Cimatrici

Gli scopi e gli obiettivi degli interventi di cimatura

Non c'è dubbio che una delle più importanti operazioni estive nel vigneto è la cimatura dei germogli. La cimatura dei vigneti può essere realizzata in tre grandi fasi: in quella preflorale, in quella erbacea della bacca ed in quella della maturazione degli acini. Nella prima fase (preflorale), la cimatura ha lo scopo di ridurre l'antitesi glucidica tra i germogli ed i fiori, e permette così una regolare allargazione, soprattutto nei vitigni soggetti a colatura. Nella seconda fase, la cimatura serve per ridurre l'ingerenza dei germogli e delle femminelle, in modo da passare più agevolmente nei filari e consentire di colpire più facilmente i grappoli con i prodotti antiparassitari. L'abbondanza delle femminelle e dei germogli, infatti, ha ripercussioni negative anche nello sviluppo dei grappoli. Nella terza fase di maturazione degli acini, la cimatura ha lo scopo di consentire ai grappoli di ricevere un'abbondante quantità di luce (è fondamentale soprattutto per i vini rossi settentrionali). Di conseguenza, sostituisce in parte la sfogliatura.
La cimatura

SEGHETTO A MANO PROFESSIONALE - Seghetto per potatura e giardinaggio con lama dentata robusta per tagli precisi. Taglia con facilità arbusti, tronchi e rami difficili - Perfetto per giardinaggio, attività all'aria aperta, campeggio, e tanto altro. Impugnatura ergonomica anti-fatica. La sua leggerezza e la sua lama resistente in acciaio pieghevole lo rendono uno strumento INDISPENSABILE. Segaccio per potatura. Sega per potatura. Attrezzi per potare. GARANZIA 100% SODDISFATTI O RIMBORSATI!

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,97€
(Risparmi 10€)


La geometria del taglio: cimatrici monofilari e bifilari

Cimatrice bilaterale Nell'operazione di cimatura andrebbe comunque rispettato il rapporto tra il numero di foglie ed il grappolo, o, meglio, tra la superficie delle foglie ed il grappolo. Di conseguenza, devono essere lasciate 5-7 foglie al di sopra dell'ultimo grappolo, cosa che non è facile ottenere tramite macchine cimatrici. Effettuare la cimatura manualmente, però, richiede un impiego di mano d'opera valutabile intorno alle 30-40 ore per ettaro, mentre l'utilizzo delle macchine riduce i tempi a 1-4 ore per ettaro. In commercio sono disponibili diverse tipologie, che si suddividono tra macchine bifilari e monofilari, a seconda della geometria del taglio. Infatti, nel primo caso la macchina cimatrice può operare contemporaneamente sui lati contrapposti di due filari adiacenti: ciò comporta una produttività doppia rispetto alle macchine monofilari, ma è anche vero che spesso la pendenza del terreno rende impossibile l'uso delle macchine bifilari. In Italia, proprio per questo motivo, sono più diffuse le macchine monolaterali rispetto alle bifilari.

  • Cetrioli le piantine di cetriolo vanno cimate, se si qualè il procedimento?le piantine di cetriolo in vaso vanno concimate? se si con che frequenzagrazie alberto...
  • melanzane le piante delle melanzane prossime a maturare il frutto devono essere cimate? e le foglie alla base della pianta devono essere tagliate?...
  • Coltivazione pomodoro I pomodori appartengono alla famiglia delle Solanacee come le melanzane e i peperoni. Hanno radici poco profonde, sono piante resistenti e non richiedono particolare cura. Posso essere tranquillamente...
  • taglio Siepe sempreverde I tagli delle siepi comprendono l'operazione di cimatura e di potatura delle piante. La cimatura va eseguita durante la fase di sviluppo vegetativo delle siepi o comunque ogni volta che i rami deborda...

Vigor-Blinky Pinze Legatrici A Nastro Max

Prezzo: in offerta su Amazon a: 46,98€


Le cimatrici a barre falcianti ed a coltelli rotanti a forbice

Cimatrice per vigneto Una seconda classificazione può essere fatta in base al sistema di taglio. Le macchine a barre falcianti, per esempio, sono basate su lame a moto alternativo. Per motivi di leggerezza di compattezza, generalmente uno dei due elementi è fisso mentre l'altro è mosso da un sistema a biella manovella. In altri casi, le lame mobili scorrono su una guida a cui sono fissati i controcoltelli. Il maggior inconveniente del sistema è causato da una certa tendenza a rifiutare la vegetazione ripiegandola all'indietro mentre la cimatrice avanza. Per questo la velocità di avanzamento non può essere elevata (2-4 km/h). Nei modelli a coltelli rotanti a forbice, invece, quattro o più coltelli rimangono fissi ed orientati radialmente mentre due ruotano. La particolare posizioni di questi ultimi fa sì che tra i coltelli fissi e quelli rotanti si crei un effetto di taglio a forbice. Il vantaggio di questo sistema è la totale assenza del fenomeno di rigetto della vegetazione che consente elevate velocità di avanzamento (4-8 km/h).