Uva nera

Proprietà dell'uva nera

Non ci sono particolari differenze tra l'uva nera e quella bianca dal punto di vista organolettico, tuttavia nella nera, c'è una concentrazione maggiore di ferro, il quale da il caratteristico colore scuro, inoltre ha molte sostanze flavonoidi e antiossidanti. E' un frutto composto dal 72% all'81% di acqua, ed è estremamente digeribile, leggermente lassativo, diuretico ed aiuta la diminuzione del colesterolo cattivo nel sangue.

L'uva in oltre, contiene zuccheri facilmente digeribili come destrosio e fruttosio è ricca di sali minerali (fosforo, calcio, magnesio ed ha un'alta concertazione di potassio) e vitamine A,B,C e K. Ha particolari effetti benefici se viene applicata sulla pelle, infatti è un ottimo idratante naturale e se applicato all'herpes ne aiuta la guarigione; mentre la presenza di acido urico tiene lontana la gotta.

Esempio di uva nera

UVA FRAGOLA NERA (1 PIANTA)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,9€


Coltivazione dell'uva nera

Esempio di vitigno curato La coltivazione del'uva nera, come per la bianca è particolarmente laborioso, essa segue tutto il ciclo naturale della vite, che va dalla dormienza invernale alla produzione primaverile e prendersene cura richiede passione, pazienza, ed esperienza e non può assolutamente essere improvvisata.

Il terreno, deve essere libero dalle piante infestanti, praticando periodici interventi per la pulitura e l'irrigazione va effettuata in caso di siccità, facendo particolare attenzione alla stagione delle piogge perchè troppa acqua rovina la produzione, mentre la concimazione va eseguita nel post raccolta. La cimatura della vigna, ovvero la rimozione degli Apici, ha lo scopo fondamentale di aumentare l'afflusso di zuccheri verso i grappoli e deve essere effettuato verso il mese di giugno, al massimo verso la fine agosto.

  • Grappoli di uva cardinal pronti per la raccolta Il vitigno della varietà di uva Cardinal è stato creato da Harmon e Suyder nel lontano 1939. Per arrivare a questa varietà da tavola sono state incrociate le linee pure del Flame Tokay con il Ribier. ...
  • arctostaphylus L'uva ursina è un piccolo arbusto sempreverde originario dell'Europa e del nord America; al genere arctostaphylos appartengono svariate specie, diffuse nelle regioni temperate dell'emisfero boreale, s...
  • uva nera La vite è una delle piante che venivano coltivate dall'uomo già nell'antichità; ne viene fatta menzione nella Bibbia, e ritrovamenti archelogici ne testimoniano la coltivazione già dal periodo neoliti...
  • oidio Come tutte le malattie crittogame, dette anche comunemente fungine, l'oidio (conosciuto più comunemente come mal bianco, nebbia o manna) si sviluppa soprattutto in presenza di condizioni climatiche um...

BIDONE PER RIFIUTI LT 100 CON COPERCHIO IN PLASTICA NERA UVA FERR 92944

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,89€


Cure per la coltivazione dell'uva nera

Vitigno di uva nera L'uva in generale è una pianta estremamente adattabile, va posizionata in una zona in cui viene colpita in pieno dal sole, che è fondamentale nella maturazione dell'acino e del suo grado zuccherino. Purtroppo temperature troppo rigide ovvero al di sotto di -15 gradi centigradi o addirittura gelate tardive sotto i -5 gradi, per questa pianta possono essere pericolose, potrebbero portare alla perdita dell'intera vigna; per questo non è possibile coltivarla, sopra i 1000 metri di altitudine.

La vite ama i terreni con un PH che varia da 6.5 al 7.5, non vanno bene terreni argillosi o sabbiosi mentre, sono particolarmente indicati quelli sassosi. Per poter iniziare la sua coltivazione, vanno innestate delle barbette che abbiano almeno due anni di età, nel periodo autunnale al più tardi entro la fine del mese di marzo.


Uva nera: La vendemmia o la raccolta dell'uva nera

Vendemmia eseguita manualmente. La differenza tra raccolta e vendemmia sta nella diversa destinzazione del grappolo ovvero: la prima è uva da tavola, mentre la seconda è destinata alla produzione di vino. Il momento ideale per iniziare questa fase è influenzato dalle condizioni metereologiche e ambientali: più è alta l'altitudine, prima l'uva matura e prima si vendemmia, in oltre non tutte le specie maturano nello stesso periodo, quella che generalmente ci mette meno tempo ed è l'uva nera.

La vendemmia è un processo delicato infatti è preferibile effettuarla a mano nonostante sia più lungo, ma permette di selezionare al meglio i grappoli, poiché una piccola quantità di uva cattiva può rovinare l'intera produzione; questo metodo è usato spesso per vitigni di qualità e destinati alla produzione di vini pregiati come lo champagne.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO