Decotto di semi di lino

Il decotto di semi di lino: contenuto e proprietà

Il decotto di semi di lino contiene numerosi elementi benefici per la salute dell'uomo; i semi sono infatti ricchissimi di acidi grassi essenziali (fra cui Omega 3, 6 e 9), mucillagini, proteine, minerali, fibre (solubili e insolubili) e vitamine (B1, B2, E, F).Il consumo di un preparato con una tale abbondanza di componenti salutari non può che apportare molteplici vantaggi all'organismo umano: gli acidi grassi aiutano a prevenire le malattie cardiovascolari e l'arteriosclerosi; le proteine risultano molto simili a quelle della soia e costituiscono un alimento indispensabile nelle diete vegetariane; le fibre solubili abbassano il colesterolo e regolano la glicemia, mentre quelle insolubili contribuiscono a regolarizzare il transito intestinale; la vitamina F risulta poi d'importanza fondamentale sia per contrastare l'invecchiamento sia come antinfiammatorio.
Semi di lino

Geo ZLN0103 Lino Semi da Germoglio, Marrone

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,79€


Il decotto di semi di lino: utilizzo

Decotto di semi di lino Il decotto rappresenta, insieme all'olio, la modalità più diffusa di assunzione di questi semi. Se bevuto, il decotto di semi di lino svolge un'azione antinfiammatoria nei confronti di intestino, mucose e vie urinarie (utilissimo in caso di gastrite e colite); inoltre, freddo costituisce un ottimo lassativo naturale, tanto che viene spesso consigliato alle donne incinte, in quanto totalmente naturale e quasi privo di effetti collaterali. Infine, dato il suo potere antinfiammatorio, può essere impiegato per gargarismi in caso di infiammazioni alla gola. Il decotto di semi di lino può essere utilizzato anche per uso esterno: infatti, applicandolo sulla cute in caso di scottature svolgerà un'azione antinfiammatoria, mentre in presenza di dermatosi eserciterà un'azione rinfrescante e lenitiva dell'eventuale prurito.

  • Phormium Il Phormium tenax o lino della Nuova Zelanda è un arbusto sempreverde originario della Nuova Zelanda. Costituisce ampi cespi di lunghe foglie nastriformi, lunghe anche 120-150 cm, che con il tempo sup...
  • Timo Oltre ad essere una aromatica molto conosciuta, utilizzata e coltivata, il vulgaris viene cresciuto in giardino anche come pianta ornamentale; produce piccoli cuscini tondeggianti, con fusti eretti, d...
  • Linum grandiflorum Il Linum grandiflorum è una pianta erbacea annuale appartenente allo stesso genere di L. usatissimus, utilizzato per la produzione della fibra tessile, originaria dell'area mediterranea. A questo gene...
  • Adulto di oziorrinco ho piantato moltissimi bulbi di tulipani:ma come spuntavano e iniziavano ad avere il bocciolo sembrava si essiccassero. Come li prendi in mano escono dalla terra e presentano gambi rosicchiati.Si sono...

Organico Fredda Macinato Semi Di Lino 175g

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,51€


Il decotto di semi di lino: preparazione

Tipi di semi di lino La preparazione del decotto di semi di lino risulta estremamente facile e può avvenire a caldo o a freddo. Si consiglia di assumere una tazza (massimo due) di preparato al giorno.Preparazione a caldo: mettere un cucchiaino di semi di lino in circa 100 ml di acqua e portare il tutto a ebollizione. Far bollire per un quarto d'ora, filtrare e bere.Preparazione a freddo: le dosi sono uguali a quelle della ricetta precedente; sarà sufficiente lasciare i semi di lino in acqua per una notte e poi filtrare.I semi di lino possiedono un gusto amarognolo e, di conseguenza, per addolcire il sapore del decotto è possibile utilizzare miele o zucchero di canna.Inoltre, data l'azione rinfrescante ed emolliente dei semi di lino, è possibile aggiungere 1-2 litri di decotto all'acqua del bagno per ottenere una pelle morbida o calmare eventuali irritazioni cutanee.


Decotto di semi di lino: Il decotto di semi di lino: controindicazioni

Piante di lino fioriteEsistono poche controindicazioni all'uso del decotto di semi di lino, ma risulta importante seguire attentamente alcuni accorgimenti.Come già detto, è possibile assumere fino a 2 tazze di decotto al giorno; il superamento di questa dose può dare luogo a mal di stomaco, nausea, diarrea e fenomeni di meteorismo. Mai bere il preparato in caso di occlusione intestinale, dolori addominali o sospetta appendicite; inoltre, il decotto di semi di lino non deve essere preso contemporaneamente ad alcuni farmaci, composti vitaminici o integratori, in quanto le mucillagini presenti nei semi potrebbero ritardarne l'assorbimento; sarà sufficiente attendere 1-2 ore.Infine, quando si inizia a utilizzare il decotto di semi di lino si potrà notare un certo gonfiore addominale, che sparirà col tempo; in ogni caso, sarà bene bere molta acqua, per evitare il rischio di occlusioni intestinali, e limitare l'uso continuato a un massimo di 3-4 settimane.


Guarda il Video
  • fiori di lino Il lino comune (linum usitatissimum) appartiene alla famiglia delle Linaceae e nell'antichità era coltivato in Etiopia e
    visita : fiori di lino

COMMENTI SULL' ARTICOLO