Petunia

vedi anche: Petunia

Come innaffiare

La petunia richiede delle quantità elevate di acqua. Questa pianta è in grado di sopravvivere solamente qualche ora in presenza di condizioni di siccità e tende ad appassire rapidamente se non viene irrigata correttamente. Per innaffiare la petunia nel modo migliore, è possibile procedere una volta ogni 2 o 3 giorni circa. Queste bagnature potranno anche essere più frequenti durante i mesi estivi. Generalmente, prima di procedere con un'ulteriore irrigazione, è consigliato controllare attentamente il substrato. Qualora risultasse ancora umido dalla volta precedente, è sconsigliato innaffiare la pianta nuovamente o si rischia solamente di causare dei ristagni idrici. Questi ristagni generano in primo luogo la sommersione e asfissia delle radici e causano conseguentemente il marciume radicale, una delle patologie più gravi per la petunia e che porta anche alla morte della pianta.
Petunia vaso

Suttons Seeds 126096 Purple Wave - Semi di petunia F1, colore viola

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,89€


Come curare

Piante petunia Per quanto riguarda l'esposizione, la petunia è una pianta che predilige i luoghi soleggiati. È bene che possa godere della luce solare diretta per almeno 6 ore al giorno. In caso di posizionamento della pianta in una zona semi-ombreggiata, la petunia fiorirà poco quando sarà il momento. Inoltre questa pianta non sopporta assolutamente gli agenti atmosferici, è caratterizzata da rami sottili che si spezzano immediatamente in presenza di venti invernali. Per quanto riguarda la moltiplicazione della petunia, si procede per seme. La semina deve essere effettuata verso marzo in letto caldo. Queste piantine andranno tenute in un ambiente chiuso fino al raggiungimento delle dimensioni di circa 10 cm e quando potranno essere messe a dimora, è bene procedere eliminando tutti i fiori e le foglie appassite.

  • Surfinia Si tratta di piante erbacee molto ramificate. Tutte le parti sono ricoperte da una folta e fitta peluria (che negli ultimi anni alcuni ibridatori hanno cercato di limitare perchè alcune persone trovan...
  • Coltivare petunie Una delle piante più belle e particolari della primavera è la Petunia, famosa per la sua rigogliosa fioritura dai tanti colori vivaci. La Petunia è una pianta erbacea con fiori a forma di imbuto, semp...
  • surfinie da quest'anno mi sto cimentando in giardinaggio, ho piantato nei vasi e fioriere varie qualità di fiori, adesso il mio dubbio riguarda il concime dove ho preso tutte le mie piante mi hanno dato della ...

Blinky 7971803 Cassette Legno, Kit Modello Petunia, 3 Pezzi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 28,69€


Come concimare

Petunie fioritura Per concimare correttamente la petunia, è consigliato procedere circa una volta ogni 15 o 20 giorni. Si utilizza un fertilizzante specifico per piante da fiore che deve contenere le tre sostanze chimiche fondamentali: azoto, fosforo e potassio. Questo concime può essere fornito alla pianta in forma liquida diluendolo con l'acqua di irrigazione in dosi leggermente inferiori rispetto a quanto riportato sulla confezione. Per quanto concerne il terreno che deve essere fornito alla petunia, esso deve essere ricco di materia organica ed anche piuttosto ricco e profondo. Inoltre è buona norma cercare di aumentare il drenaggio del substrato e, quindi, addizionare il terreno con della sabbia o della corteccia finemente sminuzzata. Quando viene effettuato il rinvaso della petunia, è bene cambiare anche il terreno e mescolare il terriccio fresco con dell'humus.


Petunia: Malattie e rimedi

Germoglio fiori ornamentali La petunia è una pianta che viene attaccata facilmente da alcuni tipi di insetti e parassiti. Tra questi, è piuttosto comune che la pianta venga infestata dal ragnetto rosso. Il segno più evidente di un attacco di questo tipo è riscontrabile sulle foglie dove saranno visibili delle macchie di colore giallo o grigio, talvolta anche rugginoso. Il metodo migliore per contrastare questo parassita consiste nell'uso di insetticidi appositi. Inoltre la petunia può essere attaccata dagli afidi, o pidocchi delle piante. Anche in questo caso è bene procedere con dei prodotti antiparassitari per debellare l'infestazione. Altri tipi di malattie della pianta possono essere generate da cattive tecniche di coltivazione. Esporre la pianta in zone non particolarmente soleggiate può causare una scarsa fioritura ed innaffiare eccessivamente la pianta può generare il marciume radicale.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO