Siepi da terrazzo

vedi anche: Siepi

A cosa servono le siepi da terrazzo

Le siepi vengono generalmente coltivate in giardino in modo da fungere da barriera naturale. Questo muro verde è in grado di delimitare perimetri di terreno, balconi o terrazzi. Negli ultimi anni, queste barriere si stanno diffondendo in particolare sui terrazzi, solitamente di metratura più ampia rispetto ad un balcone, i quali garantiscono lo spazio necessario allo sviluppo di una siepe. Inoltre gli ampi spazi sono spesso aridi e tristi alla vista. Una siepe di sempreverde ad esempio, o una composta da più piante a diversa fioritura, permettono di rendere la superficie più gradevole ed accogliente. La principale funzione della siepe per terrazzi resta comunque quella di eludere lo sguardo di vicini invadenti, considerando che le volumetrie cittadine sono sempre più costipate e le costruzioni abitative sempre più vicine. I condomini, spesso luogo di conflitti e dissapori tra vicini, sono i maggiori beneficiari della funzione schermante di questo tipo di siepe. Coltivare una siepe svolge anche la funzione sociale di deterrente nella nascita di tensioni tra condomini.
Siepe da terrazzo

Siepe Permanenti 41 filamenti autoblocante di aspetto naturale - Siepe artificiale alta gamma del mercato, PVC verde oscuro / Verde chiaro / marrone 152 x 8 x 180 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 59€


Caratteristiche delle siepi da terrazzo

Siepe in vasi Quando si vuole iniziare la coltivazione di una siepe sul proprio balcone bisogna tenere conto per prima cosa delle dimensioni della superficie da ricoprire. Più sarà grande il balcone infatti e più esemplari saranno necessari. La siepe per questa collocazione è costituita da filari di esemplari della stessa pianta, o di piante di fioritura diversa, già predisposti nelle loro fioriere o nei classici vasi rettangolari.

Per avere una crescita veloce è bene iniziare la coltivazione da piante giovani già invasate, perchè la semina e lo sviluppo della specie che s'intende utilizzare, possono richiedere più di una stagione per il completamento del ciclo vegetativo. A questo proposito è bene porre l'accento su quale specie di pianta è meglio adottare. Considerando che i terrazzi si trovano quasi sempre in appartamenti cittadini, la siepe è sottoposta ad ingenti quantità di smog ed inquinamento. E' bene quindi scegliere una pianta più resistente rispetto a quelle da giardino, magari un sempreverde, che si adatti anche alle condizioni climatiche del territorio.

  • Eleagno L'Olivagno o Eleagnus è un genere che comprende circa 50 specie di alberi o arbusti sempreverdi o caduchi, originari dell'Asia. I fusti sono eretti, di colore scuro, densamente ramificati, difficilmen...
  • Pitosforo Il pittosporo appartiene alla famiglia delle pittosporaceae. E’ una pianta originaria dell’Asia orientale, dell’Africa e dell’Australia, da cui provengono la maggior parte delle specie, che sono cir...
  • Pyracantha e Cotoneaster Pyracantha e cotoneaster sono due generi di arbusti sempreverdi appartenenti alla famiglia delle rosacee; entrambi i generi sono originari dell'America settentrionale, dell'Europa e dell'Asia, con num...
  • aucuba Le siepi sono costituite da filari di piante, spesso sempreverdi, coltivate per svolgere alcune particolari funzioni; si utilizzano come linea di demarcazione di un confine, come protezione di partico...

SEGHETTO A MANO PROFESSIONALE - Seghetto per potatura e giardinaggio con lama dentata robusta per tagli precisi. Taglia con facilità arbusti, tronchi e rami difficili - Perfetto per giardinaggio, attività all'aria aperta, campeggio, e tanto altro. Impugnatura ergonomica anti-fatica. La sua leggerezza e la sua lama resistente in acciaio pieghevole lo rendono uno strumento INDISPENSABILE. Segaccio per potatura. Sega per potatura. Attrezzi per potare. GARANZIA 100% SODDISFATTI O RIMBORSATI!

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,97€
(Risparmi 19,12€)


Le piante adatte per le siepi da terrazzo

pyracantha Le piante sempreverdi sono le favorite in ambito di siepe da balcone. La caratteristica di non perdere il fogliame, nè il bel colore verde bottiglia durante tutto l'anno, incrementano la loro coltivazione. Purtroppo però non tutte le sempreverdi riescono a superare le condizioni climatiche del territorio. Una specie diffusa, è rappresentata dalla pianta d'alloro che genera una siepe molto fitta ed ha un'ottima resistenza climatica. Purtroppo però questo particolare tipo di pianta, è spesso attaccata da malattie fungine e parassitarie tanto da spingere gli amanti del verde ad orientarsi verso altre varietà. La pyracantha ad esempio, risulta essere una valida alternativa in termini di resistenza. L'unica condizione alla quale la siepe di pyracantha deve sottostare è l'esposizione solare. Infatti questa pianta dev'essere sempre esposta a sud in modo da assorbire la luce diretta del sole per buona parte della giornata, altrimenti mostra segni di sofferenza. Nel caso in cui si preferiscano siepi fiorite, l'oleandro è una pianta dall'alta resa decorativa. Anche questo esemplare è in grado di resistere bene agli attacchi esterni.


Siepi da terrazzo miste

Nandina La caratteristica principale delle siepi da balcone è quella di essere composte da filari di esemplari della stessa pianta. Esistono però anche siepi cosiddette miste. In questo caso i filari sono generati da piante che presentano una fioritura alternata ma mantengono la loro proprietà di generare una fitta vegetazione. Per una buona riuscita di una siepe di questo genere, infatti, le piante da prediligere sono quelle con rami dal ricco fogliame e fioritura abbondante. Una buona soluzione è rappresentata dalla siepe di acero rosso. Le sue foglie dal caratteristico colore scarlatto, sono un'eccellente barriera naturale contro sguardi indiscreti. La nandina ad esempio è una specie che si accompagna all'acero rosso, in quanto sempreverde, di poche cure, ed in grado di generare piccole bacche rosse che si amalgamano bene al fogliame dell'acero. Naturalmente piante diverse richiedono diverse cure ed esposizione solare. Quando si opta per una siepe mista, è sempre bene accertarsi delle esigenze vegetative delle specie che si vogliono adottare.




COMMENTI SULL' ARTICOLO