Bonsai quercia

vedi anche: bonsai

BONSAI QUERCIA

Il Bonsai quercia fa parte della famiglia delle Fagaceae e ne esistono di varietà differenti. Le caratteristiche di questo Bonsai sono la sua robustezza, la sua grandezza e la sua imponenza, ha un tronco molto robusto e squamato, i rami sono potenti, affusolati, nodosi e possono assumere forme contorte, le foglie sempreverdi sono di un colore verde scuro,molto piccole, lobate e sottili nella parte inferiore, possono resistere anche due anni prima di cadere e per finire creano una chioma molto fitta e irregolare e le radici sono molto possenti. E' una pianta che resiste sia al caldo torrido che al freddo gelido tenendo conto di alcuni accorgimenti: in estate è consigliabile posizionarla in un ambiente ombreggiato o coprire il vaso per proteggere le radici dal caldo eccessivo, in autunno posizionarla in una zona soleggiata ideale per la produzione di una nuova vegetazione e per accumulare nuova energia che gli servirà nella stagione più fredda, in inverno essendo una pianta robusta è possibile lasciarla all'esterno mantenendo coperte le radici da eventuali gelate o sbalzi di temperatura, per finire in primavera è consigliabile tenerla in pieno sole, in quanto è la stagione della piena vegetazione, dove spuntano le prime foglie e i rami diventano più forti. Nel mese di giugno è possibile eseguire la tecnica della defogliazione preferibilmente solo sul Bonsai in ottima salute, perché altrimenti potrebbe non riuscire più a ricreare la nuova vegetazione. Questa tecnica consente di ridurre la grandezza delle foglie, eliminando con forbici particolari 2/3 di ogni foglia, la parte rimanente della foglia potrà essere tagliata dopo qualche giorno, in quanto il Bonsai avrà prodotto delle nuove foglioline.

FreshGadgetz Set di Porta vasi in ceramica Bianca porcellana Home Décor

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,93€


CONCIMAZIONE E INNAFFIATURA

BONSAI QUERCIA L' innaffiatura nel Bonsai quercia deve essere adeguata in base alle condizioni climatiche, alla temperatura, alla quantità di terriccio e alla grandezza del vaso. Si consiglia di eseguire l'innaffiatura solo quando il terreno del Bonsai è completamente asciutto con intervalli di due tempi per dare tempo alla pianta di assorbire tutti i nutrimenti evitando la formazione di ristagni che potrebbero danneggiarla con lo sviluppo di marciumi radicali. Per mantenere il Bonsai umido non nebulizzare la chioma perché un'eccessiva umidità potrebbe provocare sulla parte superiore delle foglie dell'Oidio, invece posizionare un sottovaso con della ghiaia umida. L'innaffiatura nel periodo estivo è preferibile eseguirla tutti i giorni invece nel periodo invernale una due volte al mese, così come nel periodo di riposo vegetativo l'innaffiatura deve essere inferiore rispetto al periodo di intensa vegetazione.

La concimazione nel Bonsai quercia deve essere effettuata sicuramente tutti i mesi durante il periodo di vegetazione tra marzo e giugno e tra metà agosto e ottobre utilizzando fertilizzanti liquidi, diluiti in acqua anche se quelli in granelli vengono assorbiti più lentamente.

  • carmona Salve ho ricevuto un bonsai in regalo e vorrei sapere notizie piu particolari rispetto a quello che ho letto sul vostro sito, che ritengo molto molto utile: Posso rivolgermi a voi o all'esperto di com...
  • bonsai Salve!Volevo chiedere una cosa: mi sto appassionando molto ai bonsai, ma è una cosa appena nata e vorrei sapere come si fa a farli, basta prendere delle piante normali o c'è bisogno di piante partic...
  • ficus bonsai SECONDO VOI E' POSSIBILE CREARE DELLE TALEE DA UN'ALTRO BONSAI?...
  • Biancospino bonsai genere che comprende 100-150 specie di arbusti o piccoli alberi a foglia caduca, originari dell'Europa, dell'Africa settentrionale, dell'Asia e del nord America; generalmente si coltivano come bonsai ...

Convogliatore terriccio per rinvaso bonsai, set 3 pezzi, plastica per l'operazione rinvaso. per l'operazione rinvaso. Convogliatore per rinvaso bonsai, set 3 pezzi, Inox

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,01€


POTATURA, PINZATURA, TIRANTI E FILI DI RAME

BONSAI QUERCIA Il Bonsai quercia essendo una pianta molto forte non ha nessun trauma nel momento della potatura, producendo subito nuova vegetazione. Gli interventi devono essere eseguiti con degli attrezzi particolari ben affilati tra cui la forbice per le radici, le forbicine per le foglie e le cesoie di diversa grandezza per i rami. I tagli dei rami devono essere netti senza strappi per non danneggiare il Bonsai e successivamente medicati con del mastice o pasta cicatrizzante. Il periodo migliore per eseguire la tecnica della potatura è l'inverno.

La pinzatura viene eseguita per dare una crescita più equilibrata alla pianta, pinzando con delle forbici lunghe i nuovi germogli al primo internodo. In questo modo la pianta avrà rametti più sottili, foglie più piccole e una chioma più folta. Il periodo migliore per eseguirla è durante la stagione vegetativa, almeno tre volte in tempi diversi.

La tecnica con tiranti o fili di rame viene eseguita durante la stagione vegetativa, sui rami più giovani e quindi più flessibili per correggere la loro posizione rendendo il Bonsai più uniforme. Si consiglia di innaffiare la pianta qualche ora prima per rendere i rami più sensibili alle correzioni.


Bonsai quercia: PARASSITI E MALATTIE

Il Bonsai quercia è facilmente attaccabile dai parassiti animali come il maggiolino, buprestidi, scolitidi, bruchi, afidi e molti altri e da quelli vegetali come l'oidio, la bolla, il cancro, la malattia del corallo, il marciume radicale, la maculatura fogliare ecc...effettuando a cadenza quindicinale trattamenti anticrittogamico e utilizzando l'insetticida si proteggerà la pianta da tali attacchi.