Orchidee Vanda

vedi anche: Orchidee

Orchidee vanda

Il nome di questa orchidea deriva dal sanscrito vanda che significa “ben voluta per profumo e colore”, un termine creato specificatamente per descrivere le caratteristiche di questo fiore. Le orchidee vanda sono piante epifite, vale a dire che necessitano di altre piante per sostenersi (non tanto per alimentarsi). Pianta adatta a climi caldi, soleggiati e umidi, l’orchidea Vanda è originaria dell’Asia e si sviluppa prevalentemente in India, Australia, Indonesia, Malesia e Cina. Molto apprezzata per la sua bellezza e fragranza, l’orchidea Vanda della specie Miss Joachim è stato scelto da Singapore come proprio fiore nazionale. L’orchidea Vanda assume prevalentemente i toni del viola ed è caratterizzata da lunghe radici aeree, conformazione che le rende scomoda la sistemazione all’interno di vasi. Questo, insieme all’assoluto bisogno di caldo e luce, ne rende difficile la coltivazione in spazi chiusi, ma non bisogna scoraggiarsi perché possono crescere grazie all’uso di panieri sospesi e mettendole in serra può permetterne la crescita.
fiore orchidea vanda

Vanda orchidee, colore: bianco, avorio, motivo: rose, peonie & Aqua Cascade Bridal Wedding Bouquet

Prezzo: in offerta su Amazon a: 150,18€


Classificazione

fiori orchidea vanda Divisione: Magnoliophyta

Classe: Liliopsida

Ordine: Orchidales

Famiglia: Orchidaceae

Genere: Vanda

Specie: circa un'ottantina di specie diverse raggruppabili in tre gruppi in base alla forma delle foglie.

1. Foglie a nastro: questa specie di Vanda ha foglie piatte a forma di nastro, con sezioni a V. Sono le più adatte ad essere coltivate in casa o in serra ma al mattino necessitano di luce solare. Di questa specie fanno parte laVanda con foglie piatte, a nastro: con sezione a V dove ritroviamo la V. sanderiana, la V. luzonica, la V. coerulea, la V. merrillii, la V. dearei e la V. tricolor.

2. Foglie a cilindro: specie dalle foglie arrotondate a forma cilindrica, ne fanno parte la V. hookeriana e la V. teres, piante che necessitano di crescere all’aperto in luoghi ben soleggiati, in misura maggiore rispetto alle loro “cugine” appartenenti alla specie a foglie nastriformi.

3. Foglie intermedie: specie caratterizzata da foglie di forma semicilindrica e da proprietà comuni a entrambe le specie precedenti.

  • orchidee Le orchidee sono uno dei generi di piante fra i più eccentrici ed affascinanti del mondo vegetale. Questa sezione offre descrizioni, immagini e preziosi consigli su moltissime specie di orchidee, pian...
  • orchidee Le orchidee sono piante affascinanti per la loro provenienza e per le bellissime infiorescenze. Fino a qualche decennio fa la loro coltivazione era riservata ad una élite: era infatti quasi sempre ne...
  • Fiori scarpetta Alcune specie di orchidee presentano fiori molto particolari, con il labello ricurvo, chiuso fino a formare una specie di scarpetta; le orchidee con labello a coppa appartengono a tre principali gener...
  • Orchidee Cattleya spicata Il genere orchidee cattleya conta circa cinquanta specie di epifite e litofite, originarie dell'America meridionale; sono munite di pseudobulbi carnosi, che possono avere dimensioni vicine ai 5-7 cm, ...

Vivai Le Georgiche ORCHIDEA ASCDA KULWADEE FRAGRANS PINK (VANDA SCREZIATA ROSA)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 62,6€


Esposizione e irrigazione

fiori orchidea vanda L’orchidea Vanda predilige i climi caldi: la sua temperatura ideale varia dai 15°C notturni ai 35 °C diurni e tollera temperature inferiori solo per periodi di breve durata, e comunque mai inferiori ai 10°C. Oltre al caldo, l’orchidea Vanda necessita di molta luce solare diretta (le nastriformi tollerano però anche la mezz’ombra) ma anche di una buona percentuale di umidità (circa 80%), che deve essere mantenuta costante con annaffiature ogni due giorni nei periodi più freschi e quotidiane in quelli più caldi, soprattutto se le piante sono coltivate in cesti appesi. L’irrigazione va effettuata nelle prime ore del mattino in modo che radici e foglie si asciughino entro sera: a questo scopo assicurarsi che le piante abbiano un buon ricircolo d’aria, in particolare nei mesi estivi. D’estate inoltre è opportuno vaporizzare l’orchidea Vanda con acqua povera di calcare e a temperatura ambiente per aumentare l’umidità dell’ambiente e limitare gli effetti dell’esposizione diretta al sole, favorendone una crescita più rapida.


Orchidee Vanda: Fioritura e moltiplicazione

fiori orchidea vanda Se mantenuta alle condizioni ottimali, l’orchidea Vanda arriva a produrre fino a 4 fioriture annuali di durata medio-lunga (alcune settimane), prevalentemente concentrate in primavera ed estate, anche se questa pianta può crescere e fiorire durante tutto l’arco dell’anno. I fiori sono molto profumati (ad eccezione di alcune specie) e la loro struttura a forma di spiga è caratterizzata da un asse da cui dipartono dai 10 ai 12 fiori con sepali ben aperti e uguali tra loro, aventi la stessa forma dei petali. Per quanto riguarda il trilobato, la sua forma varia a seconda della specie, mentre la quasi totalità delle orchidee Vanda possiedono un labello a forma di sperone. Le sue radici carnose e di grandi dimensioni partono dal fusto e sono prevalentemente libere e poco ramificate, in modo da permettere alla pianta di assorbire quanta più umidità dall’atmosfera. La moltiplicazione dell’orchidea Vanda avviene per via vegetativa: i fusti emettono dei germogli laterali che diventeranno altrettanti fusti indipendenti (detti keiki), che crescendo producono radici aeree. Quando la loro quantità inizia a diventare cospicua è possibile tagliare le nuove piante a circa 2/3 della loro lunghezza e invasarle ad una ad una: la parte delle radici emetterà nuovi getti di foglie, mentre la parte del fusto inizierà a produrre nuove radici. Di facile moltiplicazione, la specie Vanda è adatta anche agli incroci con altre orchidee, in alcune casi con specie non appartenenti al suo genere.