Siepe highlander

vedi anche: Le siepi

Siepe highlander: caratteristiche

La siepe highlander è costituita da varie specie di arbusti che possiedono in comune alcune caratteristiche fondamentali: si tratta infatti di piante sempreverdi a crescita veloce che mostrano una spiccata resistenza alle malattie e ai fattori climatici avversi. Questa tipologia di siepe, a tal proposito, è una delle poche barriere vegetali in grado di sopportare la neve: nei terreni innevati, infatti, gli arbusti di questo tipo continuano a vegetare rigogliosamente e congelano soltanto nelle parti a stretto contatto con la neve. Le piante utilizzate per comporre questa siepe appartengono a varie specie, sia arbustive che rampicanti, e provengono soprattutto dal continente asiatico. A causa della loro crescita veloce e rigogliosa, le siepi highlander richiedono una frequente potatura.
La <strong>siepe highlander</strong> ha una vegetazione fitta e resistente

CESOIE TELESCOPICHE DA 56 CM - Affilate e facili da usare - Cesoie da giardino in acciaio resistenti agli urti e alla ruggine - Forbici professionali per lavori di giardinaggio, potature e rifiniture - SODDISFAZIONE GARANTITA

Prezzo: in offerta su Amazon a: 26,24€


Siepe highlander: le specie più diffuse

La siepe highlander deve essere potata frequentemente Le specie vegetali più diffuse ed utilizzate per la realizzazione di siepi highlander sono originarie del continente asiatico e vengono selezionate in base a precisi requisiti di durata, resistenza e rapidità di crescita. Una tipologia di highlander proveniente dal Giappone, ad esempio, è composta da una varietà di ciliegio rampicante molto infestante: questa siepe richiede cure costanti per poter contenere lo sviluppo veloce delle piante e mantenere la sua forma ottimale. Più frequentemente, chi desidera creare una siepe highlander si orienta su un arbusto chiamato highlander baldzhuansky o grano saraceno: questa pianta, che può superare i quindici metri di altezza, ha foglie piccole dalla forma a punta e produce piccole infiorescenze di colore bianco. La fioritura avviene due volte all'anno, in primavera e in autunno.

  • Biancospino Il genere crataegus comprende circa duecento specie di alberi ed arbusti a foglia caduca, originari dell'Europa, dell'Asia e del nord America; hanno portamento eretto e producono una chioma disordinat...
  • photinia La Photinia x fraseri è un arbusto, o piccolo albero, sempreverde, che può raggiungere i 3-4 metri di altezza; si tratta di un ibrido, le piante utilizzate per l'ibridazione sono la P. glabra, origina...
  • cotoneaster pendulus Il Cotonastro è una varietà originaria della Cina e dell'Himalaya. Il genere conta specie di arbusti a foglie decidue o sempreverdi, a portamento variabile, eretto o prostrato. Le specie decidue in ...
  • Ligustro Originario dell'Europa centro meridionale e dell'Africa settentrionale, il genere comprende 45 specie di arbusti e piccoli alberi sempreverdi o decidui usati per formare siepi.Spontaneo in Italia, è...

TRONCARAMI PER POTATURA PROFESSIONALE - 40 cm, in acciaio - Versatile, impugnatura a due mani per tagli decisi, forbici da giardinaggio, perfetto per tagliare alberi, siepi e arbusti. Cesoie per potatura. Attrezzi per potatura - 100% soddisfatti o rimborsati!

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,17€


Siepe highlander: coltivazione

Con la siepe highlander si possono creare bordure e divisori per giardini La siepe highlander cresce molto velocemente ed ha una vegetazione folta e rigogliosa che la rende adatta alla creazione di barriere divisorie: con alcune particolari tipologie di arbusti di piccole dimensioni e dal fogliame verde brillante è possibile realizzare siepi basse per delimitare le aiuole del giardino, ottenendo allo stesso tempo un gradevole effetto estetico. L'esposizione ideale è al sole, ma le piante si adattano bene anche alle zone in penombra. La siepe highlander attecchisce bene sui terreni ricchi e umidi, ma non sopporta una quantità eccessiva di acqua: per questo, deve essere piantata su un suolo preventivamente concimato ed essere irrigata in modo moderato e costante. In fase di piantumazione è consigliabile lasciare un po' di spazio fra un esemplare e l'altro per consentire ai rami e alle foglie di espandersi pienamente.


Siepe highlander: le cure

Il terreno ideale deve essere ricco ma non eccessivamente umido La siepe highlander trae il suo nome dalle particolari peculiarità degli arbusti che la compongono. Le specie selezionate per la creazione di queste siepi, infatti, dimostrano una eccezionale capacità di adattamento a tutte le condizioni climatiche e resistono bene anche al freddo molto intenso. Una intrinseca robustezza consente loro di opporsi con successo a vari tipi di agenti patogeni: le siepi highander, infatti, sono solitamente inattaccabili dai parassiti e dai funghi. E' sempre consigliabile, però, non bagnare troppo il terreno: nel lungo periodo, infatti, l'eccessiva umidità potrebbe indebolire le radici ed esporle all'insorgenza del marciume. Una potatura frequente e regolare, effettuata più volte durante l'anno, contribuisce a mantenere l'altezza desiderata e ad agevolare il rinfoltimento.




COMMENTI SULL' ARTICOLO