Siepe fiorita

Siepe fiorita

La scelta di coltivare nel proprio giardino una siepe fiorita può avere diverse motivazioni. Può servire a delimitare un confine, può essere un'ottima chiusura per mantenere una certa privacy, può proteggere determinate zone del giardino dal vento o dai rumori oppure può creare la giusta ombra in determinati momenti della giornata, soprattutto in estate quando il sole è più cocente. Il più delle volte si sceglie di creare le siepi con piante sempreverdi che non necessitano di una cura particolare e che tendono a non perdere le foglie durante le stagioni più fredde. Ma c'è anche chi, oltre alla funzione basilare di protezione delle siepi, è anche un esteta e preferisce una siepe fiorita che, pur essendo bisognosa di grandi attenzioni e cure, dona un tocco di gioia e di colore al giardino. Le siepi possono, inoltre, essere composte da piante della stessa specie, ma anche da piante diverse con colorazioni differenti.
Bellissima siepe fiorita composta da rose gialle e rosse

20 Piante Lauroceraso da giardino siepi siepe vaso 7 (20 vasi)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23€


Vari tipi di siepi fiorite

Siepe fiorita con fiori multicolore e di diverse specie Andiamo, però, a vedere nel dettaglio quali sono i vari tipi di siepi fiorite che si possono piantare in giardino. Molto utilizzata è la Chaenomeles japonica (già il nome richiama il suo luogo di provenienza) con fiori rosa, bianchi o rossi, che fiorisce all'inizio della primavera. Una pianta sempreverde, che in alcuni periodi dell'anno, offre una meravigliosa fioritura è l'azalea. La Pyracantha assieme ai suoi fiori bianchi regala anche delle piccole e deliziose bacche gialle o arancioni. Un'altra bella pianta che oltre ai fiori (bianchi in questo caso) dà anche delle bacche, che tra l'altro sono commestibili, è l'Amelanchier. Se si vuole una composizoone davvero particolare si consiglia di utilizzare la Callistemon, una pianta di origine australiana con fiori rossi che hanno una particolare forma allungata che ricorda delle spazzole. Molto suggestivi sono anche i fiori bianchi generati dalla Kolkwitzia. Infine, un intramontabile classico delle siepi fiorite è senza dubbio l'Hibisco.

  • Eleagno L'Olivagno o Eleagnus è un genere che comprende circa 50 specie di alberi o arbusti sempreverdi o caduchi, originari dell'Asia. I fusti sono eretti, di colore scuro, densamente ramificati, difficilmen...
  • Pitosforo Il pittosporo appartiene alla famiglia delle pittosporaceae. E’ una pianta originaria dell’Asia orientale, dell’Africa e dell’Australia, da cui provengono la maggior parte delle specie, che sono cir...
  • Pyracantha e Cotoneaster Pyracantha e cotoneaster sono due generi di arbusti sempreverdi appartenenti alla famiglia delle rosacee; entrambi i generi sono originari dell'America settentrionale, dell'Europa e dell'Asia, con num...
  • aucuba Le siepi sono costituite da filari di piante, spesso sempreverdi, coltivate per svolgere alcune particolari funzioni; si utilizzano come linea di demarcazione di un confine, come protezione di partico...

Belle Vous 20cm SK5 Cesoie Ergonomiche per Potatura da Giardino in Acciaio-Lame Affilate perfette per tagliare Cespugli, Arbusti & Siepi

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,99€
(Risparmi 13€)


Come curare le siepi fiorite

Siepe fiorita con meravigliose spiree bianche Avere una siepe fiorita in giardino è senza dubbio una delizia per gli occhi. I fiori nel pieno del loro splendore danno un tocco di vita a tutto l'insieme. Ma come curare le siepi fiorite in modo che durino a lungo nel tempo? Indubbiamente esse sono un organismo vivente, quindi come tutti gli organismi hanno bisogno di essere nutrite e curate con attenzione.

Se si trascura la manutenzione, la struttura potrebbe crescere in maniera sbagliata, seguire una propria linea e diventare disordinata. Potrebbero anche crearsi dei buchi all'interno. Per questo motivo, c'è bisogno di una potatura quasi costante, in particolare, subito dopo che è stata piantata. Una volta che essa ha raggiunto la forma desiderata, la potatura potrà essere effettuata con intervalli di tempo molto più lunghi. Un'altra azione importante è la cimatura soprattutto delle parti alte, che aiuta lo sviluppo di nuovi rami e foglie, fino a far raggiungere alla pianta la classica forma cespugliosa. Se, invece, la siepe è danneggiata o rovinata del tutto si ricorre alla ceppatura, cioè vengono lasciati solo i ceppi da cui nasceranno nuovi rami.