliati, prima di essere trapiantati, sarebbe opportuno lasciarli in ammollo in acqua a temperatura ambiente. Il vaso della messa a dimora deve avere un adeguato drenaggio, si dovrebbero miscelare sabbia e terriccio universale. La potatura avviene solitamente in inverno, anche se è possibile effettuarla in ogni periodo per contenerne lo sviluppo. Si devono tagliare i germogli laterali inferiori, in modo da rafforzare il tronco.




COMMENTI SULL' ARTICOLO