Osmanthus siepe

vedi anche: Le siepi

L’osmanthus

L’osmanthus fa parte della famiglia delle oleacee. Esistono diverse specie di osmanthus, ma tutte hanno fogliame persistente e fiorellini bianchi molto profumati. A seconda della varietà a cui appartiene, l’osmanto può essere un arbusto oppure un alberello. In giardino sono molte diffuse le siepi di osmantus, perché il loro bel fogliame denso permette di creare angoli allegri e molto decorativi. I suoi fiori hanno un sentore che ricorda quello sprigionato dai gelsomini e in Cina vengono utilizzati per aromatizzare il tè verde, arricchendolo di un retrogusto fruttato dal sentore di pesca e albicocca. L’estratto assoluto della varietà di osmantus fragrans è usato per la creazione di alcuni dei profumi più cari al mondo. L’osmanto è chiamato anche "falso agrifoglio" per via delle sue foglie coriacee che, pur non dentate, ricordano appunto quelle dell’agrifoglio.
fiorellini di osmanthus fragrans

Tenax 1A150277 Siepe artificiale piante 3D, rampicanti, estensibile, 200 x 100 cm, verde

Prezzo: in offerta su Amazon a: 53,91€


La siepe di osmantus

siepe di osmanthus Il nome "osmanthus" deriva dal greco "osme" che significa profumo e "anthos" che significa fiore. Questa pianta è originaria dell’Asia, delle isole dell’Oceano Pacifico e di alcune zone dell’America del Nord. La siepe di osmanto si adatta a tutti i tipi di terreno, è molto rustica e di facile coltivazione. La potatura non è indispensabile ma è consigliata per irrobustire la siepe donandole un fogliame più denso per tutto il corso dell’anno. Se decidete di potare la vostra siepe di osmanto, fatelo preferibilmente alla fine dell’inverno o inizio primavera, ma in ogni caso prima che comincino a spuntare i fiori. Gli esperti indicano che la potatura può anche essere effettuata alla fine della fioritura: in questo caso tagliate soprattutto i rami secchi e quelli di più fragile struttura.

  • Eleagno L'Olivagno o Eleagnus è un genere che comprende circa 50 specie di alberi o arbusti sempreverdi o caduchi, originari dell'Asia. I fusti sono eretti, di colore scuro, densamente ramificati, difficilmen...
  • Pitosforo Il pittosporo appartiene alla famiglia delle pittosporaceae. E’ una pianta originaria dell’Asia orientale, dell’Africa e dell’Australia, da cui provengono la maggior parte delle specie, che sono cir...
  • Pyracantha e Cotoneaster Pyracantha e cotoneaster sono due generi di arbusti sempreverdi appartenenti alla famiglia delle rosacee; entrambi i generi sono originari dell'America settentrionale, dell'Europa e dell'Asia, con num...
  • siepi artificiali Le siepi artificiali rappresentano un validissimo mezzo per creare una barriera per delimitare una determinata area come potrebbe essere un vialetto o un divisorio da un’altra proprietà. Finalmente si...

50 articoli Piante da siepe bosso (Buxus sempervirens), alta 15cm, dimensioni del piatto: 9cm, sempreverdi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 47,5€


Come coltivare la siepe di osmanto

Osmanthus o falso agrifoglio La siepe di osmantus andrebbe preferibilmente piantata nel periodo autunnale, per favorirne il radicamento durante l’inverno. Comunque, come la maggior parte delle piante acquistate oggigiorno in serra, l’osmanto può essere piantato lungo tutto il corso dell’anno, basta che ricordiate di annaffiarlo maggiormente in primavera e in estate e che evitiate di metterlo a dimora nei periodi di caldo torrido. L'osmantus è una siepe che ama il sole, ma cresce bene anche in penombra. La siepe di osmanto è piuttosto rustica e quindi si adatta a tutti i tipi di terreno, però patisce le correnti d’aria e non tollera i colpi di vento, quindi dovete avere l’accortezza di posizionarlo in una zona riparata. Si moltiplica facilmente per talea e il mese più adatto per questo tipo di operazione è quello di giugno.


Osmanthus siepe: Malattie siepe osmantus

osmanthus in vaso L’osmanto, oltre a richiedere poche cure per la coltivazione, è anche un arbusto piuttosto resistente e poco soggetto alla maggior parte delle malattie delle piante; l’unica eccezione sono le cocciniglie: le siepi possono venir attaccate da questi parassiti, anche se va detto che ciò accede molto più raramente rispetto ad altre varietà di siepi o arbusti. Una soluzione biologica per combattere le cocciniglie consiste nel diluire in un litro d’acqua, un cucchiaino di caffè di sapone nero liquido, un cucchiaino di caffè di olio vegetale e un cucchiaino di caffè di alcool a 90°. Spruzzate questa soluzione sul fogliame una volta al giorno per 3-4 giorni consecutivi.Se l’invasione persiste, la soluzione migliore è quella di tagliare i rami attaccati da questi insetti e bruciarli.



COMMENTI SULL' ARTICOLO