Convallaria japonica

Annaffiature

La Convallaria japonica è una pianta che predilige terreni freschi e umidi. Per ottenere dei cespi di foglie rigogliosi e in piena salute è quindi importante annaffiare regolarmente, da marzo a settembre, evitando di lasciare il terreno completamente secco a lungo. Nel corso dei mesi freddi queste piante non necessitano di alcun tipo di annaffiatura, perché il clima è loro favorevole: le piogge forniscono tutta l'acqua di cui hanno bisogno. Le piane di Convallaria japonica, nonostante il loro aspetto delicato, riescono a sopportare senza problemi qualsiasi condizione di coltivazione; quindi anche se non annaffiate per lunghi periodi di tempo, o se coltivate in zone siccitose, tendono a svilupparsi comunque senza grossi problemi. La differenza tra una pianta di Convallaria annaffiata correttamente e una che si sviluppa accontentandosi delle precipitazioni è essenzialmente solo lo sviluppo vegetativo annuale, che nel secondo caso è molto minore.
Cespi <strong>convallaria</strong> japonica

Vivai Le Georgiche EDGEWORTHIA CHRYSANTHA [Vaso &#216;18cm]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15€


Coltivazione

Aiuola convallaria japonica Pe piante di Convallaria japonica sono delle perenni con radici tuberose, molto resistenti e gradevoli, utilizzate soprattutto come tappezzanti. Si pongono a dimora in un terreno ben drenato, in quanto temono il ristagno idrico, che ne può causare la morte in tempi brevi. Il fogliame è lineare, simile a fili d'erba di colore verde scuro; le piante di Convallaria formano ampi cespi, alti meno di 20-25 cm, compatti e rigogliosi. In primavera inoltrata o inizio estate tra le foglie si ergono sottili steli che portano piccoli fiori rosa, che ricordano molto i mughetti, piante con cui queste sono strettamente imparentate. La coltivazione della Convallaria è molto semplice, visto che il clima del centro nord Italia è molto simile a quello dei luoghi di origine; sono quindi piante che vanno poste a dimora in giardino, ai piedi di alti alberi o di arbusti sempreverdi. In commercio esistono varietà di Convallaria dallo sviluppo nano, o anche con fogliame particolarmente scuro, molto decorative.

  • Mughetto giapponese al genere appartengono una decina di specie, originarie dell'Asia; si tratta di piccole piante perenni, sempreverdi, simili a densi ciuffi di erba leggermente coriacea. Le foglie di ophiopogon sono so...
  • Torenia questo genere comprende circa quaranta specie di piante erbacee annuali e perenni originarie dell'Asia e dell'Africa; Torenia fournieri, la più coltivata, é una specie annuale. Ha fusti carnosi, prost...
  • Ancusa Il genere Anchusa azurea conta circa una decina di specie di piante erbacee perenni e biennali, diffuse in Europa e in Africa meridionale. Le piante di Ancusa producono larghi cespugli, alti 30-70 c...
  • ajuga La bugola, o erba di S. Lorenzo come viene comunemente chiamata, è una pianta sempreverde tappezzante, originaria dell'Europa e dell'Asia occidentale. Produce stoloni robusti che permettono alla piant...

20 Piante Lauroceraso da giardino siepi siepe vaso 7 (20 vasi)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,98€


Concimare

Vialetto giardino Le piante di Convallaria japonica non sono particolarmente esigenti in fatto di fertilizzante. Generalmente si concimano come si fa per il tappeto erboso: un paio di volte all'anno si distribuisce tra le piante una manciata di concime granulare a lenta cessione. Le irrigazioni, nel corso dei mesi, scioglieranno il fertilizzante, in modo da permettergli di rilasciare nel terreno tutti i sali minerali necessari alla vita delle piante. Per la Convallaria è bene scegliere un concime per piante verdi, particolarmente ricco di azoto, da fornire a fine inverno. In autunno invece è consigliabile utilizzare un concime a lenta cessione bilanciato. Quando si acquista un fertilizzante è sempre importante verificare che, oltre ai classici macroelementi (Azoto, Fosforo e Potassio), contenga anche buone dosi di microelementi, come Ferro, Boro, Magnesio e Calcio. Questo permette di ottenere piante meglio sviluppate e di tenere lontane alcune malattie causate dalla carenza di minerali nel terreno.


Convallaria japonica: Parassiti e malattie

Foglie convallaria japonica Le piante di Convallaria japonica poste a dimora in zone ombreggiate o semiombreggiate del giardino tendono a svilupparsi senza problemi, senza manifestare alcun tipo di malattia. La presenza di una elevata quantità di luce solare diretta può invece causare scottature alle foglie, soprattutto durante i mesi estivi. Inoltre, in tali condizioni, le piante necessitano di annaffiature molto frequenti, cosa che può portarle a soffrire per la siccità. Se messe a dimora in terreni molto pesanti, compatti e scarsamente drenanti le piante di Convallaria japonica possono essere colpite da marciumi radicali o del colletto, che possono portarle ad una rapida morte. In questi casi è opportuno sradicare rapidamente le piante sofferenti, per evitare che la malattia dilaghi anche agli esemplari vicini. Difficilmente gli insetti colpiscono la Convallaria, ma può captare che gli afidi si annidino sui boccioli floreali; in questi casi conviene applicare un apposito insetticida.


  • convallaria L'origine delle Convallaria è sia europea che asiatica. Tra le specie più conosciute vi sono la Convallaria majalis, me
    visita : convallaria
  • convallaria japonica La Convallaria japonica nana è una piccola pianta sempreverde che si adatta in modo fantastico a situazioni di ombra tot
    visita : convallaria japonica

COMMENTI SULL' ARTICOLO