Sansevieria

Sansevieria quando annaffiare

Le Sansevieria, più comunemente conosciute come Sanseveria, sono piante sempreverdi di incredibile bellezza che appartengono alla famiglia delle Ruscaceae, originarie delle Indie e dell'Africa.Per coltivare questa pianta bisogna sapere come annaffiare la Sansevieria correttamente, dato che ha l'apparato radicale in forma di rizoma che mal tollera gli eccessi d'acqua.Il rizoma che cresce sotto la superficie del terreno ed è dotato di apice vegetativo, se per qualsiasi ragione si danneggia o indebolisce, interrompe immediatamente la crescita del fogliame. Perciò per bagnare la Sansevieria in modo da dissetare correttamente il suo apparato radicale, è consigliabile farlo a terriccio asciutto, come per le piante grasse, evitando che il suo delicato rizoma possa marcire. La Sansevieria non ama gli ambienti umidi, dunque non va sottoposta a nebulizzazioni. In commercio si trovano varie specie, la più comune è la Sansevieria trifasciata, caratterizzata da eleganti foglie bicolore verde intenso e giallo chiaro, che possono arrivare anche a più di 50 centimetri di altezza.
Sansevieria pianta

Sansevieria cylindrica - Set of three different styles- in 6,5cm pot - Mother-in-law's Tongue

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,99€


Come allevare la Sansevieria

Sansevieria trifasciata in vaso La Sansevieria trifasciata è una specie molto diffusa tra le piante ornamentali da appartamento. Il suo fogliame è formato da bellissime foglie lucide e carnose, dalla forma lunga e lanceolata, con macchie color verde scuro, screziate di giallo. Per coltivare la Sansevieria e farla crescere rigogliosa, ricca di fogliame fitto e ben slanciato, è indispensabile sapere che in appartamento vive benissimo perchè ama le temperature calde, infatti d'estate resiste anche sopra i 30°C. L'unica accortezza da usare, riguarda il ristagno dell'acqua nel sottovaso e l'umidità. La Sansevieria è una pianta abituata al clima secco che predilige luoghi tiepidi, ma soprattutto asciutti. Per prendersi cura della Sansevieria è necessario interrarla in vasi profondi, questo permette al suo rizoma sotterraneo, di svilupparsi e allargarsi liberamente. Non essendo una pianta esigente, per allevare la Sansevieria si usa del semplice terriccio purchè fertile, avendo cura durante il rinvaso, di sistemare sul foro di drenaggio dei piccoli pezzi di coccio.

  • Sanseveria Pianta succulenta rizomatosa sempreverde proveniente dall'Africa meridionale e occidentale e dall'Asia. E' costituita da densi cespi di lunghe foglie carnose, verde scuro, screziate di verde chiaro e ...
  • sanseveria Sono Pasquale Del Mastro e vi ho già scritto per sapere il nome di una pianta, di cui spero di spedirvi presto una foto. Ora vi scrivo a proposito di una sanseveria che mi hanno regalato, l'ho da più ...
  • sanseveria come si riproduce la san severia?...
  • sanseveria Ho una bella sanseveria variegata, la mia domanda è questa perchè le nuove foglie non si colorano di giallo ai margini, rimanendo verdi,anche se sono nello stesso vaso delle vecchie che hanno il margi...

Sansevieria trifasciata - 19cm pot - total height: 55-65cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,99€


Come e quando concimare la Sansevieria

piccole piante di Sansevieria Per concimare la Sansevieria è sufficiente del buon fertilizzante per piante sempreverdi, perciò una miscela per le specie vegetali che sviluppano molte foglie. Dunque è consigliabile usare un prodotto che abbia una quantità elevata in azoto, il macroelemento che favorisce lo sviluppo delle parti verdi. Il periodo in cui la Sansevieria necessita di maggiore nutrimento è la primavera che va concimata una volta al mese. Durante la stagione fredda si deve sospendere la concimazione. Per far crescere rigogliose e fitte le foglie della pianta possono essere necessari rinvasi. Quando il rizoma getta molte rosette, può esaurire lo spazio nel vaso, perciò è indispensabile rinvasarla. L'operazione va eseguita a primavera anticipata. Nel periodo in cui non è ancora necessario il rinvaso, due volte l'anno è consigliabile sostituire qualche centimetro di terriccio nuovo. Per pulire la Sansevieria è vietato usare lucidanti fogliari, meglio un panno umido da passare sulle foglie, sorreggendole in modo che non si spezzino.


Malattie più comuni della Sansevieria

Apparato radicale della Sansevieria La Sansevieria è una pianta robusta a patto che per errore non le si dia troppa acqua o come in molti casi, nelle piante sempreverdi di origine tropicale, non rimanga del ristagno nel sottovaso. Le piante da appartamento, sono spesso abituate al clima arido, perciò se allevate in vaso, soffrono facilmente di marciume radicale. Le malattie della Sansevieria più comuni si annunciano con le foglie che si presentano flosce e con macchie brune alla base. Quando la pianta viene annaffiata troppo, il suo apparato radicale può ammalarsi e iniziare a marcire. Il rimedio è togliere la pianta dal vaso e tagliare le parti scure del rizoma, per poi lasciarlo asciugare all'aria aperta per qualche giorno. E' consigliabile tagliare anche le foglie colpite e trattare i tagli con della polvere di zolfo. Può anche succedere che le foglie perdano le loro screziature, diventando completamente uniformi. In questo caso la pianta ha bisogno di luce. Infine se la Sansevieria viene attaccata da Cocciniglia, potrà essere trattata con un prodotto fungicida.




COMMENTI SULL' ARTICOLO