Magnolia susan

Quando e quanto irrigare

La varietà denominata Magnolia Susan è molto apprezzata per la produzione floreale primaverile. Non è una pianta che richiede particolari attenzioni per quanto riguarda le irrigazioni. Infatti, gli esemplari già adulti sono molto autonomi e richiedono annaffiature regolari soltanto durante i mesi della stagione estiva. I vegetali appena messi a dimora hanno bisogno di qualche attenzione in più per attecchire. In questi casi, è importante fornire un apporto idrico costante a partire dalla primavera. Le somministrazioni d'acqua vanno dispensate all'incirca ogni 15-20 giorni, fino all'arrivo dell'autunno. La Magnolia Susan non necessita di innaffiature in inverno. Inoltre, per assicurare il corretto grado di umidità del terreno, è consigliabile effettuare una buona pacciamatura a protezione delle radici.
Fiori magnolia

Vivai Le Georgiche MAGNOLIA LILIFLORA SUSAN

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,8€


Come prendersene cura

Magnolia pianta Le piante di Magnolia Susan provengono dal continente asiatico e si adattano abbastanza facilmente al clima continentale e mediterraneo. Con l'arrivo dei mesi primaverili producono grandi fiori leggermente profumati e si possono adattare facilmente a diverse tipologie di terreno. Tuttavia, prediligono i substrati profondi, molto ben drenati, freschi e tendenzialmente acidi. L'ideale è scegliere un composto di terra per piante acidofile da mescolare con dello stallatico maturo e della torba. È bene evitare i suoli troppo alcalini, che a lungo andare possono danneggiare la crescita degli esemplari di Magnolia Susan. Inoltre, sopportano molto bene le temperature invernali delle regioni settentrionali, ma è importante scegliere una posizione al riparo dalle correnti forti e dai venti freddi.

  • Pianta magnolia stellata Per quanto riguarda le piante coltivate in vaso, esse necessitano di annaffiature regolari, ogni quindici giorni circa: bisogna, tuttavia, assicurarsi che il terreno si asciughi completamente tra un'o...
  • magnolia soulangeana il genere si compone di circa 80 specie di alberi ed arbusti fioriferi, rustici, semisempreverdi, sempreverdi, o decidui, molto ornamentali. La magnolia è originaria delle regioni meridionali degli St...
  • magnolia acuminata frutto La magnolia gialla è un grande albero a foglia caduca, originario dell’America settentrionale; ha crescita abbastanza rapida, e può raggiungere mediamente i 10-12 m di altezza, esistono esemplari vetu...
  • Magnolia Gentile redazione,sapreste dirmi che pianta è quella della foto?Non sono riuscito a trovarla da nessuna parte e scommetto che sarà una delle più comuni.........Ringraziandovi per l'attenzione ch...

Piante aromatiche MIX + GRILL (in vaso Ø 9 cm) N.4 x 2 pack

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14€


Quando e come concimare

Magnolia soulangeana Al momento della messa a dimora delle piante a foglia caduca di Magnolia Susan, è consigliabile mescolare al substrato una parte di stallatico maturo. In questo modo i vegetali avranno a disposizione gli elementi nutritivi necessari per la produzione fogliare e floreale. Ulteriori concimazioni sono indicate in primavera, per supportare lo sviluppo. L'ideale è scegliere una soluzione completa, come ad esempio un concime granulare a lenta cessione per piante acidofile, da amalgamare agli strati superficiali del terreno. Per scegliere il prodotto più indicato per le piante di Magnolia Susan, è opportuno rivolgersi presso i vivai specializzati. Con l'arrivo dell'autunno è utile fornire ai vegetali uno stallatico maturo e sfarinato, così facendo l'apparato radicale sarà protetto e nutrito durante l'inverno.


Magnolia susan: Esposizione, malattie e rimedi

Magnolia albero Nelle regioni settentrionali la Magnolia Susan deve essere posizionata in luoghi ben soleggiati, preferibilmente rivolta verso sud. Se gli esemplari vengono coltivati nelle zone meridionali, è indicato optare per un'illuminazione mattutina mantenendo le piante al riparo dalle ore più calde della giornata. Infatti, una prolungata esposizione può causare il disseccamento delle foglie. In generale, questa tipologia di vegetali è abbastanza resistente agli attacchi parassitari. Tuttavia, in primavera possono essere colpite dalle limacce. In questo caso, è opportuno impiegare delle apposite esche, da acquistare presso i rivenditori specializzati. Inoltre, possono soffrire di muffe e marciumi causati da eccessive irrigazioni, per evitare questa eventualità è utile dispensare piccole dosi di acqua.



COMMENTI SULL' ARTICOLO