Olivo biancolilla

Caratteristiche botaniche

L'olivo Biancolilla è una cultivar siciliana, terra che vede la crescita di questa pianta già da moltissimo tempo, anche se la sua produzione d'olio non è particolarmente diffusa in tutta la penisola. In effetti l'olio biancolilla si lavora, e quindi si consuma, principalmente nella parte occidentale dell'isola di Sicilia, la quale fornisce la condizione climatica ideale al suo sviluppo. La denominazione dipende dal fatto che il frutto cambia colore durante il ciclo di maturazione. Nella prima fase di fruttificazione infatti la bacca si presenta di un colore verde molto chiaro, quasi bianco, che diventa poi rosso intenso quando arriva a maturazione. Questa è un'ottima varietà resistente a malattie e parassiti tanto da essere utilizzata come impollinatore di altre varietà. Anche se autofertile, non è raro incontrare nella sua coltivazione l'utilizzo d'impollinatori come il Nocellara Messinese o il Tonda Iblea che cambiano anche il sapore aromatico dell'olio prodotto.
Pianta di olivo biancolilla

1.7 litri, cippati da affumicatura di olivo, 2-3cm, Smokey Olive Wood

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


Oliva biancolilla

Oliva biancolilla Oltre che una specifica cultivar di origine regionale, questa pianta si caratterizza anche per la particolarità del suo frutto. L'oliva di questo tipo infatti presenta una polpa poco ricca, quasi inconsistente, tanto da fornire una resa molto bassa in termini di prodotto finito. In compenso il facile distacco del nocciolo dalla polpa, accorcia i tempi d'imbottigliamento. Anche se la pianta è abituata al sole caldo dell'isola, ha un'elevata tolleranza per le temperature rigide invernali, ma poca resistenza verso la rogna e la mosca, sui principali nemici. Questi parassiti infatti attaccano sia le foglie che il frutto, causando scarsi raccolti se non vengono debellati in tempo. In quanto impollinatore, da questa pianta si possono originare un numero notevole di sottotipi, che variano a seconda della specie con cui viene incrociata, producendo olive di colore diverso e olio dal sapore più o meno aromatico. La fioritura avviene intorno a maggio, mentre una volta terminata la maturazione il frutto assume il classico colore rossastro.

  • coltivare olivo Fin dalle epoche lontane, l'olivo fu considerato un simbolo di fertilità e rinascita, emblema di pace; basti pensare che sono circa settanta le citazioni che se ne fanno nella Bibbia: ricordiamo per e...
  • Grandi alberi di olivo L'olivo, albero talvolta chiamato anche ulivo, è originario della regione mediorientale. Sin dall’antichità è diffusissimo in tutta l'area mediterranea e negli ultimi anni è stato esportato con succes...
  • Esempio di olivo in vaso L'olivo, olea europea, è una pianta mediterranea e come tale cresce perfettamente nelle aree caratterizzate da un clima piuttosto mite, come le nostre regioni centro meridionali. Ama il caldo, tollera...
  • Olivo europeo Per poter esprimere al massimo le sue potenzialità di produzione e qualitative, l’ulivo ha certamente bisogno di avere il concime somministrato annualmente. Sebbene l'ulivo sia capace di sopravviver...

Stocker - Seghetto fisso Gomtaro 24 cm per potatura olivo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 56,03€
(Risparmi 3,45€)


Olio biancolilla

Olio biancolilla L'olio che viene prodotto da questa varietà è fortemente influenzato dalla resa del raccolto. Quest'ultimo infatti, nel momento della massima produzione, ha garantito il 18% di resa in olio, molto al di sotto delle varietà d'ulivo più diffuse. Bisogna però evidenziare le qualità organolettiche di questo prodotto regionale, che presenta una colorazione molto chiara, inizialmente verde che sfocia nel giallo oro con le successive fasi di lavorazione. E' un'olio strutturato, dal tradizionale gusto di mandorla e pomodoro, ma anche con influenze derivanti dal carciofo. Naturalmente la variazione di gusto e aroma deriva dal tipo d'impollinatore che s'utilizza durante la coltivazione, il quale trasferisce le sue caratteristiche genetiche all'ulivo. In fondo la mandorla, il pomodoro e il carciofo, non sono altro che sapori tipici siciliani che non possono non influenzare la produzione di quest'olio. Per finire si può notare come quest'olio fortemente aromatico, conservi un leggero retrogusto piccante che ne conferisce un gusto molto particolare.


Coltivazione Olivo biancolilla

Olive derivanti da sottospecie di biancolilla Questa è una varietà che si caratterizza per avere una chioma ricca e vigorosa, e una ramificazione molto sottile, che però risulta estremamente lunga e pendente. La pianta preferisce per il suo sviluppo una zona collinare, ventilata, tipica delle province di Catania e Ragusa, anche se subisce spesso carenze idriche. La cultivar non sarebbe sopravvissuta in queste terre, se non avesse sviluppato una notevole resistenza alla siccità. La Regione Sicilia infatti si trova spesso a far fronte a problemi di natura idrica di un certo rilievo, ma questa varietà sembra sopportare bene anche lunghi periodi di assenza d'irrigazione o acque piovane. Una caratteristica fondamentale è la capacità di sviluppare radici ampie e profonde. Questa rizogenesi elevata permette alla pianta di procurarsi acqua anche in profondità e garantire la sopravvivenza della specie nonché una produzione nella media. L'allegagione inoltre sviluppa drupe da non più di 3 o 4 grappoli per ramo.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO