Mirabolano

Irrigazione

Il mirabolano è anche chiamato rustico, proprio per la sua grande capacità di adattamento. È una pianta che riesce a sopravvivere e crescere su suoli di ogni tipo (umidi, pesanti, asfittici, argillosi, calcarei..), ma il suo habitat ideale è un terreno fresco, ben drenato e profondo. Le indicazioni per l'irrigazione del mirabolano riguardano esclusivamente gli esemplari messi a dimora recentemente, perché ancora non hanno sviluppato perfettamente le radici che gli permetteranno di soddisfare autonomamente le proprie esigenze d'acqua. Questi esemplari di giovani mirabolani necessitano di abbondanti dosi d'acqua fino alla maturazione dei frutti. Nel caso in cui ci siano temperature elevate sono necessari 100 litri ogni 15 giorni. Le dosi di acqua quindi dipendono dalla permeabilità del terreno e dalle condizioni climatiche, ma si devono effettuare regolari operazioni di innaffiatura.
Albero mirabolano

Susini Coscia di Monaca di Velletri - Pianta da frutto antico su vaso da 26 innestata su portainnesto Mirabolano - max 200 cm - 4 anni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,7€


Coltivazione

Amolo fiore Il mirabolano è una pianta che ha bisogno di sole; esponetela pure direttamente ai raggi solari, ne trarrà grande nutrimento. Si adatta alle varie condizioni climatiche e riesce a sopportare anche temperature invernali molto rigide, fino a - 10°C. Può crescere liberamente, senza nemmeno bisogno di potature, al massimo possono essere effettuate per ridurre la chioma. In quest'ultimo caso bisognerà potare il mirabolano solo dopo la fioritura, quando la pianta sarà adulta. Intervenire quando non è necessario potrebbe compromettere la fioritura, causandone una drastica riduzione. La sua moltiplicazione avviene per seme e per parti vegetative. Viene coltivato per differenti scopi: come cespuglio isolato, a scopo ornamentale, come siepe frangivento, oppure per la frutticoltura. Infatti il mirabolano produce dei frutti, chiamati amoli, che sono delle drupe globulose, ellittiche, di 2-3 centimetri di diametro. Questi piccoli frutti di colore rosso scuro o arancione, hanno notevoli proprietà benefiche: sono ricchi di fibre, di vitamina C e di antiossidanti. Possono essere mangiati sia crudi che cotti, e spesso vengono utilizzati per le marmellate.

  • pianta prunus cerasifera Il mirabolano, detto comunemente pruno da fiore, rusticano o amolo, è una albero o arbusto di medie dimensioni originario probabilmente del Medio Oriente, ma giunto in Europa in tempi remotissimi e ch...
  • Albero sorbo Pur non richiedendo particolari cure, questi alberi sono molto sensibili durante i primissimi anni di vita: in questo periodo di tempo - della durata di 5 anni all'incirca - è necessario stare bene at...
  • Alberi fiore prunus Le piante adulte appartenenti al genere denominato Prunus, non hanno bisogno di cure particolari per quanto riguarda le irrigazioni. Sopportano molto bene i periodi siccitosi anche se è opportuno non ...
  • Fiori ciliegio selvatico In un primo momento il metodo più comodo per irrigare il ciliegio selvatico è per sommersione. Questo metodo consiste nel creare una conca attorno alla base dell'albero, così da contenere l'acqua nece...

Susini Regina Claudia Gialla - Pianta da frutto Antico portainnesto mirabolano su vaso da 20- albero max 170 cm - 2 anni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,5€


Concimazione

Albero brombolo Il mirabolano è una pianta che non ha necessità di abbondanti concimazioni. Nel momento in cui viene impiantato bisogna nutrire il terreno con del concime granulare o dello stallatico. Il mirabolano predilige concime animale, infatti ogni anno oppure ogni due anni - nel caso di piante giovani e produttive - si somministrerà del letame maturo di origine bovina o equina, all'incirca 10-15 kg. Quest'operazione verrà effettuata solamente dopo aver zappato adeguatamente la base del mirabolano, evitando di coinvolgere il colletto (ossia quello spazio fra fusto e radice). In caso di esemplari adulti si aggiungeranno 30-40 g per metro quadro di coltura di solfato di ammonio, in modo da nutrire maggiormente la pianta. Tutte le operazioni di concimazione, sia che si effettuino ogni anno o ad anni alterni, si svolgeranno durante il periodo invernale.


Mirabolano: Malattie e cure

Fiore albero frutto Nonostante la sua notevole resistenza il mirabolano può essere colpito da differenti tipi di parassiti e malattie. Una batteriosi comune a tutte le specie dei Prunus è il cancro batterico delle drupacee. I suoi sintomi sono riscontrabili nelle maculature fogliari, o sui frutti con delle aree necrotiche dalla screpolatura al centro. Per prevenire questo cancro batterico bisogna innanzitutto assicurarsi di non collocare il proprio mirabolano in un terreno in cui ci sono già stati casi analoghi anche su altre piante, inoltre si deve utilizzare un prodotto a base rameica. Quando le piante vengono colpite si devono bruciare tutte le ramaglie infette, i frutti caduti a terra, ecc... in modo da rendere l'ambiente il più salubre possibile. Un'altra malattia che colpisce il mirabolano è la maculatura fogliare o cilindrosporiosi, il suo agente eziologico è un fungo del genere Coccomyces spp. Le foglie vengono maculate con un colore bruno rossastro, che porterà con il tempo al necrotizzarsi delle foglie. Questa malattia crittogamica si estirpa facilmente con i prodotti chimici e l'eliminazione delle foglie cadute con il fuoco.


  • mirabolano La crescita ottimale e la produttività del mirabolano si basano su un'adeguata umidità del terreno. L'irrigazione può mi
    visita : mirabolano

COMMENTI SULL' ARTICOLO