Parco Sigurtà

Parco giardino Sigurtà: la storia

Parco giardino Sigurtà ha origine dal precedente "brolo cinto de muro", il quartier generale di Napoleone III e di Francesco Giuseppe D'Austria, dopo la battaglia di Solferino e di San Martino. Esso nasce per opera del Conte Carlo Sigurtà, il quale, a causa di una forte carenza di benzina dovuta al conflitto, decise di recarsi a Valeggio per acquistare un calesse; appena giunto nella cittadina, decise, però, di acquistare una tenuta agricola. Avvalendosi di un diritto secolare di attingere l'acqua dal fiume Mincio, il Conte Sigurtà, trasformò pian piano queste aride colline moreniche in un giardino lussureggiante e dalla bellezza mozzafiato; in seguito alla sua morte, l'opera fu ripresa e perseguita dal nipote Enzo che curò questo incantevole giardino con le stesse amorose cure dello zio, creando una vera oasi ecologica aperta al pubblico.
Parco giardino Sigurtà

Ville e giardini del lago di Como

Prezzo: in offerta su Amazon a: 52,7€
(Risparmi 9,3€)


Come effettuare la visita al parco

Tour del parco in bici Organizzare una gita turistica in questo meraviglioso e incantevole giardino, vuol dire vivere una meravigliosa esperienza indimenticabile; uno spazio verde tutto da scoprire, il Parco giardino Sigurtà può essere visitato in molteplici modi: un servizio continuo di trenini panoramici è disponibile per accompagnare tutti i visitatori, per circa 7 chilometri di percorso,lungo "l'Itinerario degli Incanti"; per chi desidera qualcosa di diverso è invece possibile effettuare il percorso a piedi, oppure utilizzando il noleggio di biciclette e di comodissimi golf cart dotati del sistema di rilevamento satellitare GPS, ma anche organizzare un tour, alla scoperta delle bellezze naturali e per conoscere la storia del parco, a bordo di uno shuttle elettrico accompagnati da una guida professionista, mentre dal 2000 non è più possibile percorrere l'intero tour con l'auto.

  • cervo II Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi nasce nel 1990 per tutelare un territorio di straordinaria valenza paesaggistica e naturalistica; copre circa 32000 ettari, con ambienti di alta e media montagna....
  • Parco Il Parco Naturale Adamello – Brenta è la maggiore area protetta del Trentino e una delle più vaste delle Alpi. Occupa un territorio montuoso di 620,5 kmq, posto tra 477 e 3558 m. di altitudine.Verso...
  • Parco Adagiato nelle dolci ed armoniche colline moreniche, il parco giardino Sigurtà offre una giornata di grande interesse, una passeggiata all’interno di una boutique floreale. Definire il parco Sigurtà u...
  • Il grande pescecane, scultura. Situato in una frazione Toscana famosa per la floricoltura e il Palio dei Rioni, il parco di Pinocchio viene visitato dagli anni Cinquanta e risulta un fulcro attrattivo notevole data la notorietà del...

Villa Carlotta. Profumava di vita

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12€


Attrattive presenti nel parco

Esemplari di Ninfee del parco All'interno del parco, i visitatori possono ammirare alcuni spettacoli botanici di rara bellezza, come la fioritura primaverile, nei mesi di marzo e aprile, dei coloratissimi tulipani (Tulipano-mania); il viale delle Rose, che ospita circa 30.000 rose presenti da maggio a settembre, pervade piacevolmente l'ofatto dei visitatori con il loro profumo delicato. Stupendi alberi ad alto fusto, soprattutto la grande Quercia, sono dimora di graziosissimi scoiattoli, spesso compagni di gioco dei piccoli turisti curiosi, mentre gli inebrianti Iris del viale delle Fontanelle, gli svariati esemplari di Dalia, Canna Indica e altre cinquanta differenti piante annuali, riempono il parco di colori vivaci e allegri. Durante il periodo estivo, Parco giardino Sigurtà offre un'affascinante visione di ninfee tropicali e rustiche, sbocciate all'interno di alcuni laghetti situati nei Giardini acquatici nei pressi della Foresta nera, una vera delizia per la vista e per il cuore di migliaia di turisti provenienti da ogni parte del mondo.


Parco Sigurtà: Un pic nic da sogno all'interno del parco

Turisti in sosta nel parco Per visitare l'intera area verde, basta seguire la cartina consegnata all'ingresso del parco; per l'intero percorso pedonale, sono necessarie molte ore di cammino piacevole tra i bellissimi paesaggi naturali lungo dolci pendii. All'interno del parco i bambini e le famiglie, stanchi e soddisfatti della lunga passeggiata per i viali del giardino, possono sostare presso la Fattoria di Tà (il cui nome trae spunto dal dolcissimo scoiattolo Tà, ospite della Grande quercia), un'area ludico-didattica adibita per i numerosi eventi domenicali e per alcuni percorsi riservati alle scuole; qui grandi e piccini possono incontrare i numerosi animali da cortile presenti in questa simpatica dimora: gli asini di S. Domenico che, liberi nei pascoli, attendono una carezza dai piccoli visitatori, le galline che razzolano nel pollaio, i tacchini, le pecore e le caprette tibetane. Per tutti coloro che lo desiderano, è possibile, inoltre, riposarsi qua e là, nel Grande tappeto erboso, consumando piacevolmente un delizioso pic-nic.



COMMENTI SULL' ARTICOLO