Parco Sila

Il Parco della Sila

Il Parco Nazionale della Sila si trova in una zona di straordinaria bellezza, sul suo territorio vi sono villaggi rurali, centri turistici e opere artistico-culturale di notevole interesse. I paesaggi che si possono ammirare sono molto vari e dalle alture si gode una vista davvero ampia, sino alle Isole Eolie. Il Parco della Sila è tutto da scoprire, è un luogo meraviglioso, ricco di itinerari suggestivi e paesaggi emozionanti. Si trovano montagne e valli che sembrano uscire da una favola, la flora e la fauna sono particolarmente varie e costituiscono un patrimonio di biodiversità imperdibile. Una particolarità del Parco Sila sono le curiosità e le leggende che si sussurrano nei boschi. Si racconta della Pietra d'Atari e del Cerchio Sacro, dei Briganti della Sila, della Lontra e del Lupo, del Castello, e di altro ancora.
Lago Ariamacina

Guida al riconoscimento di alberi, arbusti, cespugli e liane del Parco nazionale della Sila

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15€


Sentieri ed itinerari del Parco della Sila

Paesaggio della Sila I sentieri e gli itinerari del Parco della Sila sono una delle priorità del parco stesso, infatti uno degli obiettivi è proprio il riordino e la riorganizzazione dei sentieri antichi, ben 600 km, così che possano essere nuovamente fruibili. Tutto questo avviene in collaborazione con il CAI calabrese. Saranno così raggiungibili e ben segnalati luoghi di grande interesse paesaggistico, storico o culturale, indicando anche il grado di difficoltà dell'escursione. Nel progetto di accessibilità del Parco della Sila, rientrano anche due Centri Visita: Cupone e A.Garcea attrezzati per i disabili, dotati di due mezzi per il trasporto di persone con problemi nel camminare. Gli itinerari, i programmi e gli scenari del Parco Sila mutano con le stagioni, offrendo sempre ottimi motivi per una visita o un soggiorno.

  • cervo II Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi nasce nel 1990 per tutelare un territorio di straordinaria valenza paesaggistica e naturalistica; copre circa 32000 ettari, con ambienti di alta e media montagna....
  • Parco Il Parco Naturale Adamello – Brenta è la maggiore area protetta del Trentino e una delle più vaste delle Alpi. Occupa un territorio montuoso di 620,5 kmq, posto tra 477 e 3558 m. di altitudine.Verso...
  • Parco Adagiato nelle dolci ed armoniche colline moreniche, il parco giardino Sigurtà offre una giornata di grande interesse, una passeggiata all’interno di una boutique floreale. Definire il parco Sigurtà u...
  • Il grande pescecane, scultura. Situato in una frazione Toscana famosa per la floricoltura e il Palio dei Rioni, il parco di Pinocchio viene visitato dagli anni Cinquanta e risulta un fulcro attrattivo notevole data la notorietà del...

I coleotteri del Parco nazionale della Sila. Specie saproxilobionti di maggior interesse comunitario, faunistico e conservazionistico

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15€


Raggiungere il Parco della Sila

Ingresso al Parco della Sila Raggiungere il Parco della Sila è comodo e facile. In auto si giunge agevolmente sia per chi proviene dalla costa ionica sia per chi arriva da quella tirrenica. Nel primo caso si percorre la SS 106, nel secondo la SS18. Le uscite autostradali sono Cosenza, Rogliano, Altilia Grimaldi e più a sud Lamezia Terme. Alternativamente si possono percorrere la SS 107, la strada dei due mari, la SS108 o la SS281, a seconda del punto d'accesso prescelto. Il Parco della Sila è raggiungibile anche in treno, dalle stazioni di: Paola, Lamezia Terme, Catanzaro e Crotone, utilizzando poi le ferrovie della Calabria e il treno a vapore, estremamente suggestivo, per il tratto: Camigliatello, San Giovanni in Fiore. Vi sono anche diverse linee di autobus che completano il servizio delle ferrovie. Gli aeroporti più vicini sono quelli di Lamezia Terme e Crotone Sant'Anna.


Parco Sila: L'educazione ambientale del Parco della Sila

Lupo nel Parco della Sila Il Parco della Sila ha molto a cuore l'educazione ambientale, che certamente è una delle finalità del parco stesso. Il fine è quello di diffondere una cultura della sostenibilità, allo scopo di preservare e salvaguardare le risorse naturali. L'educazione ambientale del Parco della Sila, per questo, ha attivato dei laboratori per i bambini delle scuole, ma non solo. Vediamone alcuni: La rete a supporto della promozione E.A.; Il Parco, le scuole e l’Educazione Ambientale; Obiettivi generali; Il Parco dei Bambini; Un Parco…su misura e accessibile a tutti; Iniziative istituzionali; Disponibilità strutture e materiali. Attraverso questi percorsi, sul campo e nelle aule, il parco si prefigge di informare e formare sui temi dell'ambiente, sulla valorizzazione della natura, delle tradizioni, della protezione delle specie rare e non e sulla conservazione di un patrimonio artistico-culturale unico e imperdibile, da conservare per future generazioni.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO