Uva champagne

Dom Perignon, padre dello Champagne

Dom Perignon era un monaco francese che, quasi per caso, inventò il metodo Champenoise. Egli si ritrovò in un'abbazia circondata da vigneti abbandonati a causa delle guerre. La sua pazienza lo portò a recuperare questi vigneti. Egli esegui studi ed esperimenti sull'uva Champagne al fine di ottenere il massimo rendimento. Assaggiando le uve si rese conto di come l'assemblaggio tra varietà diverse portava ad una completezza gusto-olfattiva del tutto nuova. I suoi studi furono dedicati in modo particolare all'uva Champagne Pinot noir. Il vitigno, anche se a bacca nera, con opportuni accorgimenti riesce a dare vini bianchi di grande completezza aromatica. La spremitura soffice e la separazione tempestiva dalle bucce sono il segreto per utilizzare l'uva a bacca nera per la produzione dei vini bianchi.
Vigneti nella regione dello Champagne

Bluelover Uva Forma Hanging Vaso Di Fiori Di Vetro Vaso Giardino Piante Idroponiche

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,99€
(Risparmi 2,83€)


Chardonnay, Pinot nero e Pinot meunier

Bellissimo grappolo di uva Chardonnay L'assemblaggio tra uve provenienti da vitigni diversi ha lo scopo di creare una complessità aromatica e gustativa unica.L'uva Champagne Chardonnay deriva dal vitigno omonimo. La sua caratteristica principale è quella di avere sentori di frutta tropicale come ananas e banana. La sua origine è medio-orientale. Sembra che vigneti di Chardonnay erano già allevati sulle colline attorno a Gerusalemme all'epoca delle crociate. Il Pinot nero ricorda la pigna. I suoi acini sono stretti e ammassati proprio come le squame della pigna. Esso è considerato uno dei migliori vitigni al mondo sia per la produzione dei vini rossi di grande finezza che come base per lo spumante. Per questo viene associato allo Chardonnay. L'uva Champagne Pinot conferisce struttura e lo Chardonnay lo completa con la sua carica aromatica.Il pinot meunier, in ultimo, è presente solo in Francia. Meunier significa mugnaio. Le sue foglie sono ricoperte di lanugine che ricorda la farina.

  • Spettacolari vigneti ad Épernay Lo Champagne è un vino spumante conosciuto in tutto il mondo. Associato alla vita mondana, esso rappresenta il culmine del metodo classico. Se oggi noi siamo in grado di godere di questo straordinario...
  • arctostaphylus L'uva ursina è un piccolo arbusto sempreverde originario dell'Europa e del nord America; al genere arctostaphylos appartengono svariate specie, diffuse nelle regioni temperate dell'emisfero boreale, s...
  • uva nera La vite è una delle piante che venivano coltivate dall'uomo già nell'antichità; ne viene fatta menzione nella Bibbia, e ritrovamenti archelogici ne testimoniano la coltivazione già dal periodo neoliti...

UVA SENZA SEMI APIRENA ROSSA 1 PIANTA matura a fine settembre

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,9€


Rifermentazione in bottiglia per la presa di spuma

Bicchiere adatto allo Champagne L'uva Champagne è alla base dell'omonimo vino prodotto con rifermentazione in bottiglia. Le uve vengono attentamente selezionate durante la raccolta. Solo i grappoli giunti a maturazione ideale vengono utilizzati. La spremitura soffice dell'uva Champagne consente di ottenere un mosto delicato di qualità. Il vino base ottenuto dopo fermentazione alcolica viene immesso in bottiglia con aggiunta di lieviti selezionati e zucchero. Il tappo, detto bidule, raccoglie i residui della fermentazione. Per favorire il distacco delle parti solide dal vetro, le bottiglie vengono messe su speciali cavalletti detti pupitres. I cantinieri periodicamente ruotano le bottiglie. Alla fine del processo che può durare anche anni, il vino sarà limpido. Viene eseguita la sboccatura con la successiva colmatura delle bottiglie con il liqueur d'expedition. Una miscela di vino di annate precedenti e zucchero di canna il cui dosaggio è a discrezione dell'azienda produttrice.


Uva champagne: Metodo classico o Champagne

Cartina della regione Champagne Lo Champagne è il vino spumante prodotto nell'omonima regione francese. Il metodo Champenoise o metodo classico viene ormai utilizzato in tutto il mondo per la produzione di bollicine di alta qualità. La denominazione può essere utilizzata solo per i vini di questa regione francese.In Italia, il metodo classico è largamente usato sia per uve autoctone che per uve da vitigni internazionali. Il Franciacorta e il Talento sono alcuni esempi. Il prosecco prevede anche una tipologia di rifermentazione in bottiglia. In Piemonte, si produce l'Alta Langa Docg spumante che dimostra come questa tipologia (Chardonnay e Pinot nero) abbia trovato condizioni ideali per la sua espressione. Quindi, in questo caso si può parlare di metodo classico ma non di Champagne. Questo termine indica sia la regione francese che il vino in essa prodotto.



COMMENTI SULL' ARTICOLO