Piantare ananas

L'habitat più idoneo per piantare ananas

Piantare ananas in giardino, o in appartamento, è possibile e non c'è bisogno né del torrido caldo tropicale, né di grandi piantagioni. Per coltivare questo frutto, è sufficiente procurarsi un vaso, un frutto fresco, un po' di pazienza e tanto amore. La prima cosa da fare è preparare l'habitat ottimale. La pianta di ananas, infatti, ha bisogno di un clima mite e ben riparato, ma molto luminoso. Sia che si opti per la terra piena, sia che si opti per la soluzione in vaso. Assicuriamoci, quindi, che la nostra pianta cresca in un ambiente arieggiato, luminoso e, soprattutto, protetto dal freddo invernale. In secondo luogo, è necessario preparare il terreno. La pianta di ananas è della famiglia delle Bromeliacee e predilige, per questo, terreni acidi i cui valori di pH si aggirino tra il pH 4.5 e 5.0. In commercio esistono molti concimi chimici appositamente ideati per riequilibrare il pH del terreno e, nel caso, renderlo più acido. Per quando riguarda, invece, il drenaggio del terreno, dovremmo fare attenzione a non utilizzare terricci troppo argillosi, sabbiosi o pesanti, la cui composizione favorisca un eccessivo ristagno d'acqua.
Una <em>pianta di ananas</em> in vaso

Natural Zing Bacche di Goji Naturali e Biologiche, Senza Solfiti

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,43€


Piantare ananas partendo dal frutto

Il frutto della pianta di ananas Uno dei metodi più facili per piantare ananas, parte dal suo frutto. La riproduzione di questa pianta tropicale, infatti, avviene in modo asessuato poiché solo raramente il frutto è dotato di semi adatti alla inseminazione. Di solito quindi, si parte direttamente da un frutto fresco e più precisamente dalla sua corona, ovvero la parte apicale del frutto costituita dalle foglie che compongono il ciuffo. La prima cosa da fare è procurarsi un'ananas ben maturo dal profumo intenso, le foglie del ciuffo verdi e la buccia di colore giallo-marrone. La nascita della nuova pianta di ananas infatti, avviene solo da frutti maturi al punto giusto. Per capire se l'ananas scelta sia davvero matura, è sufficiente provare a tirare le foglie del suo ciuffo. Se si strappano troppo facilmente, allora il frutto è troppo maturo e quindi, non più in grado di germogliare. Premuriamoci di controllare, inoltre, che l'ananas da noi scelto non sia stato attaccato da cocciniglia o altri insetti. Dal momento che la riproduzione dell'ananas avviene per moltiplicazione, la nuova pianta generatasi avrà un patrimonio genetico identico a quello della pianta d'origine.

    Barbecue a carbone Feijoa

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 74,12€


    Primi passi per piantare ananas

    Tutto il necessario per piantare ananas Una volta scelto il frutto, dobbiamo provvedere a separare il ciuffo dalla polpa di ananas. Ci sono due metodi per poter eseguire questa operazione. Se il frutto è in buone condizioni, e ha raggiunto la giusta maturazione, basterà afferrare il ciuffo di foglie in cima al frutto, tenendo saldo il corpo, e tirarlo a sé. In questo modo le foglie del ciuffo dovrebbero staccarsi mantenendo intatta la loro base, ovvero il gambo. Si ottiene, così quella che in gergo, è detta corona. Questa parte è molto importante perché, proprio da qui, spunteranno le future radici della nuova pianta. Se non si riuscisse a staccare il ciuffo in questo modo, è possibile tagliarlo con un coltello, facendo attenzione, poi, ad eliminare la polpa rimasta attaccata alla corona. Eliminiamo anche, alcune foglie dalla base del ciuffo. In questo modo, abbiamo scoperto una parte del gambo di ananas senza danneggiarlo, facilitandone la germinazione. A questo punto, abbiamo predisposto una corretta base di partenza per poter creare una nuova pianta di ananas e per poter cominciare la sua coltura. Dovremmo solo premunirci di una brocca con dell'acqua e un vaso con del terriccio.


    Dal ciuffo alla nuova pianta

    La corona dell'ananas appena invasata Con la corona ottenuta dal frutto scelto, possiamo procedere alla fase più delicata della coltivazione, ovvero la fase di germinazione della corona. Prendiamo una brocca d'acqua, o un bicchiere, e immergiamo la corona in modo tale che la base del gambo sia immersa nell'acqua, mentre le foglie ne restino fuori, puntando verso l'alto. Per aiutare la corona a galleggiare nell'acqua, senza far affondare le foglie, proviamo ad inserire alcuni stuzzicadenti in corrispondenza del gambo. In questo modo aiutiamo la corona a restare sospesa nell'acqua. A questo punto, posizioniamo il bicchiere con la corona in un angolo luminoso di casa, o del nostro giardino, in modo che riceva molto sole e molta luce. Ricordiamoci che, in questa fase della coltura, la corona non può essere essere esposta a temperature eccessive, né calde, né fredde, e l'acqua dovrà essere cambiata almeno ogni due giorni. Attendiamo con pazienza lo spuntare delle prime radici. Non appena queste avranno raggiunto i 5 cm di lunghezza, la corona è pronta per essere trasferita in un vaso di almeno 15 cm di diametro e ricco di terriccio concimato. La nuova ananas è, finalmente, pronta.



    • pianta ananas L'ananas è una pianta appartenente alla famiglia delle Bromeliacee che i botanici definiscono anche epifite per indicare
      visita : pianta ananas
    • pianta di ananas Una pianta di ananas conferirà, senza alcun dubbio, un tocco di classe al vostro stile di arredo. Questa certezza è data
      visita : pianta di ananas
    • piantare ananas L'ananas è una pianta appartenente alle Bromeliaceae originaria del Sud America, è stata successivamente distribuita in
      visita : piantare ananas
    • albero di ananas La pianta di ananas fa parte della famiglia delle Bromeliacee, una famiglia di piante che cresce e nasce prevalentemente
      visita : albero di ananas

    COMMENTI SULL' ARTICOLO