Cotoneaster lacteus

Annaffiare il cotoneaster lacteus

Gli arbusti di Cotoneaster lacteus sono ampiamente coltivati nei giardini europei perché permettono di dare vita a siepi a bassa manutenzione. Infatti, pur provenendo dalla Cina, sono perfettamente adattati a vivere in gran parte del nostro continente, non necessitando di cure eccessive. Le piante di Cotoneaster lacteus a dimora da tempo in genere non necessitano di annaffiature, perché il picco del loro sviluppo avviene e in primavera, quando il clima provvede naturalmente fornire abbondanti quantità di acqua. In caso di siccità prolungata è possibile che le piante manifestino le loro necessità idriche appassendo leggermente, per questo è importante fornire acqua nei periodi in cui le precipitazioni sono scarse, in genere dalla primavera fino all'autunno. In inverno non necessitano di irrigazioni, accontentandosi delle precipitazioni atmosferiche.
Bacche cotoneaster lacteus

Cotoneaster Cotonastro Lacteus Piantine di Cotognastro in Vaso 7x7 cm - 20 Piantine in Vasetto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€


Coltivare il cotoneaster lacteus

Cotoneaster pianta Le piante di Cotoneaster lacteus si coltivano generalmente in piena terra; possiedono un apparato radicale abbastanza esteso, quindi la coltivazione in vaso è consigliata solo nel caso di contenitori abbastanza ampi, evitando le ciotole molto piccole. Si utilizzano per creare siepi, o anche come piante singole; nel primo caso sarà opportuno intervenire con le potature regolarmente, dopo la fioritura. Questo porta spesso a diminuire il numero di bacche presenti sulle piante, cosa che le rende leggermente meno decorative. Le bacche di Cotoneaster lacteus sono leggermente tossiche per l'uomo e anche per gli animali, per questo rimangono sulla pianta durante tutto l'inverno, rendendo gli arbusti ancora più decorativi. Il periodo d'impianto ideale è l'autunno, ma gli arbusti di Cotoneaster lacteus possono essere posti a dimora in qualsiasi periodo dell'anno, soprattutto se in vivaio li conservano in vaso.

  • cotoneaster pendulus Il Cotonastro è una varietà originaria della Cina e dell'Himalaya. Il genere conta specie di arbusti a foglie decidue o sempreverdi, a portamento variabile, eretto o prostrato. Le specie decidue in ...
  • cotoneaster Buongiorno, ho bonsai cotognastro. Purtroppo non è stato annaffiato con cura e la terra si è seccata molto, temo stia morendo. Alcune foglie sono diventate marrone bruciato e sono cadute,quelle rimast...
  • Foglie bacche cotoneaster Le piante appartenenti al genere Cotoneaster possono essere sempreverdi oppure decidue. L'irrigazione è un aspetto molto importante, soprattutto per gli esemplari giovani. Infatti, dopo la messa a dim...
  • Fitta siepe sempreverde Le piante da siepi sempreverdi sono tra le più diffuse per creare strutture molto fitte e compatte, che non perdano il fogliame durante la stagione fredda. Utilizzando arbusti sempre verdi la siepe ma...

Cotoneaster Cotonastro Lacteus Piantine di Cotognastro in Vaso 7x7 cm - 40 Piantine in Vasetto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 36,99€


Concimare la pianta

Pianta siepe sempreverde Queste piante hanno uno sviluppo abbastanza vigoroso, cosa che tende a depauperare progressivamente il terreno dei sali minerali naturalmente contenuti in esso. Per avere piante sempre rigogliose e ben sviluppate è consigliabile fornire del fertilizzante complesso, scegliendolo tra quelli appositamente formulati per le piante da fiore. Si consiglia l'utilizzo di concime granulare a lenta cessione, da spargere ai piedi degli arbusti, o delle siepi, a fine inverno e in autunno. In questo modo si consentirà alle piante di avere tutto ciò di cui necessitano. I Cotoneaster lacteus prediligono i terreni sciolti e molto ben drenati; al momento dell'impianto è opportuno lavorare bene il terreno, mescolandovi dello stallatico ben maturo e una piccola quantità di sabbia, in modo da creare un substrato fertile, che permetta all'acqua delle piogge di scorrere via facilmente, evitando i ristagni.


Cotoneaster lacteus: Parassiti e malattie

Siepe cotoneaster I Cotoneaster lacteus si pongono a dimora in posizioni soleggiate, anche se possono sopportare la mezz'ombra, a patto di ricevere almeno alcune ore di luce solare diretta ogni giorno. Non temono il gelo e possono sopportare temperature vicine ai -15°C senza bisogno di alcuna protezione. Sono piante abbastanza robuste, che possono però essere colpite dagli afidi in primavera, quando cominciano a sviluppare i boccioli. Per evitare che questi fastidiosi insetti rovinino la fioritura è importante intervenire appena se ne vedono alcuni esemplari, utilizzando un insetticida apposito, da cospargere su tutta la chioma delle piante. Il Cotoneaster lacteus è soggetto al colpo di fuoco batterico, malattia che colpisce gli arbusti in modo particolarmente severo. Le piante attaccate devono essere estirpate e bruciate; per evitare di diffondere la malattia nel giardino è bene pulire accuratamente le cesoie durante le potature, durante il passaggio da un arbusto all'altro. In vivaio oggi sono disponibili anche varietà di Cotoneaster resistenti all'attaco di questo tipo di malattia.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO